CASTROVILLARI, VERTENZA ITALCEMENTI SOTTOSCRITTA LA CASSA INTEGRAZIONE DI 20 MESI PER RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE E MANTENUTI GLI ATTUALI LIVELLI OCCUPAZIONALI et  at:  03/12/2015  

Castrovillari, vertenza Italcementi sottoscritta la cassa integrazione di 20 mesi per riorganizzazione aziendale e mantenuti gli attuali livelli occupazionali. Una prima svolta positiva si e' avuta nella vertenza Italcementi, la conferma della cassa integrazione per i prossimi 20 mesi ma soprattutto il mantenimento degli attuali livelli occupazionali. In un certo senso l' attuale proprieta' si e' " configurata " come Pilato demandando alla Heidelberg cement il ruolo decisionale circa la sorte dello stabilimento di Castrovillari anche se nel 2017. A tal proposito nella nota inviata a firma dei sindacalisti, Di Franco della CGIL e Garritano della CISL, entrambi auspicano che per quella data la regione Calabria abbia pronte eventuali proposte alternative per il mantenimento del sito di Castrovillari. Una vittoria il non perdere ulteriori posti di lavoro in un’ area gia’ di per se depressa, ottenuta grazie alla volonta' di tutti, dalla politica al comune cittadino.

 
      Tell A Friend

     PREMIO AUTORE DI TESTI RAPPRESENTATI A SAVERIO LA RUINA ALLO STABIA TEATRO FESTIVAL 2015, PREMIO ANNIBALE RUCCELLO et  at:  03/12/2015  

Premio Autore di testi rappresentati a Saverio La Ruina allo Stabia teatro Festival 2015, premio Annibale Ruccello - Sara' conferito a Saverio La Ruina, drammaturgo, attore, regista che, insieme a Dario De Luca e Settimio Pisano, ha fondato a Castrovillari la compagnia " Scena Verticale ", il Premio Autore di testi rappresentati allo Stabia teatro Festival 2015, premio Annibale Ruccello, kermesse di teatro e letteratura ideata dal drammaturgo e pittore Luca Nasuto e realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale "Achille Basile. Le Ali della Lettura". Un altro meritato riconoscimento a  Saverio La Ruina dalla cui scrittura sono nate opere come: La stanza della memoria, Hardore di Otello, La Borto, Dissonorata, Italianesi fino al recentissimo Polvere, lavori che si snodano lungo un percorso spesso intriso degli umori e della lingua delle proprie radici, sostenuto da uno sguardo lucido e profondo sul mondo relazionale e valoriale dei suoi personaggi.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, CONSORZIO DI BONIFICA: L' AMMINISTRAZIONE COMUNALE A FIANCO DEI LAVORATORI DA PIU' MESI SENZA STIPENDIO et  at:  03/12/2015  

Castrovillari, Consorzio di bonifica: l’ amministrazione comunale a fianco dei lavoratori da piu’ mesi senza stipendio. Il Sindaco Domenico Lo Polito, l' Amministrazione comunale di Castrovillari e la maggioranza che li sostengono sono a fianco dei dipendenti del Consorzio di Bonifica Integrale dei Bacini Settentrionali del Cosentino ( con sede a Mormanno ), in agitazione  per non aver ricevuto da piu' mesi le competenze di diritto. Lo afferma a nome e per conto di entrambe la consigliera Francesca Dorato, presidente della Commissione  Bilancio del Comune, che richiama la vicinanza delle rappresentanze per un diritto che non può essere eluso o dimenticato, soprattutto in questo momento e da chi svolge sempre maggiori servizi. Proprio a tal riguardo, e non solo, circa due mesi fa, in un incontro svolto a Castrovillari, nella sede temporanea del Comune, presso palazzo Gallo, se n’era occupato l’organismo di vertice della struttura interterritoriale, di cui fanno parte con Castrovillari i Sindaci del comprensorio, decidendo  di rappresentare alla Regione tale questione con altre al fine di poter rimettere il Consorzio in un più efficace percorso  nell’interesse della zona e del suo aumento di competenze. Successivamente il Sindaco , Domenico  Lo Polito, unitamente agli altri Sindaci del Territorio aveva portato sul Tavolo del Presidente della Regione, Mario Oliverio, la particolare problematica per una positiva e rapida soluzione, ancora non definita. “Il ruolo dell’organismo, fondamentale ed importante per il comparto agricolo nel Territorio, e, tra l’altro, strumento di protezione dello stesso, in materia di dissesto idrogeologico (ambito su cui operano anche i Consorzi)- ha richiamato l’esponente dell’Amministrazione comunale del capoluogo del Pollino nella sottolineatura di solidarietà -  necessita di attenzioni specifiche che passano, soprattutto,  per i lavoratori e dipendenti impegnati per lo svolgimento delle loro funzioni e per ciò che ha bisogno il Consorzio al fine di svolgere appieno il suo ruolo.” “Questa vertenza, insieme a quella dell’Italcementi e ad altre che soffre la Zona per questioni anche contingenti- aggiunge- necessitano, dunque di forza e determinazione negli intendimenti oltre che di una sinergia di tensioni volta alla definizione delle problematiche.” L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (Giampiero Brunetti)

 
      Tell A Friend

     TEATROMUSICA A MORANO DOMENICA 6 DICEMBRE IN SCENA LA COMPAGNIA NAPOLETANA " MA CHI M'' O 'FFA FA' " CON LA COMMEDIA BRILLANTE " LA RELIQUIA DI SANTA GIACINTA " et  at:  03/12/2015  

Teatromusica a Morano domenica 6 dicembre in scena la compagnia napoletana " Ma chi m'' o  'ffa fa' " con la commedia brillante " La reliquia di Santa Giacinta " - Domenica 6 dicembre all' auditorium di Morano Calabro  con inizio alle ore 18.30, protagonisti saranno gli attori della compagna napoletana " Ma chi m'' o  'ffa fa' " con " La reliquia di Santa Giacinta ", scritta da Luciano Medusa e diretta da Alfredo Scarpato. Una commedia brillante che ha raccolto numerosi  premi e riconoscimenti tra cui quello come miglior attore protagonista a Ciro Cirillo nella Rassegna Nazionale Teatro Dialettale 2012 di Soveria Mannelli (CZ) e il premio alla Regia per Alfredo Scarpato nella rassegna “Premio città di Volla” 2013. La commedia e' divisa in due atti e si basa su una sceneggiatura semplice, dai ritmi serrati, con battute, doppi sensi e situazioni paradossali per un dissacrante spettacolo comico. È la storia di una prostituta extracomunitaria che si trova a Napoli attirata da un uomo senza scrupoli che la costringe al mestiere più antico del mondo. Riesce a sottrarre i soldi per comprare un biglietto aereo per tornare al suo paese e fugge dal suo aguzzino, rifugiandosi nella Parrocchia di Santa Giacinta, dove trova Peppino, il sacrestano, che tenterà in tutti i modi di aiutarla a fuggire. Nella parrocchia però c’è un intenso viavai e Peppino deve faticare non poco a nascondere la ragazza provocando tutta una serie di situazioni comico-surreali con un esilarante colpo di scena finale. Sulla scena dell’auditorium di Morano ci saranno Ciro Cirillo (Peppe il sacrestano), Enzo Gattullo (Don Armando il parroco), Annarita Scarpato (Juta), Elisa Guarracino (Zì Carmela), Anna Russo (Zì Teresa) e Genny Tello (Tore ‘o sparatore). Visto il successo e l’apprezzamento che TeatroMusica sta avendo, gli organizzatori invitano tutte le persone interessate allo spettacolo a prenotare in anticipo i biglietti presso “Au Rendez-Vous” di Morano Calabro.

 
      Tell A Friend

     SVENDITE DI FINE STAGIONE=SALDI, IN CALABRIA AL VIA DAL CINQUE GENNAIO AL CINQUE MARZO QUELLI INVERNALI E, DAL DUE LUGLIO AL PRIMO SETTEMBRE QUELLI ESTIVI et  at:  02/12/2015  

Svendite di fine stagione=Saldi, in Calabria al via dal cinque gennaio al cinque marzo quelli invernali e, dal due luglio al primo settembre quelli estivi - La Giunta regionale, recependo la decisione unitaria della Conferenza delle Regioni e Province autonome, ha stabilito che le vendite di fine stagione, per l' anno 2016, si terranno nei periodi che vanno, dal cinque gennaio al cinque marzo per i saldi invernali e, dal due luglio al primo settembre per i saldi estivi. La stessa Regione Calabria, informa che -  rispetterà l’indicazione che dal 2011 regolamenta, in maniera condivisa, i periodi individuati, previa comunicazione alle organizzazioni delle imprese del commercio e le associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative. “Abbiamo condiviso - ha detto l’Assessore alle Attività produttive,  Carmen Barbalace - le scelte maturate a livello nazionale per evitare discordanze che penalizzano soprattutto le attività commerciali ed i consumatori delle zone di confine tra le diverse realtà regionali. La necessità è quella di uniformare gli ambiti amministrativi territoriali all’interno di un’unica logica commerciale, evitando forme di concorrenza che penalizzano sia le attività che gli stessi consumatori”.

 
      Tell A Friend

     " LA CALABRIA CHE VUOI " INCONTRA I CITTADINI DI CASSANO ALL' IONIO SABATO 5 DICEMBRE ALLE 17.30 et  at:  02/12/2015  

" La Calabria che vuoi " incontra i cittadini di Cassano All' Ionio sabato 5 dicembre alle 17.30. Sabato il tema sara' una analisi della situazione attuale per programmare le scelte future. L' incontro apre l' officina delle idee in vista delle Amministrative 2016 a Cassano. L' appuntamento e' per sabato pomeriggio, alle 17.30, nei saloni del consiglio comunale di Cassano. Sara' la sala del parlamento civico cassanese ad ospitare la prima uscita de " La Cassano che vuoi ", diramazione cittadina del movimento politico di area moderata " La Calabria che vuoi ", nata ufficialmente lo scorso giugno 2015 su ispirazione di Gianluca Gallo, ex consigliere regionale e già sindaco di Cassano.  Si partirà da una analisi della situazione politico-sociale attuale della Città delle Terme per programmare le scelte future in vista delle Amministrative 2016 durante le quali i cassanesi sceglieranno la loro nuova guida. Nel corso dell’incontro verrà lanciato il forum di discussione cittadino “L’officina delle idee de La Cassano che vuoi” promossa propria dal gruppo e la scelta dell’hashtag ufficiale per le iniziative individuato in #vivacassanolibera.

 
      Tell A Friend

     IL VOLTO PROFETICO DELL'AZIONE CATTOLICA OGGI. INCONTRO CON IL PRESIDENTE NAZIONALE, DOMENICA 6 DICEMBRE, A CASSANO ALLO IONIO et  at:  02/12/2015  

Il volto profetico dell'Azione Cattolica oggi. Incontro con il presidente nazionale, domenica 6 dicembre, a Cassano allo Ionio  - " La Chiesa italiana sta vivendo un momento storico di notevole rilevanza. Prima il sinodo sulla famiglia, poi il Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze e, a breve, l' inizio dell' anno giubilare della misericordia. Come Azione Cattolica diocesana, vogliamo aprire il nostro percorso formativo con un convegno al quale partecipera'  il presidente nazionale di AC, Matteo Truffelli ". Presentano cosi', Angela Marino, presidente dell'Azione Cattolica diocesana e don Gianni Di Luca, assistente spirituale unitario dell'AC diocesana e Valentina Gioiella, segretario diocesano, il convegno promosso per il 6 dicembre 2015, nella Basilica Cattedrale di Cassano all'Ionio, sul tema: "Il volto profetico dell'Azione Cattolica oggi!" "Il nostro vescovo, monsignor Francesco Savino - spiegano Marino e Di Luca - incentrerà la sua riflessione sul dono della Profezia e il professor Matteo Truffelli, presidente nazionale dell'Azione Cattolica Italiana, si soffermerà sull'importanza del laico come profeta del suo tempo"."L'invito, per questo momento di formazione, è rivolto, con immensa gioia, a tutti i sacerdoti della nostra diocesi, religiosi e religiose, associazioni e movimenti ecclesiali laicali, catechisti, insegnanti, alle istituzioni e a tutti coloro che nutrono passione educativa e voglia di camminare con e per la Chiesa". Programma della giornata: 08:30 Arrivi, 09:00 Saluto del Presidente Diocesano di Ac, Angela Marino, 09:30 Intervento del Vescovo di Cassano all'Jonio, S.E. Mons. Francesco Savino, 10:30 Intervento del Presidente Nazionale di Azione Cattolica Italiana, Prof. Matteo Truffelli, 11:30 Dibattito, Modera l'incontro il Direttore dell'Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Cassano All'ionio, Dott. Roberto FITTIPALDI; 12:30 CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA PRESIEDUTA DA DON GlANNI DI LUCA ASSISTENTE UNITARIO DI AC; 13:30 Saluti.

 
      Tell A Friend

     EXPO 2015: IL BILANCIO DELLE ATTIVITA' SVOLTE DAL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO, DOMENICA 6 DICEMBRE A MORMANNO IN UN INCONTRO et  at:  02/12/2015  

EXPO 2015: Il bilancio delle attivita' svolte dal Parco Nazionale del Pollino, domenica 6 dicembre a Mormanno in un incontro - EXPO 2015, un' opportunita' unica, anche per il Parco Nazionale del Pollino, per farsi conoscere e apprezzare specie nell' ambito dell’enogastronomia, oltre che in quello naturale, nell’ambiente, cioè, che da' origine al cibo, protagonista dell' Esposizione universale. Domenica 6 dicembre, alle ore 17.30, nel cineteatro di Mormanno (CS), il Parco Nazionale del Pollino ripercorre la sua attivita' svolta in occasione di EXPO e lo fa in tandem con le Regioni, Basilica e Calabria, che hanno condiviso un’esperienza esaltante.  Il programma dell’incontro prevede la proiezione di un filmato dal titolo “da EXPO ai Territori”, i saluti del sindaco di Mormanno, Guglielmo Armentano; le testimonianze di Giovanni Soda, rappresentante della Regione Calabria; Giovanni Oliva, rappresentante della Regione Basilicata; Domenico Pappaterra, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino. I lavori saranno moderati dal giornalista Roberto Fittipaldi.  A seguire degustazione di Bocconotti di Mormanno e Moscato di Saracena e esibizione del gruppo folcloristico Miromagnum, di Mormanno.

 
      Tell A Friend

     " GIORNATA SULLA SICUREZZA STRADALE " A CURA DELL' ASSAPLI SABATO 12 DICEMBRE A VILLAPIANA LIDO et  at:  02/12/2015  

" Giornata sulla sicurezza stradale " a cura dell' Assapli sabato 12 dicembre a Villapiana Lido - L' Assapli, l' Associazione appartenenti alla Polizia Locale Italiana, firmataria della Carta Europea della Sicurezza Stradale " 25.000 vite da salvare ", per sabato, 12 dicembre, ha organizzato al centro polivalente di  Villapiana Lido, nell' alto cosentino, con il patrocinio del Comune, una " Giornata sulla sicurezza stradale " e in memoria delle vittime della strada. Lo rende noto il presidente nazionale dello stesso organismo, avvocato,Dario Giannicola, il quale ricorda che l’iniziativa, volta alla maggiore conoscenza, approfondimento e divulgazione del codice della strada, si muove nell’ambito delle più articolate iniziative del sodalizio per la sensibilizzare e prevenzione. “Gli incidenti con lesioni fisiche alle persone che sono stati rilevati nel 2014, oltre  177mila, sono i  gravi motivi che ci spingono  - precisa l’avvocato Giannicola - e che non possono che far riflettere, insieme al drammatico e preoccupante numero di morti , pari a circa 3.400, con una media di 9 decessi ogni giorno e con un bilancio di feriti che l’anno scorso ha superato quota 250 mila.” “Ecco le ragioni profonde del perché di questo nuovo momento, soprattutto, educativo- dichiara il presidente nazionale Dario Giannicola-  che deve vederci sempre più attenti e consapevoli del rischio della “strada” quando non viene affrontata e percorsa con le dovute attenzioni. E queste le incessanti preoccupazioni da cui l’Assapli prende forza e determinazione per ribadire la sua “battaglia civica”, finalizzata a suscitare il buon senso tra i cittadini di qualsiasi età ed una sensibilità, la più diffusa possibile e partecipata, che necessita di essere continuamente condivisa nell’insostituibile ruolo dell’educazione alla sicurezza stradale, percorso prezioso nella crescita degli individui e da favorire nelle scuole e tra i giovanissimi.” Da qui i diversi istanti pensati nella stessa Giornata con la presenza di autorità invitate, scolaresche, familiari delle vittime delle strada e quanti operano a più livelli per la promozione di quelle regole di comportamento da cui non si può prescindere per tutelare l’altrui e propria vita.

 
      Tell A Friend

     IL TRIBUNALE DI CASTROVILLARI CONDANNA IL COMPORTAMENTO ANTISINDACALE DELL?ATP DI COSENZA CHE DOVRA' PAGARE ANCHE 4.000 EURO CIRCA DI SPESE IN MATERIA D' INAMOVIBILITA' DELLE RSU DEL SINDACATO SAB, SENZA IL PREVENTIVO NULLA OSTA et  at:  02/12/2015  

Il Tribunale di Castrovillari condanna il comportamento antisindacale dell’ATP di  Cosenza che dovra' pagare anche 4.000 euro circa di spese in materia d' inamovibilita'  delle RSU del sindacato SAB, senza il preventivo nulla osta.  Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Castrovillari dr.ssa L.L. con ordinanza n. 3421 dell' 1/12/2015, accoglie il ricorso ex art. 28 della Legge n. 300/1970 (Statuto dei Lavoratori), proposto dal sindacato SAB tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, rappresentato e difeso in giudizio dagli avv.ti Domenico Lo Polito e Rosangela L’Avena del medesimo foro e, per gli effetti, dichiara l’antisindacalità della condotta tenuta dal MIUR consistita nel trasferimento dei dirigenti sindacali RSU proff. M.A.R.D., R.C., A.M.D., F.S. e J.M. e ne ordina la rimozione degli effetti.  Condanna gli enti resistenti in solido tra loro, alla rifusione delle spese processuali nei confronti dell’O.S. ricorrente e liquida in complessivi euro 3.513,00, oltre IVA e CAP e rimborso forfettario, nella misura del 15% come per legge.  Il SAB non può che esprimere soddisfazione per l’ennesima pronuncia di condanna nei confronti dell’ATP su una materia che, sia in passato, sia nel presente, si sono pronunciati vari Tribunali della provincia che hanno visto sempre soccombere i vari dirigenti che si sono succeduti nel tempo a condurre l’ATP di Cosenza. Nel merito è opportuno premettere che l’art. 28 dello Statuto dei Lavoratori definisce la condotta antisindacale in modo teleologico e non analitico, qualificando come tale una determinata condotta, non in base alle sue modalità esteriori, ma in relazione al risultato perseguito, ovverosia alla sua idoneità ad impedire o limitare l’esercizio della libertà e della attività sindacale.  L’art. 22 dello St. Lav, prevede che “Il trasferimento dall'unità produttiva dei dirigenti delle rappresentanze sindacali aziendali di cui al precedente articolo 19, dei candidati e dei membri di commissione interna può essere disposto solo previo nulla osta delle associazioni sindacali di appartenenza”.  Per ritenere operante la disposizione relativa alla richiesta del nulla osta delle organizzazioni sindacali, in caso di trasferimento dei dirigenti sindacali presso un’unità produttiva ubicata in sede diversa, si rende necessario approfondire il concetto di <<sede diversa>> e verificare se applicabile al caso di specie.  Non vi è dubbio alcuno che i disposti trasferimenti presso gli istituti scolastici in questione, debbano essere intesi quali “unità produttive” ubicate in sedi diverse, ai sensi dell’art. 22 St. Lav., attese l’autonomia gestionale ed amministrativa nonché finanziaria degli istituti scolastici di destinazione rispetto a quelli di provenienza.  Orbene, la disposizione in parola è finalizzata alla tutela dell'interesse sindacale all'inamovibilità del lavoratore, interesse considerato dal legislatore prevalente sulle esigenze dell'impresa per l'attitudine del trasferimento a far venir meno il legame tra il lavoratore e l'ambiente in cui egli operava quale titolare d’incarichi sindacali.  Nel caso di specie, il Ministero convenuto ha provveduto al ritiro dei decreti, in precedenza emessi, relativi alle utilizzazioni provinciali dei docenti rappresentati dall’O.S. ricorrente, eletti r.s.u.(D.,M.,S.) ovvero rieletti r.s.u.(D’A.e C.), nel marzo 2015, al fine espresso di “garantire la parità di trattamento nella gestione delle operazioni di movimenti annuali del personale docente chiamato a ricoprire per il prossimo triennio la carica di dirigente sindacale (RSU) all’interno dell’istituzione scolastica”.  I trasferimenti impugnati dall’O.S. ricorrente debbono essere considerati lesivi delle prerogative sindacali, disciplinate direttamente da una norma primaria che prevede il previo nulla osta delle rispettive organizzazioni sindacali di appartenenza o della RSU, ove il dirigente ne sia componente, in caso di trasferimento in un’unità operativa ubicata in sede diversa da quella di assegnazione dei componenti della RSU; disposizione che si applica sino alla fine dell’anno successivo alla data di cessazione del mandato sindacale (art. 22 L. 300/1970 e art. 18 CCNQ - Contratto Collettivo Quadro sulle modalità di utilizzo dei distacchi, aspettative e permessi nonché delle altre prerogative sindacali del 7 agosto 1998).  Ne consegue che la prof.ssa M.A.R.D. deve essere assegnata alla scuola media di Morano Calabro, A.M.D. a quella di Frascineto, R.C a quella di Spezzano Albanese, mentre il prof. F.S. all’IPSIA di Cariati. F.to Prof. Francesco Sola  Segretario Generale SAB        

 
      Tell A Friend

     VERTENZA LAVORATORI CONSORZIO DI BONIFICA DI MORMANNO, PAPPATERRA: " TUTELARE DIGNITA' PERSONE " et  at:  01/12/2015  

Vertenza lavoratori consorzio di bonifica di Mormanno, Pappaterra: " Tutelare dignita' persone " - " La lotta per difendere il posto di lavoro ormai, qui, nel cuore del Pollino, ci richiama ad un impegno quotidiano al quale non possiamo sottrarci per le nostre responsabilita' e per tutelare la dignita' di centinaia di padri e madri di famiglia". La nuova vertenza dei lavoratori del Consorzio di Bonifica di Mormanno, allarma il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra che commenta così il nuovo fronte di rivendicazione che si affianca a quello degli operai del Cementificio di Castrovillari. "Ieri - ricostruisce Pappaterra - ero al fianco dei lavoratori dell'Italcementi di Castrovillari, oggi sono al fianco dei lavoratori del Consorzio di Bonifica di Mormanno che stanno presidiando la Diga del Farneto a Roggiano Gravina con una protesta altamente forte che vuole richiamare l'attenzione delle Istituzioni su una condizione che ormai rischia  di precipitare su un punto di non ritorno ". "Il Consorzio di Bonifica di Mormanno - continua Pappaterra - e' stato negli anni trascorsi una realta' di prim'ordine per l'elevata professionalita' del personale e per la capacita' di progettare e gestire opere ed impianti di civilta' che hanno profondamente migliorato le condizioni del territorio di sua competenza". "L'allargamento dei suoi confini - analizza il presidente del Parco - operato negli anni scorsi,  anziche' dimostrarsi un valore aggiunto si e' trasformato in un boomerang per l'Ente in quanto  a fronte dell'aumento dei servizi forniti non e' corrisposto l'aumento delle quote consorziali, anzi si e' verificata una forte evasione del tributo, ed in ogni caso le risorse non sono state sufficienti per coprire i costi dell'Ente". "Credo che sia necessario - conclude Pappaterra - che il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio che in queste ore sta dimostrando verso il nostro territorio una vicinanza particolare, assuma in prima persona anche questa vertenza come paradigma per inserire nel percorso di riforme avviato anche quella del riordino di questo settore restituendo ai Consorzi calabresi un ruolo di protagonismo .Intanto si trovino le risorse per corrispondere ai dipendenti  del Consorzio di Mormanno le spettanze arretrate togliendoli da una condizione di rabbia e disperazione. Proprio ieri il Vescovo di Cassano all'Jonio, mons. Francesco Savino ha detto che si sta calpestando la dignita' della gente e cio' e' assolutamente inaccettabile. Restituire  a tante madri e padri di famiglia un po' di serenita' e certezza del loro futuro e' un imperativo categorico al quale le istituzioni preposte non possono assolutamente sottrarsi pena la perdita di credibilita' e fiducia da parte di tante famiglie".

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, ELETTI DAI DIRETTIVI GLI ORGANISMI DEI COMITATI DI QUARTIERE et  at:  01/12/2015  

Castrovillari, eletti dai direttivi gli organismi dei Comitati di quartiere -  I direttivi dei Comitati di Quartiere di Castrovillari hanno eletto autonomamente in questi giorni, e nei tempi indicati dal regolamento di partecipazione, i loro organismi.  Il direttivo del Quartiere n.1 non ha potuto procedere all' elezione del suo organismo perche' mancante del numero minimo per indicarlo.  Questi i nomi degli altri. Per il n.2 presidente e' Francesco Varcasia, vice Giosuè Brunetti e segretario Giovanna Parisi; al n.3 il presidente eletto è Ivana Grisolia, vice presidente Giuliana Sancineti e segretario Vincenzo Grisolia; del n.4 il presidente, invece, è Pasquale Pandolfi, vice Carmine Pagliaro e segretario Giuseppina Chiodi; del n.5 presidente è stato investita Maria Ivana Costabile, vice presidente Giorgio Costabile e segretario Francesca Barletta; per il n.6 il presidente è Mario Alvaro, vice Fabio Caputo e segretario Antonio Gaetani Pasquale; del n.7 presidente è risultato Silvestro Carrieri, vice presidente Antonio Bonifati e segretario Milena Pettinato; nel n.8 presidente è stato indicato Eugenio Ciliberti, vice Carmela Chiarelli e segretario Davide D. Saladino; del n.9 mentre è risultato presidente Tina Zaccato, vice presidente Claudia Martino e segretario Maria Schettino. Compito di questi organismi è quello di proporre azioni per offrire possibili soluzioni per la costruzione del bene comune, interfacciandosi con  l’Amministrazione. Un percorso, oggi all’inizio di una sperimentazione tutta da verificare sul campo, per sviluppare forme di collaborazione sinergiche nell'interesse della propria comunità attraverso una partecipazione attiva ed attenta alla vita istituzionale dell’Ente locale secondo, però, il metodo della sussidiarietà- con le iniziative che nascono “dal basso” - di cui , sempre più, una pubblica amministrazione non può fare a meno. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (Giampiero Brunetti)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - IL 13 DICEMBRE "LA GIORNATA ECOLOGICA", INIZIATIVA CHE SI TIENE NELL' AMBITO DELLA PIU' ARTICOLATA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE AMBIENTALE AVVIATA DALL' ASSOCIAZIONE " PROCIV PEGASO " et  at:  01/12/2015  

CASTROVILLARI - Il 13 dicembre "La Giornata Ecologica", iniziativa che si tiene nell' ambito della piu' articolata campagna di sensibilizzazione ambientale avviata dall' Associazione  " Prociv Pegaso ", si terra' a Castrovillari domenica 13 dicembre. L' appuntamento e' per sviluppare un' azione efficace a servizio della qualita' ambientale, fondamentale quanto necessaria per ogni comunita'. Due tipi di manifesti, affissi nelle strade e nelle piazze della città, chiederanno ai cittadini “un concreto aiuto per mantenere pulito ogni luogo del capoluogo del Pollino”. Tutti i volontari interessati a questa iniziativa dovranno munirsi di guanti e grandi sacchetti di plastica, comunicando subito la loro disponibilità al numero 340.8363580. Partecipare in tanti significa ridare smalto al senso civico e offrire una mano al proprio territorio in termini di decoro, combattendo quel degrado determinato dalla poca attenzione di tanti al bene comune. Il raduno è fissato- ricordano gli appartenenti all'Associazione- alle ore 8,45 in piazza Indipendenza, per affermare che ognuno di noi è necessario ed insostituibile per contribuire a mantenere pulito e ordinato l'ambiente che ci circonda, iniziando a smaltire correttamente i propri rifiuti ed evitando di gettarli per terra o abbandonarli indiscriminatamente.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - NELLA GIORNATA DELLA COLLETTA ALIMENTARE RACCOLTI 4.350 CHILOGRAMMI DI GENERI ALIMENTARI A LUNGA CONSERVAZIONE et  at:  01/12/2015  

Castrovillari - Nella Giornata della colletta alimentare raccolti 4.350 chilogrammi di generi alimentari a lunga conservazione. E' stata questa la risposta castrovillarese all' Appello della 19^ Giornata nazionale della Colletta in programma sabato 28 novembre per l' indigenza di tanti, destinando, cosi', generosamente, nella spesa, quello che ciascuno, liberamente, poteva. Un momento di condivisione partecipata nell' opera della  Fondazione Banco Alimentare Onlus, coordinata, nel capoluogo del Pollino, da circa 100 volontari per 9 supermercati. Un metodo che mette al centro la persona e la sua umanità , con la consapevolezza di stare dinanzi al disagio con attenzione.  Un fatto di gratuità concreta, semplice quanto importante che appartiene a chiunque e che bisogna solo riscoprire, osando sempre più. Una testimonianza che Castrovillari, per la sua proverbiale disponibilità, ha dato ancora con generosità , consapevole del valore che ciò avrà per tanti e, soprattutto, per i più deboli.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, PROGETTO ?RE.SE.GI.TER.?. IL SINDACO LO POLITO E LA CONSIGLIERA SILELLA A STRASBURGO PER L? ORMAI PROSSIMA APERTURA DELLO SPORTELLO GIUSTIZIA NELLA CITTA? DEL POLLINO et  at:  01/12/2015  

Castrovillari, progetto " Re.Se.Gi.Ter. ". Il sindaco Lo Polito e la consigliera Silella a Strasburgo per l' ormai prossima apertura dello sportello giustizia nella citta' del Pollino. L' iniziativa nell' ambito nel programma della  Regione Calabria per l' attuazione di buone pratiche giudiziarie a servizio dei cittadini, attraverso la pubblica amministrazione.  Il Sindaco di Castrovillari , Domenico Lo Polito , e la consigliera Maria Silella, insieme ad altri amministratori  ed a rappresentanti istituzionali della Calabria, coinvolti nel progetto “Re.Se.Gi.Ter.” che si occupa dello sportello giustizia per quelle pratiche giudiziarie che non hanno necessità di essere seguite da un legale, si sono recati a Strasburgo per rendersi conto di come il “sistema di giustizia di prossimità” è già una realtà europea.Per l’occasione hanno visitato la sede di “Antenna di Giustizia” del Comune di Creutzwald, a circa un’ora dalla sede del Parlamento europeo, ed il tribunale di Metz.“L’interessante visita ha fornito elementi importanti per sviluppare anche nel nostro Territorio – hanno riferito il Sindaco Lo Polito e la consigliera Silella- lo snellimento di procedure giudiziarie  che oggi rallentano il funzionamento dei nostri Tribunali.”Insomma , un ulteriore servizio per le popolazioni al fine di rendere più agevole l’iter procedurale delle pratiche.”L’iniziativa si muove nel programma della  Regione Calabria per l’attuazione di buone pratiche giudiziarie a servizio dei cittadini, attraverso la pubblica amministrazione. L’Ufficio stampa del Comune di Castrovillari (Giampiero Brunetti)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, VERTENZA ITALCEMENTI GLI OPERAI IN SCIOPERO DELLA FAME SI INCATENANO AL GRIDO DI " NON SVENDETE IL FUTURO ". et  at:  30/11/2015  

 Castrovillari, vertenza Italcementi gli operai in sciopero della fame si incatenano al grido di " non svendete il futuro ". E' un grido disperato di tanti padri di famiglia, ma anche di donne e madri che da anni lavorano presso lo stabilimento di Castrovillari. Per ora raccolgono tanta solidarieta' da politici e prelati oltre che dai " modesti " cittadini, ma occorrono fatti. Tra il 2 e il 3 dicembre la delegazione trattante si rechera' nuovamente a Roma per incontrare il 2 i vertici nazionali sindacali e, il 3 si spostera' presso il ministero interessato. La situazione non e' delle piu'facili soprattutto se si vuole andare oltre la richiesta della cassa integrazione, come e' noto la proprieta' a luglio cedera' in via definitiva tutto il ramo cementiero alla tedesca Heildberg, un passaggio ormai alle porte. L' attuale proprieta' continua con il suo tragico disegno atto a smantellare completamente al centro-sud, dopo lo stabilimento di Vibo Valentia ormai chiuso, si e' avviato lo stesso modus operandi anche su Castrovillari e la minaccia ormai raggiunge anche Salerno. Piu' che un piano di vendita la questione ha ormai assunto l' aspetto di una svendita dell' intero comparto dell' Italcementi. Il mercato locale del cemento non e’ in crisi ed ulteriori lavori di ammodernamento sono previsti dalla SS 106 all’ A3. A questi signori il Governo dovra' pur dire qualcosa, dopo aver per anni preso e sfruttato i luoghi, addirittura arrogarsi il diritto di smantellare per far trovare piazza pulita alla nuova societa' e' un discorso che non puo' essere accettato. La strada da scegliere per Italcementi e soprattutto per la nuova proprieta' e' una delle tre: rafforzare il centro produzione di Castrovillari, oppure proporre una conversione dello stabilimento che mantenga l' attuale forza lavoro e che preveda ulteriore mano d' opera, oppure ancora smantellare lo stabilimento e ripristinare i luoghi. Nel video che vi proponiamo gli interventi, del Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, di Gianluca Gallo ex consigliere regionale, di alcuni dei lavoratori e dei sindacalisti: Luigi Verardi, Segretario regionale FILLEA CGIL, Mauro Venulejo Segetario generale della FILCA CISL e Antonio Di Franco Segretario comprensoriale Pollino-Sibaritide FILLEA CGIL.  Buona visione QUI TROVI IL FILE VIDEO IN FORMATO 3GP/MP4


 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - VERTENZA ITALCEMENTI, L' AZIENDA PUNTA AL RIDIMENSIONAMENTO MA IL TERRITORIO NON CI STA E I LAVORATORI AVVIANO LO SCIOPERO AD OLTRANZA et  at:  28/11/2015  

Castrovillari - Vertenza Italcementi, l' azienda punta al ridimensionamento ma il territorio non ci sta e i lavoratori avviano lo sciopero ad oltranza - L' Italcementi punta allo smantellamento dello stabilimento di Castrovillari,  e' quanto emerge dal comunicato sindacale inviato, nel quale si spiegano i passi che l' azienda bergamasca sta compiendo per arrivare a ridurlo a solo centro di macinazione - Le ragioni sono da individuarsi nella scelta dichiarata della proprietà di trasformare la “fabbrica” in “centro di macinazione”  con conseguente riduzione dei posti di lavoro che da circa ottanta diventerebbero 25 senza considerare i riflessi negativi per un indotto che coinvolge più di 200 persone -.  C' e' da dire che il Governo nell’ultimo incontro tenutosi al Ministero del Lavoro ha dato la disponibilità a concedere una CIGS a condizione che ci siano investimenti e che soprattutto non si chiudano fabbriche. Questa volontà chiaramente è da ravvisarsi nella opportunità , in attesa che subentri la nuova proprietà Heidelberg Cement non prima dell’ estate del 2016, di mantenere la struttura industriale intatta e tutti i lavoratori all’ interno del perimetro aziendale. Ciò anche in considerazione del fatto che il Ministro Guidi ed il Governo hanno  dichiarato che dovranno essere i nuovi proprietari a presentare un nuovo piano industriale che miri a proteggere quella che è da tutti definita una “eccellenza italiana” fatta di uomini, professionalità e ricerca. Oggi la CIGS annunciata da Italcementi, in contraddizione con quanto richiesto dal Governo, nell’ ultimo incontro romano, concederebbe sì la copertura a tutti i lavoratori ma allo stesso tempo farebbe delle scelte industriali che soprattutto al SUD dismetterebbero due fabbriche Salerno e Castrovillari contravvenendo all’ ultimo piano industriale presentato anche in sede ministeriale nel 2013. Nel comunicato sindacale si specifica inoltre che: " Teniamo a precisare che tale richiesta di attivazione della Cigs per riorganizzazione non contempla tecnicamente la necessità di scelte industriali drastiche ( Trasformazione in centri di macinazione ) e pertanto potrebbe essere attivata non toccando la struttura industriale italiana permettendo così al Governo ed alle Istituzioni di arrivare al confronto con Heidelberg senza pregiudicare il futuro della multinazionale italiana ". " Il Sud e la Calabria non hanno bisogno di altri  "scippi "  - continua il comunicato - ed è paradossale che mentre ANAS e il Governo annunciano più di 3 miliari e mezzo di investimenti infrastrutturali nel nostro territorio, Italcementi chiude gli impianti industriali ". Una situazione che sta degenerando e soprattutto che non spiega perche' Italcementi stia indebolendo di fatto il suo patrimonio alla vigilia della vendita, potrebbe essere, ma siamo nel campo delle insinuazioni che una pre-opa ci sia gia' stata e nei patti ci sia un calo dei prezzi per chi acquista in questo caso Heidelberg Cement. In una situazione di questo tipo potrebbe rendersi necessario l' intervento del Ministero competente che vada a valutare eventuali grossolane irregolarita'. Una situazione inaccettabile e' stata definita dai sindaci del comprensorio e dal Presidente del Parco del Pollino che in un comunicato congiunto inviato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ribadiscono: " Riteniamo inaccettabile ed incomprensibile una eventuale chiusura ed ostinazione della ITALCEMENTI Spa e non permetteremo con la determinazione che ci contraddistingue atteggiamenti di questo genere visto che la legge lo permette ed il Governo è d’accordo. Attivassero una CIGS senza toccare nessuno ed in particolare il SUD ,questo è l’atteggiamento responsabile che una impresa come la ITALCEMENTI deve al territorio, allo Stato Italiano per tutto quello che hanno avuto in più di 100 anni storia industriale italiana ".  QUITROVI LA LETTERA SOTTOSCRITTA DAI SINDACI DEL COMPRENSORIO E DAL PRESIDENTE DEL PARCO DEL POLLINO, QUI TROVI IL COMUNICATO SINDACALE.

 
      Tell A Friend

     CONFERMATO LO SCIOPERO GENERALE INDETTO DAI SEGRETARI REGIONALI DI CGIL, CISL E UIL PER IL 30 NOVEMBRE, INTANTO GIA' DA DOMANI L' USB MANIFESTA ALL' AEROPORTO DI LAMEZIA et  at:  27/11/2015  

Confermato lo sciopero generale indetto dai segretari regionali di CGIL, CISL e UIL per il 30 novembre, intanto gia' da domani l' USB manifesta all' aeroporto di Lamezia - Sindacati sul piede di guerra contro il disimpegno del Governo nei confronti della Calabria. " La legge di stabilita' in discussione alla Camera dei deputati se dovesse rimanere tale sarebbe una ecatombe per la Calabria ", questo il messaggio lanciato dalle segreterie regionali di CGIL, CISL e UIL che indicono per il 30 novembre uno sciopero generale regionale. Un disastro economico-sociale insistono i sindacati confederali a causa della decurtazione di fondi definiti " storicizzati ", nella nota inviata si parla di trenta milioni di euro per i forestali e della mancata assegnazione delle risorse per il 2016 destinate alla contrattualizzazione degli LSU-LPU. Non i soli provvedimenti che per forza di cose andranno a minare una situazione gia' di per se' difficile. Relativamente ai lavoratori socialmente utili, e' frenetica l' attivita' per scongiurarne la fine. In questi giorni una lettera congiunta dei parlamentari calabresi in merito e' stata inviata alla presidenza del Consiglio dei Ministri e, sempre in questi giorni una delegazione trattante con in testa il Presidente della regione Calabria ha avuto un incontro presso il ministero competente, in questa sede e' emersa la volonta' di non rifinanziare i progetti LSU/LPU con le conseguenze relative vista l' attuale competenza degli stessi, in merito l' assessore regionale Roccisano si e' appellata ai sindaci affinche' affianchino i lavoratori a rischio. Come si diceva non i soli tentativi di disimpegno del Governo, servono risposte sul porto di Gioia Tauro e su una viabilita' sempre piu' a limite e soprattutto decidere cosa si vuole fare di questa regione: petrolio e/o turismo. In conclusione nella nota inviata i sindacati rivolgono un forte appello alla delegazione parlamentare calabrese, affinche' si recuperi l' attenzione per la Calabria. Lunedi' 30 novembre sono previste manifestazioni a Cosenza, Crotone e Villa San Giovanni. Il sindacato USB ha fatto sapere che sabato manifestera' presso l' aeroporto di Lamezia.

 
      Tell A Friend

     A CASTROVILLARI, PER L?IMMACOLATA E' " TIMPI I CANTINI " et  at:  27/11/2015  

A CASTROVILLARI, PER L’IMMACOLATA E'  " TIMPI I CANTINI " - Dopo il successo della prima edizione di " Timpi i Cantini " gli organizzatori hanno gia' approntato la successiva che si terra' dal 5 all' otto dicembre a Castrovillari per ricordare il ruolo di questi ambienti come luoghi di ritrovo, ma anche  dove, per rifocillarsi, si degustavano vini e pietanze povere, oggi primizie di quella semplice dieta mediterranea ormai famosa in tutto il mondo.  L’iniziativa è organizzata nei vicoletti dell’ex Vescovado tra l’antico rione Civita dall’associazione culturale “Aldo Schettini” con il patrocinio del Comune.  La quattro giorni sarà caratterizzata anche da tornei di carte napoletane (come si giocava, passando il tempo, un volta…nelle cantine), mercatini di prodotti artigianali natalizi e, nel giorno dell’Immacolata dove per consuetudine e storia si assaggia il vino “novello”, da un concorso per individuare il miglior vitigno del territorio.  “La valorizzazione dei prodotti tipici - spiega il presidente del sodalizio, Carmine Martino- ripropone le specialità che caratterizzano le nostre Aree tra usi e costumi, espressione di una tradizione e cultura rurale le quali sono , ancora oggi,  il valore aggiunto alle nostre vocazioni che, con le tante risorse naturali storiche ed architettoniche, rappresentano l’intramontabile offerta turistica calabrese”. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI/GIORNATA MONDIALE DEL MINORE et  at:  27/11/2015  

Castrovillari/Giornata Mondiale del Minore- Sfruttamento Minorile, abusi, tratta dei minori. Il Centro Studi " Oltre la Difesa " e  il " Centro Studi e Ricerche EUNOMIA ",  con il Comune di Castrovillari, con il Garante per l' Infanzia e l' Adolescenza e gli illustri relatori hanno tenuto " La Giornata Mondiale del Minore ". Per il terzo anno l' associazione Centro Studi " Oltre La Difesa " che da due anni collabora attivamente con Eunomia, ha voluto accendere i riflettori su temi portati nelle scuole con il progetto SOS Minori, percorso iniziato partendo dalla regola come norma dell’agire, ad arrivare al valore della regola come educazione emotiva, collante di relazione e di legame tra le persone. Da questo percorso gli studenti hanno sviluppato una propria consapevolezza dei valori contenuti nella Costituzione Italiana, prova i lavori realizzati, dalle poesie, ai corti agli articoli sul tema dei diritti negati e/o violati. I ragazzi hanno dimostrato sensibilità e desiderio di cambiamento, tema dominante negli elaborati il bullismo nelle sue varie forme. Temi ripresi dai presidenti dei due centri durante il convegno e approfonditi dai relatori dr. D. Cortese, Primario SERT di Castrovillari, focalizzata sulle patologie delle devianze giovanili legate allo sfruttamento psichico, alla disattenzione che sfocia in veri e propri atti di violenza passando dal ruolo del “bambino minaccioso al bambino minacciato”; dr. Carmen Ciarcia Magistrato, “aspetti sociali e culturali dello sfruttamento minorile attingendo non solo da casi concreti ma anche dall’antologia storica della letteratura citando “Verga”. La consigliera UNICEF avv. M.G. Irene Fusca che ha riportato i dati del Rapporto Unicef 2014 sulla condizione dell’infanzia nel mondo, soffermandosi sul dato emerso anche dall’ultima “ricerca portata avanti da “Save the Cildren” della crescente povertà nelle famiglie e di abbandono, non solo fisico ma educativo, del minori nella nostra Calabria. L’intervento di sua eccellenza Mons. Savino che ha parlato de: “L’ etica della responsabilità partendo dall’ecologia culturale dell’uomo arrivando al principio fondamentale che la realtà dev’essere più forte dell’idea richiamando a questo proposito l’enciclica papale Laudato sii”. Così come l’intervento dell’avv. Roberto Laghi, Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Castrovillari che si è soffermato,  sulla mancanza di tempo e di dialogo tra genitori e figli e del ruolo latente dei servizi sociali, al Sindaco di Castrovillari Avv. Domenico Lo Polito che ha fatto riferimento alla globalizzazione concentrata sull’ economia ma dimentica la dignità e il diritto del minore”.  “sfruttamento minorile – diritti negati” tutti concordi nel sottolineare che il male del secolo è la disattenzione e lo sfruttamento psichico del minore e da qui l’importante ruolo delle istituzioni e del mondo dell’associazionismo di convergere nell’unico obiettivo, la tutela del minore. : Argomenti che i centri non prescriveranno nell’arco di un progetto e della giornata Mondiale, tant’è che il nuovo viaggio proposto alle scuole potrebbe destare una certa sorpresa nella società odierna, dove ogni sforzo, nei campi di ricerca, è orientato a liberare dalle paure varie “ Il CORAGGIO DI AVERE PAURA”. Viaggio che parte da un messaggio cristiano, all’individuazione di ciò che può favorire l’incontro, l’amicizia, l’IO che si libera dalla paura della difficoltà della vita e dei sensi di colpa. E’ questo l’obiettivo che i Centri Studi organizzatori a successo dei lavori messi in essere dai ragazzi e dalle classi che hanno aderito al progetto, e dall’altruismo dimostrato nell’elargire la somma donata dagli sponsor che hanno sostenuto il progetto, all’Unicef, si prefiggono ancora una volta, " l’individuo … minore come centro ". La tutela deve iniziare con il dare dignità ad ogni individuo. Bersaglio del Progetto è esteriorizzare ciò che è interiore, la maggior parte dei gruppi accetta senza difesa le massime del mondo a livello della loro vita sociale, anche se ciascuno tenta di resistere nel segreto del proprio cuore. E poiché l’agire passa attraverso  l’individuo, la scuola non può limitarsi solo a dare un metodo ma deve formare la mente a non accettare tacitamente questa o quell’opinione ed è per questo che insieme quest’anno proveremo a definire il nostro “Diritto” FIRMATO l Presidenti Avv. Adriana Patrizia Chiaromonte            Dott.ssa Tina Zaccato

 
      Tell A Friend

     LA GRANDE GUERRA. FRAMMENTI DI STORIA DAGLI ARCHIVI PRIVATI DI CASTROVILLARI. INAUGURAZIONE IL 28 NOVEMBRE PRESSO LA GALLERIA D' ARTE " IL COSCILE " - MOSTRA DOCUMENTARIA A CURA DI GIANLUIGI TROMBETTI et  at:  26/11/2015  

La Grande Guerra. Frammenti di  Storia dagli archivi privati di Castrovillari. Inaugurazione il 28 novembre presso la galleria d' arte " Il Coscile " -  Mostra documentaria a cura di Gianluigi Trombetti. Nel corso di questo  anno, primo centenario dell' entrata in guerra dell' Italia, il 24 maggio 1915, numerose sono state le iniziative volte a ricordare questo evento, eroico per molti versi,  ma anche tragico per i molti episodi negativi, talvolta riconducibili alla protervia e incapacita' di parte dello Stato Maggiore delle Forze Armate italiane. Dopo la grande mostra allestita nel Castello Aragonese di Castrovillari, che ha trattato l’argomento  dal punto di vista storico in generale,  mi sono tornati in mente i numerosi documenti e oggetti incontrati in archivi privati, nel corso delle mie ricerche riguardanti altri avvenimenti, come la grande Mostra sull’Unità d’Italia del 2011. Documenti, quindi, di stretta pertinenza familiare, ma che svelavano un aspetto della Grande Guerra più intimo, vissuto tra i patimenti e le preoccupazioni  per un congiunto al fronte, cosa che traspare dalla corrispondenza, naturalmente edulcorata dalla censura militare, e dalle rare foto spedite in famiglia dai  soldati irrigiditi nelle loro divise. Due di queste lettere, provenienti dall’archivio di Mimmo Bellizzi,  riguardanti il nonno Domenico, fratello di Don Peppino Bellizzi, ci testimoniano momenti particolarmente tragici, come l’affondamento del piroscafo “Romania” nell’aprile del 1918, al quale Menico Bellizzi sopravvisse pur essendo stato in balia delle onde per molto tempo. L’altra lettera, indirizzata alla famiglia di Antonio Battaglia, ne racconta le ultime ore di vita dopo che era stato gravemente ferito nella riconquista del colle Lemerle. La mostra raccoglie ancora una nutrita serie di cartoline illustrate spedite sia “dal” che “al” fronte, in cui si tocca con mano la forte retorica che ammantava il conflitto, specchio di una nazione ancora provinciale che i denigratori del tempo bollavano col nome di “Italietta”. Interessanti sono anche le cartoline satiriche contro l’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe,  “Cecco Peppe”  per gli Italiani. Ancora, sono presenti dei santini, stampati appositamente per i soldati, che venivano distribuiti a piene mani dai Cappellani Militari e dei piccoli pacchettini di tela destinati ad essere cuciti all’interno della divisa, col compito di deviare le pallottole nemiche. Uno di essi recita infatti: “Ferma!... il cuore di Gesù è con me”. Una sezione è dedicata alla Scuola… in Guerra, con quaderni e libri dalle copertine illustrate con momenti di gloria e protagonisti illustri e un’altra a riviste e giornali, anche francesi, che servivano ad informare chi aspettava notizie sull’andamento del conflitto. Oggetti particolari sono poi i vasi  realizzati dai sodati- artigiani, utilizzando i bossoli dei proiettili di grosso calibro. Alcune foto sono state scattate direttamente al fronte con pezzi di artiglieria pronta all’azione e altre sono dedicate alla messa solenne che si tenne nella Chiesa di San Francesco per celebrare la Vittoria e all’inaugurazione del Parco della Rimembranza e del Monumento ai Caduti , entrambi creati per ricordare i 121  castrovillaresi morti per la patria. Una  mostra, questa, voluta non tanto per celebrare l’avvenimento ma per ricordare  uomini che forse non si erano mai allontanati da casa e che a casa, in gran parte, non sono tornati neanche da morti. Si vuole, infine, ringraziare le persone che hanno permesso con grande affetto la realizzazione della mostra: Signori.Ester Alois, Teresa Gallo, Micaela Salerni, Tatiana e Vera Schwarz, Mariolina Natale, Mimmo Bellizzi ,Giovanni De Marco, Rocco Russo, Giuseppe Maradei e Mimmo Sancineto per la  collaborazione e l’ospitalità. Gianluigi Trombetti  Curatore della Mostra  

 
      Tell A Friend

     ALL' AUDITORIUM DI MORANO CALABRO, DOMENICA 29 NOVEMBRE ALLE 18,30, TERZO APPUNTAMENTO CON LA STAGIONE DI TEATROMUSICA 2015-2016, INTERAMENTE DEDICATA AL FASCINO DELLA CITTA' DI NAPOLI et  at:  26/11/2015  

MORANO CALABRO – All' auditorium di Morano Calabro, domenica 29 novembre alle 18,30, terzo appuntamento con la Stagione di TeatroMusica 2015-2016, interamente dedicata al fascino della citta' di Napoli. In scena la commedia de " La Smorfia Teatro " dal titolo:  " Non vi resta che ... ridere - Viaggio di sola andata da Bari a Napoli, in 2 parti ". Cosi' l' autore e regista Silvano Picerno presenta lo spettacolo: " A chi si deve ispirare una compagnia teatrale pugliese che vuole fare teatro comico e brillante? Da questa difficile domanda parte il «viaggio» di sola andata da Bari a Napoli alla ricerca di una propria identità teatrale. Tanti i possibili collegamenti con la città partenopea e i suoi più grandi esponenti: da Eduardo a Totò, passando per Troisi ... Ma quale il collegamento con la Puglia? Forse Domenico Modugno? O forse il rapporto tra Pulcinella e Don Pancrazio Cucuzziello, le due maschere della Commedia dell’Arte che condivisero i palcoscenici dell’Italia Meridionale? E in questo percorso tortuoso, fatto di spassosi litigi fra attori e regista, tipici di ogni compagnia teatrale, spunteranno nuove idee e si proveranno a mettere in scena diversi stili teatrali, mescolando le lingue e i dialetti, per trovare la strada giusta verso la comicità". Sulla scena con Silvano Picerno ci saranno Leo Coviello e Giorgio Zuccaro.  “TeatroMusica”, sotto la direzione artistica di Franco Guaragna, è il risultato dell’incessante e proficuo lavoro del gruppo teatrale L’Allegra Ribalta, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune, l’Orchestra di Fiati di Morano, la Regione e la Provincia di Cosenza, il Parco Nazionale del Pollino 

 
      Tell A Friend

     " I COLORI D' ARBËRIA ", MOSTRA DELL' ARTISTA FRANCESCO SENISE, INAUGURAZIONE DOMENICA 29 NOVEMBRE PER L' OCCASIONE SARA' PRESENTE L' AMBASCIATORE DELLA REPUBBLICA D' ALBANIA IN ITALIA, NERITAN CEKA et  at:  26/11/2015  

" I colori d' Arbëria ", mostra dell' artista Francesco Senise, inaugurazione domenica 29 novembre per l' occasione sara' presente l' Ambasciatore della Repubblica d' Albania in Italia, Neritan Ceka - I colori d' Arbëria, mostra dell' artista Francesco Senise, particolare ed interessante per il messaggio che lancia dal Territorio del Pollino sul ruolo dell' appartenenza, sara' inaugurata  domenica 29 novembre, alle ore 17,30 nella sala delle arti del Protoconvento Francescano di Castrovillari, restando a disposizione  di quanti vorranno visitarla sino al prossimo 8 dicembre.  Lo rende noto l’Assessore alla Cultura e Vice sindaco di Castrovillari, Angela Lo Passo, che interverrà al programmato scambio di contributi, richiamando la valenza culturale della manifestazione tra tradizione arbëreshe e Territorio , da secoli arricchito da questo inestimabile valore aggiunto. Per l’occasione sarà presente l’Ambasciatore della Repubblica d’Albania in Italia, Neritan Ceka,  che sottolineerà l’evento insieme alla docente Anna Letizia Candelise, all’artista curatore dell’esposizione ed ai Sindaci e agli Assessori alla Cultura di Firmo, Lungro, Acquaformosa, San Basile, Frascineto, Civita e Spezzano Albanese. Porgeranno, invece, i saluti agli ospiti ed a quanti saranno presenti, i Sindaci di Castrovillari  e Lungro ( quest’ultimo perché sede di Eparchia e paese natale di Senise), rispettivamente Domenico Lo Polito e Giuseppino Santoianni, oltre al presidente dell’Ente Parco del Pollino, Domenico Pappaterra.  La manifestazione, patrocinata dall’Ambasciata della Repubblica di Albania in Italia e dall’Amministrazione comunale del capoluogo del Pollino, verrà moderata da Ines Ferrante, presidente dell’Associazione “Mystica Calabria”. Un momento che rafforzerà legami culturali ed etnici, rilanciando  tutto ciò che gli uomini e donne hanno saputo tramandare, con amore e dedizione, nei secoli, consapevoli  del ruolo fondante che hanno le proprie radici e la propria identità per l’integrazione e la crescita sinergica delle comunità.  L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     TARTUFO DEL POLLINO, FIRMATO PROTOCOLLO D' INTESA PER LA VALORIZZAZIONE et  at:  25/11/2015  

Siglato importante protocollo d' intesa per la valorizzazione del Tartufo del Pollino. Nella Giornata del 24 e' stato siglato dai rispettivi Presidenti un protocollo d’intesa tra l’Accademia delle tradizioni enogastronomiche di Calabria e l' Accademia del Tartufo del Pollino. E' stato sottoscritto nella giornata del 24 cm un protocollo d' intesa tra l' Accademia delle tradizioni enogastronomiche di Calabria e la neonata Accademia del tartufo del Pollino, continua così l'attività dell'ente che opera con riconoscimento regionale, finalizzata a valorizzare quelle che sono le risorse enogastronomiche di questa regione, alcune volte sconosciute. Afferma Giorgio Durante Presidente dell’ATEC “ dobbiamo dar merito agli  attivi fondatori dell’Accademia del Tartufo del Pollino, ed al Presidente Pierfrancesco Rocca di aver individuato e studiato questo prezioso tubero che fino ad oggi in Calabria era materia di pochi cultori e cercatori”. Insomma una bella scoperta  da valorizzare, anche ad integrazione del reddito del territorio dove il Tartufo nasce, e cioè nell’incontaminato  comprensorio del Pollino.  Superfluo sottolineare che il tartufo rappresenta quando di più pregiato possa offrire la gastronomia calabrese. Dice bene Rocca quando afferma che “questa risorsa alimenta un mercato del tartufo sconosciuto ufficialmente e che molto spesso il nostro tubero del Pollino viene acquistato da operatori del nord per poi essere diversamente targato”. la valorizzazione di questa eccellenza di Calabria, fa parte di un patrimonio enogastronomico che può essere a ben vedere primario fattore di sviluppo. Bianco o nero e la sua caratterizzazione legata al territorio sarà argomento di approfondimento in una serata prevista per il 19 dicembre alle ore 18.00 presso l’Enoteca Regionale nel centro storico di Cosenza, per la presentazione ufficiale  dell’Accademia del Tartufo del Pollino. UFFICIO STAMPA ACCADEMIA DELLE TRADIZIONI ENOGASTRONOMICHE DI CALABRIA

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, A LAVORO LA I COMMISSIONE CONSILIARE SULL? ASSESTAMENTO DI BILANCIO, ARGOMENTO CHE VERR'? TRATTATO NEL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE et  at:  24/11/2015  

Castrovillari, a lavoro la I Commissione consiliare sull' assestamento di bilancio, argomento che verra' trattato nel prossimo consiglio comunale. Riunita la Prima commissione consiliare un primo momento di confronto, approfondimento e conoscenza del documento contabile su cui l' Assessore al Bilancio, Giovanna Leonetti, ha relazionato rappresentando, tra l' altro, la scelta dell' Amministrazione di convogliare risorse verso i servizi sociali e l’istruzione, nonostante l’ulteriore ridimensionamento delle risorse che provengono dal governo centrale. La Prima commissione consiliare, e’ presieduta da Francesca Dorato e  costituita dai consiglieri  Maria Silella, e Nicola Di Gerio per la maggioranza,  Giuseppe Santagada e Francesco Battaglia per la minoranza. Tra i punti affrontati anche le varie problematiche legate all’area Pip.

 
      Tell A Friend

     " RICORDANDO LA GRANDE GUERRA: POETI E SCRITTORI IN TRINCEA ", DA UN?IDEA DELL?AVV. GAETANO BLOISE IN COLLABORAZIONE CON L' ASSOCIAZIONE MYSTICA CALABRIA, DOMENICA 29 NOVEMBRE E IL 6 DICEMBRE et  at:  24/11/2015  

Castrovillari - " Ricordando la Grande Guerra: poeti e scrittori in trincea ", da un’idea dell’avv. Gaetano Bloise in collaborazione con l' associazione Mystica Calabria, domenica 29 novembre e  il 6 dicembre -  Ancora un altro interessante evento al Lilù Caffè letterario che, con l’associazione culturale Mystica Calabria ha organizzato " Ricordando la Grande Guerra: poeti e scrittori in trincea ". Nato da un’idea dell’avv. Gaetano Bloise, l'iniziativa è strutturata in due incontri letterari curati dallo stesso Bloise, dalla prof.ssa Ines Ferrante e dalla prof.ssa Milena Filomia, con il coinvolgimento e la partecipazione di intellettuali, docenti  e alunni di alcuni istituti scolastici superiori della città di Castrovillari. Domenica 29 Novembre alle ore 17.00 l'attenzione sarà rivolta ai capolavori mondiali di autori come Ungaretti, Montale, Alvaro, Lussu, Marinetti, Salsa, Gadda, Rebora, sullo sfondo di un lavoro multimediale dal titolo "I poeti e la Grande Guerra" realizzato dagli alunni del Liceo scientifico "E. Mattei" di Castrovillari. Interverranno l'avv. Gaetano Bloise e la prof.ssa Milena Filomia e leggeranno Luciano Maiorano, Giulia Purcigliotti, Antonella Salerni e Angela Micieli che porrà all'attenzione del pubblico il toccante libro "Generazione perduta" di Vera Brittain, e gli alunni del Mattei, Angela Alessandria, Riccardo Campanella, Carmen Di Leo, Francesca Fattorusso, Giuseppe Gaetani e Rita Varcasia.  «Sono le opere sia di interventisti che di poeti che la guerra l'hanno subita come esperienza diretta » - commenta la prof.ssa Milena Filomia,  un ricordo vibrante di emozioni che riguarderà anche i cosiddetti "ragazzi del '99".  Domenica 6 Dicembre alle ore 18.00 l'incontro sarà dedicato alle "Lettere dalla trincea" con gli interventi della prof.ssa Ines Ferrante, del prof. Luigi Blotta, curatore altresì di un lavoro storico sull'alimentazione in trincea e di Claudia Rende autrice del libro“Solstizio sul Piave – Ettore Manes, ritratto di un eroe”- edito da Arte26. Le commoventi letture saranno a cura degli alunni dell'IPSSAR "Karol Wojtyla" di Castrovillari, Gloria Malagrino e Noemi Valente e degli alunni delle Classi Quinte dell'Ipsia "L. Da Vinci" di Castrovillari, Ivana Trimani, Katia Pugliese e  Marica Donadio, queste ultime coordinate dalle prof.sse Teresa Filomia e Francesca Raffa. Durante gli incontri verrà esposta al Caffè letterario la collezione di cartoline reggimentali dell'epoca. E' un'occasione per non dimenticare gli eventi della prima guerra mondiale, la commemorazione di un drammatico evento storico che può diventare un momento di comprensione di ciò che è accaduto e di riflessione sul conflitto visto dai soldati in prima linea, sulla loro vita in trincea, sugli eventi del presente e sulla contemporaneità. Gli incontri vogliono avvicinare le nuove generazioni di alunni alla conoscenza della letteratura del Novecento, focalizzando l'attenzione sulla dimensione della vita quotidiana di tutte quelle persone che abitualmente non compaiono nella storia ufficiale, soldati semplici, operai, donne, ecclesiastici, di chi, quasi sempre, è escluso dalle decisioni importanti dello Stato, ma che da queste decisioni viene travolto al punto di dover completamente mutare il proprio stile di vita testimoniato dagli scritti che sono, altresì,  patrimonio collettivo dell'umanità.

 
      Tell A Friend

     SAN LORENZO DEL VALLO: I CONVEGNO PER CONTRASTARE LA VIOLENZA DI GENERE NELLA " GIORNATA PER L?ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE " et  at:  24/11/2015  

San Lorenzo del Vallo: I Convegno per contrastare la violenza di genere nella " Giornata per l’Eliminazione della violenza contro le donne " - L’ amministrazione comunale di San Lorenzo del Vallo organizza il I Convegno per contrastare la violenza di genere nella " Giornata per l’Eliminazione della violenza contro le donne ". La manifestazione, che si terrà giorno 25 Novembre, alle ore 17:00, presso il Teatro  dell’ Istituto " Mattia Preti " in San Lorenzo del Vallo, è stata preceduta da  una fase preparatoria di sensibilizzazione delle scuole, attraverso un concorso artistico teso a valorizzare giovani talenti, a promuovere nuove idee di rappresentazione del problema della “violenza di genere”, suggerendo, tuttavia, anche una visione alternativa di bellezza e di luce della figura femminile, così da sottolinearne i valori e le prerogative familiari e sociali. L’evento si avvale del supporto e della collaborazione in Rete -e non- di istituzioni e figure professionali del territorio di riferimento, che operano anche nel Comune di Castrovillari. Interverranno per l’occasione Vincenzo RIMOLI, sindaco di S. Lorenzo del Vallo, dott.ssa Mariangelica STAMATO, assessore alla Sanità, Servizi Sociali, Personale e Pubblica Istruzione del Comune di S. Lorenzo del Vallo, ideatrice dell’evento, dott.ssa Rosa CERCHIARA, psicologa SERT di Castrovillari, Mariagrazia DE CASTRO, scrittrice, della quale sarà presentato il libro “Donne maledette”, Milena Edizioni. Coordinerà i lavori la dott.ssa Lorena MARTUFI, specialista in Comunicazione e Gestione dei Patrimoni della Cultura. Le letture interpretative sono affidate a Filomena Minella BLOISE. La partecipazione di docenti e studenti ha riguardato l’ Istituto Comprensivo "Mattia Preti", con scuola elementare e media inferiore, ubicato in  Via Piave a San Lorenzo del Vallo e diretto dal D.S. prof.ssa Marisa VELTRI. Saranno presenti alla manifestazione la Responsabile Scuola Secondaria di I grado, prof.ssa Raffaella PACELLO, la Responsabile della Scuola Elementare, prof.ssa Roberta RIGONI, nonché le Responsabili della Scuola Elementare Fedula, nelle persone delle docenti Francesca MAZZOTTA e Fernanda QUARTA. Inoltre, Sarà proiettato un Video sul tema della Giornata, realizzato dagli alunni della Classe V, guidati dalla Prof.ssa Maria DE FILIPPO. Francisco GARDEN, artista-scultore di San Lorenzo del Vallo, presenterà le opere che verranno omaggiate ai relatori. Alcuni studenti interverranno anche nella lettura di poesie dedicate all’argomento, di cui si vuole illustrare la complessità, senza troppo appesantire l’uditorio, onde sperare di voler incidere più vivamente sul livello di consapevolezza del fenomeno della violenza di genere e contrastarne la negatività con la collaborazione di tutta la società civile. Da Segreteria Comunicazione Evento

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - PREMIAZIONE DEL CONCORSO FOTOGRAFICO " I COLORI DEL MONDO " et  at:  23/11/2015  

Castrovillari - Premiazione del concorso fotografico " I colori del mondo " - Si e' svolta domenica 22 novembre sul palcoscenico del Teatro Sybaris di Castrovillari la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso fotografico " I colori del mondo-premio Barbara Malomo ". Istituito dal gruppo folklorico Citta' di Castrovillari e legato all' Estate Internazionale del Folklore, la seconda edizione del concorso ha visto la partecipazione dei fotografi del territorio, Giuseppe Iazzolino, Gianni De Marco, Alberto Di Mare, Francesco Ottato, Frabrizio Burreci, Francesca Malfitani, Antonio Laurito, Gianluca Mastrascusa, Francesco Musmanno Mimmo Filomia e Pietro Sallorenzo, i cui scatti sono stati esposti in un'incantevole mostra che ha celebrato i momenti più belli del manifestazione folklorica.  A presentare la serata Carlo Catucci, coadiuvato dagli straordinari editing di Azzurra Catucci. Dopo i saluti istituzionali del vicesindaco e assessore alla Cultura prof.ssa Angela Lo Passo e del presidente del Guppo Folklorico Antonio Notaro, dopo gli interventi della Commissione di Giuria, nominata dall'associazione culturale Mystica Calabria, ideatrice e promotrice della mostra e dello stesso concorso, composta da Fabio Malomo, Salvatore Dessì, Melania Milanese, Carlo Maradei, Angelo Filomia e Silvia Moschiano,  dopo la consegna degli attestati di partecipazione, sono stati premiati nell'ordine: Francesca Malfitani(3°classificato), Fabrizio Burreci (2° classificato)  e Francesco Musmanno (1° classificato). Le loro fotografie, risultate vincitrici,hanno catturato l'attenzione per il dinamismo cromatico, per la freschezza delle azioni riprese, per l'eleganza dei soggetti, per gli effetti di luce ed ombre, per il perfetto equilibrio tra emozione e abilità fotografica. Ad arricchire la cerimonia le performance artistiche  delle danzatrici di C.E.A. diretta da Tilde e Daniele Nocera, le letture in vernacolo castrovillarese di Mena Filpo, l'esibizione del gruppo folklorico Città di Castrovillari. Antonio Notaro,  soddisfatto dell'intenso lavorio svolto e del sorprendente successo della 30ma Estate internazionale del Folklore e del Premio fotografico, ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito ai risultati ottenuti finora e, anche in questa occasione, ha ricordato l'indimenticabile Barbara e ha salutato la famiglia Malomo presente in platea.

 
      Tell A Friend

     PROVINCIA/ECONOMIA. IL RAPPORTO ANNUALE SULL' ECONOMIA LOCALE REALIZZATO DALL' ISTITUTO DEMOSKOPIKA PER CONTO DELLA BCC MEDIOCRATI et  at:  23/11/2015  

Provincia/Economia. Il rapporto annuale sull' economia locale realizzato dall' Istituto Demoskopika per conto della BCC Mediocrati. La maggior parte degli imprenditori possiede un livello di istruzione medio-alto. Ben 9 soggetti attivi su 10 non fanno parte di alcuna rete di impresa. Significativa la fetta dei giovani capi d' azienda che alimenta il proprio know-how. Ancora poco significativo l' impiego del world wide web e degli strumenti social per fare impresa. E' quanto emerge dal consueto rapporto annuale BCC Mediocrati - Demoskopika sull' andamento dell’economia locale.  Giovane, preferibilmente laureato, con una buona conoscenza del settore di attività, predisposto al rischio, decisionista, creativo e consapevole dell’importanza della formazione sua e del personale per “stare” sul mercato. è questo l’identikit dell’imprenditore che comincia a segnare il passo del mercato economico locale per uscire dalla crisi, che cerca di fare breccia su un’offerta imprenditoriale attualmente ancorata a strategie tradizionali e poco predisposta ad aggregarsi: scarsa conoscenza delle lingue,  insignificanti investimenti in ricerca e sviluppo, poca voglia di innovare e di fare rete, utilizzo ancora insufficiente di internet e dei canali social per penetrare nuovi mercati. Sul versante del clima di fiducia, migliora il sentiment degli imprenditori per il prossimo anno. è il quadro che emerge dal consueto rapporto annuale sull’economia locale realizzato dall’Istituto Demoskopika per conto della Banca di Credito Cooperativo Mediocrati.  «Molte indagini sul fenomeno imprenditoriale – dichiara il presidente della Banca di Credito Cooperativo Mediocrati, Nicola Paldino - hanno evidenziato come il livello di istruzione e formazione degli imprenditori rappresenti una variabile rilevante,  con effetti significativi sui risultati conseguiti dalle imprese stesse in termini di probabilità di sopravvivenza, crescita del fatturato, dell’occupazione, profittabilità, propensione all’innovazione  e valorizzazione del capitale umano. Ciò ovviamente – precisa Nicola Paldino - non significa che per essere oggi un buon imprenditore sia necessario avere una laurea o un diploma, ma che, a parità di esperienza un imprenditore laureato o diplomato raggiunge migliori risultati di uno con un basso livello di istruzione. In questo scenario l’innalzamento del livello della formazione di tipo formale di chi fa impresa è dunque di per sé un obiettivo auspicabile. Ancora più importante è che a ciò si aggiunga una maggiore attenzione per la formazione imprenditoriale, a tutti i livelli di istruzione, - conclude Nicola Paldino - al fine di potenziare sia le attitudini che le competenze legate all’imprenditorialità». «L’importanza di puntare su un capitale umano di livello, - commenta il direttore dell’Istituto Demoskopika, Nino Floro - muove dalla consapevolezza che un bagaglio di conoscenze inadeguato produce effetti distorsivi, intrappolando in un circuito vizioso i soggetti le cui decisioni hanno un peso elevato nel governare e orientare i processi di allocazione delle risorse aziendali. I potenziali effetti distorsivi e il costo di decisioni inadeguate aumentano, infatti, con la quantità di risorse governate dal decisore.  Ridotti livelli di qualificazione di chi ha responsabilità di governo dell’impresa – conclude Nino Floro -  si traducono, inevitabilmente, in un basso profilo della domanda di capitale umano e di conoscenza, che a sua volta genera ridotti rendimenti dell’istruzione e, quindi, minori incentivi ad investire nello stesso capitale umano».  La top three di chi imprende: temerario, decisionista e creativo.  Per comprendere le principali caratteristiche presenti negli imprenditori locali, agli intervistati è stato chiesto di individuare quale tratto personale dovrebbe possedere, a loro giudizio, un imprenditore tra una lista di 10 personal traits ritenuti più comuni dagli studiosi. In testa con lo stesso grado di importanza gli imprenditori indicano la propensione al rischio con il 45,5%, e la capacità decisionale 43,3%, seguiti non molto distante dalla creatività, qualità questa indicata da oltre un terzo del campione, il 36,6%.  L’indicazione della creatività come uno dei principali tratti personali è significativa, considerando che gli intervistati operano in settori tradizionali e che essa è solitamente riconosciuta una tipica caratteristica degli imprenditori italiani che consente di bilanciare, almeno in parte, altre carenze comportamentali degli imprenditori.  Meno significative le indicazioni riguardanti la predisposizione al cambiamento (29,8%) e i rapporti umani (28,9%) e l’autodeterminazione (27,5%).  Competenze: conoscenza del settore prioritaria per il 79,5% degli imprenditori.  Ben 8 soggetti intervistati su 10 scelgono la profonda conoscenza del settore in cui operano quale competenza prioritaria da possedere. Tale risultato si può definire come aderente alle attese poiché, gli imprenditori locali, operano principalmente in settori tradizionali e in mercati poco dinamici; di contro sembrano avere meno competenze manageriali (23,6%), di marketing (16,2%) o ancora attitudini nel lavorare in team (19,7%), conoscenze tecniche e tecnologiche (15,6%) e di misurazione del rischio (15%).  Infine, i soggetti intervistati dichiarano di essere ancora meno preparati nel campo dell’information technology (6,4%), e in materia di finanza (9,1%) oltre che non possedere grandi capacità analitiche (8%) e attitudini nella risoluzione dei conflitti (9,3%).  Istruzione: prevalgono i “capi d’azienda” con un livello medio-alto. Oltre l’80% degli imprenditori cosentini presenta un livello di istruzione medio-alto, di questi la maggioranza, il 52,9%, ha conseguito un diploma di scuola media superiore e il 28,7% possiede un titolo universitario, (laurea breve 4,5%,  laurea magistrale 23,1%, specializzazione post laurea, dottorato, master 1,3%), gli imprenditori con un basso livello di istruzione, con licenza elementare (5,8%) o di media inferiore (12,6%) rappresentano la quota minore, il 18,4%. Formazione manageriale: le giovani leve più “sensibili” a migliorare il proprio know-how. Dall’indagine Bcc Mediocrati - Demoskopika è emerso che oltre ad un medio-alto tasso di scolarità, una percentuale non trascurabile di imprenditori cosentini presenta anche un’elevata propensione allo studio e alla formazione riconoscendo che una preparazione adeguata costituisce un presupposto essenziale per mantenere elevati i livelli di competitività aziendale. Oltre il 30% del campione ha dichiarato di aver svolto negli ultimi tre anni, attività formative manageriali, di gestione e amministrazione di impresa, fra questi la maggiore parte, il 18,9%, ha partecipato a più di un evento formativo, il 12,4% soltanto ad uno. Da rilevare tuttavia, sul fronte opposto, che il numero più consistente degli imprenditori intervistati, il 68,7%, non ha svolto alcuna attività formativa diretta ad accrescere le proprie competenze e conoscenze in materia di gestione d’impresa.  Ad evidenziare una maggiore attenzione  per la formazione imprenditoriale e  per la propensione all’ampliamento del proprio bagaglio di conoscenze e competenze in materia di gestione e amministrazione di impresa sono principalmente gli imprenditori più giovani (43,8%) rispetto ai più anziani (19,8%) e i soggetti in  possesso di un più elevato livello di istruzione (il 46,7% vs il 14,3% del livello basso).  Formazione linguistica: non passa la “straniera”. Per l’84,8% degli imprenditori, la conoscenza di un lingua diversa da quella natale, è cosa assai rara: il 42,4% non ha alcun tipo di conoscenza linguistica, una percentuale analoga, ha una competenza prevalentemente scolastica di una o più lingua straniera; solo il 13,1% dichiara un buon livello parlato e scritto di almeno una, e appena il 2,1% ha la padronanza di più di un idioma. In coerenza alle attese, maggiori competenze linguistiche si riscontrano tra le classi di età più giovani e fra quanti hanno un più alto livello di istruzione (laurea e diploma), mentre sia a livello settoriale che di area il dato appare più omogeneo non rilevandosi differenze degne di nota.  Le “attenzioni” al personale: qualificazione realizzata da oltre un terzo delle imprese. Qual è il livello di importanza della formazione del personale per gli imprenditori? Ben il 35,8% ha svolto attività formative negli ultimi tre anni, mentre la gran parte del campione, non ne ha svolto alcuna (64,2%). Ad investire maggiormente sulla qualificazione del personale sono i soggetti con un più elevato livello di istruzione (il 48,6% contro il 20% dei soggetti con livello basso) e quelli operanti nel settore edile (53,1%), seguiti dagli imprenditori dei servizi (44,4%) e dell’agricoltura (40,3%), mentre una minore propensione viene manifestata dalle aziende industriali (29%) e commerciali (21%). Il 42,8%, in particolare, ha svolto attività formative riguardanti la cultura e la gestione d’impresa, dunque materie come il management, il marketing e la comunicazione. Investimenti in R&S: Calabria fanalino di coda. Le imprese italiane mostrano una modesta propensione all’investimento in ricerca e sviluppo, lo 0,7 per cento del Pil a fronte di una media Ue pari all’1,3 per cento). Un quadro poco confortante con la Calabria fanalino di coda. La gran parte della spesa per ricerca e sviluppo è concentrata nel nord del Paese (il 60,6% della spesa totale). In rapporto ai Pil regionali, le performance migliori sono quelle del Piemonte (1,94%), del Lazio (1,73%), in cui è dominante la quota di spesa investita dal settore pubblico e dalle università, e della provincia autonoma di Trento (1,71%). Rispetto all’intensità sul Pil della spesa del settore privato in R&S (escludendo l’attività del settore non profit), Piemonte (1,51%), Emilia-Romagna (1,09%) e Lombardia (0,94%) si collocano ai primi 3 posti. Al Sud invece sono le imprese campane (0,54% del Pil) ad investire maggiormente in attività di R&S. Le imprese della Calabria, al contrario, sono quelle che investono meno rispetto al Pil prodotto (0,01%). Dai dati dell’indagine, inoltre, emerge che negli ultimi cinque anni il 24,3% delle imprese ha realizzato almeno un’innovazione al proprio interno. tendenzialmente il livello di propensione all’innovazione risulta più elevato tra le imprese capitanate da imprenditori più giovani (27,7%) e con più elevati livelli di istruzione (32,3% del livello alto contro il  14,3% del livello basso), mentre secondo la classe dimensionale livelli maggiori si riscontrano tra le imprese più grandi e con un maggior numero di addetti (il 37,1% delle aziende piccole-medie a fronte del 12,1% della imprese senza addetti). Si conferma ancora una volta il dato dell’influenza positiva del livello di istruzione sulle performance dell’impresa, in questo caso sulla propensione all’innovazione che come appena rilevato è di gran  maggiore tra gli imprenditori più acculturati e con titolo di studio più elevati. Comunicazione: una impresa su due non ha ancora un sito. Va peggio per i social. Esistono ancora ampi margini di miglioramento per le attività di comunicazione on-line. Oltre la metà delle imprese intervistate, infatti, ben il 53,6% per l’esattezza, dichiara di non possedere ancora un sito internet.  Sorprende che non esistano grandi differenze tra imprenditori giovani e imprenditori meno giovani, mentre in linea con le attese, ad avere un sito internet sono in misura maggiore gli imprenditori con un più alto livello di istruzione (il 50,5% del livello alto contro il 31,4% del livello basso) e le imprese più grandi con un più elevato numero di addetti (il 64,9% delle aziende medio-piccole a fronte del 47,8% delle micro-aziende e del 30% delle aziende senza dipendenti). Va peggio per gli strumenti social utilizzati, come canale di comunicazione commerciale ed istituzionale, soltanto dal 33,3% del campione. Il social network più utilizzato è indubbiamente facebook (99,1%), meno utilizzati gli altri social: twitter (24%), linkedln (19,8%) e ancora più ridotte le percentuali di preferenza per myspace (9,3%) e google plus (3,6%). Associazionismo: per 9 imprenditori su 10 prevale il detto “meglio solo che…”. Non si può di certo affermare che tra le aziende vi sia una spiccata vocazione all’associazionismo. Poco meno del 90%, non fa parte o ha aderito ad alcuna forma di aggregazione, contro il 10,8% che, invece, risulta associata. Fra quest’ultime, in particolare, il 6,7% fa parte di strutture consortili e il 2,3% a sistemi distrettuali, molto ridotta e scarsamente rilevanti le percentuali di imprese associate in ATI (1,8%) o che hanno aderito a contratti di rete (1,2%). A livello settoriale spicca il dato delle imprese agricole con la più elevata percentuale di imprese associate (22,8%) principalmente in strutture consortili (15,8%) mentre rispetto alle altre variabili indagate non si rilevano differenze degne di nota.  La fiducia del “sistema Cosenza”: migliorano le aspettative per il prossimo anno. Nel 2015 prosegue il miglioramento dell’indice di fiducia generale che dopo il notevole incremento del 2014 (+21,1 punti) guadagna ancora 17,5 punti passando dal 62 al 79,5, il miglior risultato registrato dall’indicatore nei sette anni di rilevazione. Esso inverte la sua tendenza dopo un triennio di forte peggioramento che ha visto toccare nel 2013 il suo punto di minimo storico (40,9).  Secondo le previsioni formulate dagli operatori economici locali, dunque, la crisi economica, pur continuando anche per il prossimo anno, sarà meno intensa dell’anno precedente cedendo gradualmente il passo ad una inversione di tendenza segnata da piccoli segnali di miglioramento.   Entrando nel dettaglio, infatti, i singoli indicatori, pur se con diversa intensità segnano tutti una andamento positivo: investimenti (+23,6 punti), disponibilità di credito dimostrata dal sistema creditizio (+16,1 punti), occupazione (17,4 punti), fatturato e liquidità (+14,9 punti). Segnali di ripresa, infine, si registrano anche rispetto ai principali fattori del contesto macroeconomico anche se continuano a rappresentare gli aspetti più critici: le aspettative sull’andamento dell’economia regionale che, dopo i consistenti cali del biennio precedente, registrano un miglioramento di 23,4 punti e l’indice di fiducia sulla situazione del settore nel 2015 (+13,1 punti).

 
      Tell A Friend

     " UNA COSENZA D'ANTEPORRE ", OMAGGIO A DANTE ALIGHIERI. L' INIZIATIVA DAL 27 NOVEMBRE AL 18 DICEMBRE 2015 PRESSO LA BIBLIOTECA CIVICA et  at:  22/11/2015  

" Una Cosenza D'anteporre ",  omaggio a Dante Alighieri. L' iniziativa dal 27 novembre al 18 dicembre 2015 presso la Biblioteca Civica - Arte, poesia e musica per una Cosenza D' anteporre che celebra il 750mo anniversario della nascita di Dante Alighieri. L' associazione culturale " Cosenza Autentica " che opera per la tutela, la valorizzazione e la promozione del territorio, promuove nella splendida cornice della Biblioteca Civica di Cosenza un ricco e variegato contenitore di eventi culturali denominato "Una Cosenza D'anteporre", progetto artistico del dott. Giulio Melicchio al fine di ricordare i “750 anni dalla nascita del sommo poeta fiorentino e dei suoi versi immortali,  coadiuvato da Veronica Tierri per la  pregevole realizzazione grafica. L’iniziativa, dal 27 novembre al 18 dicembre 2015, è promossa in collaborazione con l'associazione culturale “Mystica Calabria”, ideatrice della mostra ed è patrocinata dagli enti pubblici territoriali quali la Provincia di Cosenza, il Comune – Assessorato alla Comunicazione e Marketing territoriale e la Biblioteca Civica di Cosenza, oltre ad essere sotto l’attenzione del Consiglio dei Ministri. Presso la prestigiosa biblioteca verrà allestita la collettiva d’arte contemporanea di ben 21 opere di artisti calabresi che si sono ispirati alle cantiche della Divina Commedia, dal suggestivo titolo dantesco “L’amor che move il sole e l’altre stelle”. L'esposizione, curata dalla prof.ssa Ines Ferrante con la consulenza critico-letteraria della prof.ssa Milena Filomia, sarà visitabile da lunedì a venerdì dalle ore 09.30 alle ore 12.00. Domenica 13 dicembre alle ore 20.30 presso il Teatro “A. Rendano” – sala “M. Quintieri” - l’ensemble barocca dell’ente “Cosenza Autentica” proporrà il concerto “Poesia e Musica: cantate del barocco italiano”; l’ingresso sarà libero e gratuito.

 
      Tell A Friend

First Page   Prev. Page   Next Page   Last Page   
Categories:

Archivio Notizie
parco del pollino



RSS Feed