Home
Gocce di storia!
Appuntamenti
Curiositą
Le associazioni
I paesi albanofoni
Il circondario
Il Pollino
Meteo
Bibliografia
Ricerca nel sito
Contattaci

www.castrovillari.info - Arte, storia, cultura, tradizione, informazione, della cittą di Castrovillari e del comprensorio
 

 


Castrovillari.info: Arte, storia, cultura, tradizioni, informazione, della cittą di Castrovillari e del comprensorio


 
Notizie Sport Immagini Forum Sondaggi

     SI E' CONCLUSA LA SECONDA EDIZIONE DELLA FIERA SOCIALE DEL LIBRO et  at:  23/02/2014  

Si e' conclusa la seconda edizione della Fiera Sociale del Libro  - A conclusione della II edizione della Fiera sociale del Libro di Castrovillari.  Una bellissima esperienza per centinaia di studenti e per gli ospiti intervenuti. Un incontro culturale ed emozionale, contro ogni mistificazione e ogni visione plastificata della realta'. La II edizione della Fiera sociale del Libro di Castrovillari si e' conclusa da poche ore, nel clima affettuoso, amichevole e allegro, con cui si era aperta, venerdì scorso, tra scambi di saluti fra ospiti e spettatori e con la certezza di poter dare continuita' e radici ancora piu' robuste a questa esperienza.  Va dunque in archivio la Fiera sociale e per il successo ottenuto bisogna anzitutto ringraziare gli ospiti eccezionali accorsi a Castrovillari – tutti, senza eccezioni; ma come non citare il Goffredo Fofi che non la smetteva di ringraziare e salutare con parole dolci come il miele dette da lui che diplomatico e in vena di piaggerie non è mai stato, o l’Eraldo Affinati preso d’assalto dalle scolaresche locali, perché è un grande scrittore dei nostri tempi e perché è uno che vive la realtà vera (e dura, quella della gente qualunque) e non le baggianate sanremesi o sguaiatezze simili, così di moda in questo periodo. Poi c’è stato l’impegno dell’Amministrazione comunale di Castrovillari, sempre accanto alla manifestazione, solerte e amichevole, attenta a tutte le sue esigenze, anche se i tempi sono difficili e tante cose si possono, per il momento, solo sognare: il sindaco Domenico Lo Polito, il consigliere delegato alla Pubblica istruzione Giuseppe Russo, l’assessore alla Attività produttive Nicola Di Gerio, il consigliere Armando Garofalo, per citare solo quelli che hanno direttamente contribuito alla realizzazione del progetto. Progetto che è andato in porto anche per l’intervento concreto operato dalla Gas Pollino che, anche su impulso del presidente Gerry Rubini, sostiene la cultura le buone idee. E poi ancora, bisogna ricordare tanto il lavoro profuso con generosità e senso della collaborazione dal gruppo impegnato nei compiti organizzativi, quanto il prezioso contributo offerto a vario titolo da Giampiero Brunetti (infaticabile e puntuale come al solito), Fabio Cesana (maestro di suoni e luci), Carlo Maradei e Chiara Trombetti.  Un grazie di cuore alla Penny Wirton e alle scuole di Castrovillari, ai dirigenti scolastici, ai docenti, agli studenti – evento nell’evento, per la loro capacità di emozionare, di dare vita e forma a ciò a cui prendono attivamente parte. Loro sono le scuole di frontiera, loro difendono i valori più profondi della nostra Costituzione: il diritto all’istruzione e ad avere un pensiero libero, l’uguaglianza, l’accoglienza, la solidarietà fra genti e fra popoli. Tra i credits, è giusto e doveroso citare - per la disponibilità, la collaborazione e la pazienza - gli editori e i librai partecipanti, naturalmente assieme ai loro vari collaboratori, come pure le famiglie dei tanti, tanti bambini che hanno vissuto l’esperienza dei “primi passi verso la lettura”. Infine, last but not least, lo straordinario lavoro di Marco Gatto, da direttore culturale della Fiera, come coordinatore di vari eventi, nelle vesti di direttore d’orchestra, anzi di (Nuova Synapsis) Ensemble. E’ stata una edizione ricca di spunti e di suggestioni. E’ stata l’edizione di Goffredo Fofi e Eraldo Affinati, due giganti della cultura italiana contemporanea, due figure adamantine per onestà intellettuale, impegno civile, coerenza e cortesia umana.  Due persone squisite, prima ancora che scrittori famosi e tanto altro, che si sono messe a disposizione della Fiera sociale e soprattutto degli studenti castrovillaresi fornendo una lezione di vita e di coraggio (ma anche di realismo: non ci sono azioni belle e facili, ogni cosa comporta delle conseguenze, anche avere il coraggio delle proprie idee: non andare in tv ogni giorno, per esempio, non significa essere dei falliti) che difficilmente sarà scordata e consegnandosi alle loro domande con completa disponibilità.  Con Affinati e Fofi si è discusso della centralità dei processi pedagogici e formativi delle nuove generazioni in quanto forza propulsiva – anche e soprattutto nei territori di frontiera, là dove l’emarginazione sociale è brutale esperienza quotidiana - per il cambiamento e il progresso. Se il tema portante dell’intera manifestazione è stato “ricostruire la comunità”, esso rappresenta una missione che deve necessariamente vedere uniti nella lotta intellettuali e studenti, operatori della cultura (specie nel campo dell’Editoria) e forze politiche progressiste e lungimiranti. Non solo analisi, quindi, ma proposte, engagement e speranze, anche se lo stesso Fofi si è detto “piuttosto pessimista circa i tempi che ci aspettano, perché probabilmente vedremo un mondo peggiore di questo. Un mondo fatto da ricchi sempre più ricchi e da poveri sempre più poveri. Da sfruttatori e da sfruttati. Da bambini fortunati e da altri, molti altri, contro cui si commettono le peggiori violenze, le più atroci nefandezze.” Un disvelamento anche pregno di amarezza, ma non privo di speranza, come dimostrano tanti scritti del maestro elementare di Gubbio. O dello scrittore romano Affinati, fondatore di quella Penny Wirton che si batte con ardore e risultati tangibili per l’insegnamento dell’italiano agli stranieri. Basterebbe leggere qualche pagina di “Elogio del ripetente” (Mondadori), per capire la passione, le ragioni profonde e irrinunciabili che possono animare dei cuori saldi e onesti.  E’ stata, al contempo, anche l’edizione di Stas’ Gawronski, finalmente a Castrovillari dopo il tentativo purtroppo andato a vuoto lo scorso anno, quale figura di grande comunicatore, di scrittore capace di sfuggire alle lusinghe del mercato per dedicarsi con più libertà a programmi/progetti che oggi si sogliono definire di nicchia, espressione che suona come una diminutio e che invece dovrebbe voler dire “qualità”, “eleganza”, “profondità”.  Attorno a loro, un nutrito gruppo di intellettuali veri – docenti, scrittori, editori, giornalisti –, che ben hanno corroborato lo svolgimento della manifestazione e offrendo una notevole dimostrazione concreta di come si possa “ricostruire la comunità”: da Fausto Cozzetto a Fulvio Mazza, da Nicola Villa a Francesca Branca, Mauro Minervino, Carmela Filomia, Angelo Pandolfi, Domenico Talia, Antonio Tursi.   E poi un altrettanto corposo gruppo di eccellenti musicisti, espressione più autentica del valore di una scuola come il Conservatorio di Cosenza. Che ci sia trovati lungo i percorsi più canonici della musica classica o sulle vie della musica contemporanea, è giusto citarli tutti: Mariagaia Di Tommaso, Andrea Bosa, Giorgia Teodoro, Valentina Marchese, Stefano Cinnirella, Domenico Scicchitano, Francesca Manoccio, Alessandra Ciniglia, Rosaria Belmonte, Tommaso Greco, Alessandro Papaianni, Vincenzo Brogno. Tutti loro sono stati graditissimi ospiti di Castrovillari. Ospiti dentro la realtà di questo paese, nel cuore della Civita. Da dove la Fiera sociale del Libro continuerà a mandare segnali di vita culturale, sempre fedele alla sua vocazione di evento sociale, attenta ai temi e alle istanze che attraversano il vasto mondo della scuola (pubblica e di frontiera), tenace nel sostenere la cultura come pensiero critico, come esperienza civile decisamente contrapposta alla barbarie egoistica dilagante di questi tempi. A rivederci a presto. Antonello Fazio (uff. stampa Fiera sociale)

 
      Tell A Friend

     PRESENTAZIONE DELLA CINQUANTASEIESIMA EDIZIONE DEL CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO - 2014 et  at:  23/02/2014  

 56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12 - FOCUS CILE - SVELATO IL PROGRAMMA - NELLO SPLENDIDO SCENARIO DI VILLA BONIFATI, NEL CUORE DELLE VIGNE , È STATO SVELATO ALLA STAMPA IL PROGRAMMA DELLA 56° EDIZIONE DEL CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE IN PROGRAMMA FINO AL 4 DI MARZO ED ORGANIZZATO DALLA LOCALE PRO LOCO IN COLLABORAZIONE CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE , E ISTITUZIONI CALABRESI E DI NUMEROSI SPONSOR PRIVATI. IL “ RE BURLONE” HA RICEVUTO NEL SALONE DI VILLA BONIFATI UN PARTERRE D’ECCEZIONE ANCHE SE DOVRÀ ASPETTARE FINO A GIOVEDÌ GRASSO PER RICEVERE DALLE MANI DEL SINDACO DOMENICO LO POLITO LE CHIAVI DELLA CITTÀ PER APRIRE LE PORTE AL MASCHERAMENTO E ALLA GIOIA. A FARE GLI ONORI DI CASA, IL DR. ALDO BONIFATI, CHE OGNI ANNO OSPITA LA CONFERENZA STAMPA DELL’EVENTO. PIÙ DI 100 GLI APPUNTAMENTI INSERITI NEL VARIEGATO CARTELLONE DEL CARNEVALE ANNOVERATO, NON A CASO, TRA I 10 PIÙ IMPORTANTI D’ITALIA, CHE SPAZIANO DAL FOLKLORE, ALLE MASCHERE, ALLA CULTURA ( CON IL FOCUS INTERAMENTE DEDICATO AL CILE) , ALLA GASTRONOMIA PER FINIRE ALLO SPORT. MESSICO, INDIA, ITALIA I GRUPPI CHE PARTECIPERANNO AL FESTIVAL DEL FOLKLORE ATTRAVERSO IL “ GRAN GALÀ” SERATA DI RICHIAMO DOVE I GRUPPI PARTECIPANTI OFFRIRANNO IL MEGLIO DELLE LORO TRADIZIONI ATTRAVERSO, SCENOGRAFI, COSTUMI, CANTI E BALLI DELLE TRADIZIONI CULTURALI ED ETNICHE DEL PROPRIO PAESE DI ORIGINE. IL VARIEGATO PROGRAMMA È STATO ILLUSTRATO DAL DIRETTORE ARTISTICO GERARDO BONIFATI, CHE SI AUGURA CHE LA MANIFESTAZIONE SIA DI CARATTERE TERAPEUTICO PER DISTRARRE I PARTECIPATI DA QUELLI CHE SONO LE PROBLEMATICHE DI TUTTI I GIORNI CHE STA VIVENDO IL PAESE. L’AUGURIO CHE TANTI POSSANO VENIRE A CASTROVILLARI PER GODERE DELLA MANIFESTAZIONE E PER VEDERE LA CAPACITÀ ORGANIZZATIVE DI UN VENTO DI TALE PORTATA NONOSTANTE LE SCARSE RISORSE A DISPOSIZIONE. NOI C’È L’ABBIAMO MESSA TUTTA, ABBIAMO REDATTO UN PROGRAMMA ALL’ALTEZZA DEL CARNEVALE DI CASTROVILLARI, COSÌ IL PRESIDENTE DELLA PRO LOCO GIOVANNI AMATO, L’INVITO È A PARTECIPARE DA SPETTATORI ATTIVI. NEL CORSO DELLA CONFERENZA STAMPA, SCANDITA DAI COLORI DELLE MASCHERE DEGLI ISTITUTI SUPERIORI DELLA CITTÀ CHE HANNO ADERITO ALL’EVENTO, È STATO CONSEGNATO IL “ PREMIO CARNEVALE”, PREMIO ISTITUITO DALLA CONSULTA SCIENTIFICA DELLA PRO LOCO, E ASSEGNATO OGNI ANNO A PERSONALITÀ CALABRESI OPERANTI NEL MONDO DELLA CULTURA, POLITICA, DELL’ARTE, DELLA GASTRONOMIA, CHE CON IL LORO OPERATO RENDONO ONORE E PORTANO ALLA RIBALTA DELLA CRONACA NAZIONALE ED INTERNAZIONALE, LA LORO TERRA DI ORIGINE. QUEST’ANNO IL PREMIO, REALIZZATO AL NOTO ORAFO GERARDO SACCO, È ANDATO ALL’ASSESSORE REGIONALE ALLA CULTURA MARIO CALIGIURI E AL PROF OTTAVIO CAVALCANTI. LE MOTIVAZIONI SONO STATE LETTE DALLA PROFESSORESSA MINELLA BLOISE MENTRE LA CONSEGNA È STATA FATTA DAL PROF LEONARDO ALARIO ENTRAMBI DELLA CONSULTA SCIENTIFICA. UNA MANIFESTAZIONE,IL CARNEVALE DI CASTROVILLARI, LA PIÙ LUNGA CHE C’È AL SUD PER QUANTO RIGUARDA IL SETTORE DELLE TRADIZIONI POPOLARI, COSÌ , L’ASSESSORE REGIONALE ALLA CULTURA CALIGIURI; 56 EDIZIONI CONSECUTIVE, SICURAMENTE SONO UN RECORD , NESSUN’ALTRA MANIFESTAZIONE CULTURALE REGIONALE HA QUESTI NUMERI, E IL CARNEVALE DI CASTROVILLARI , RAPPRESENTA SICURAMENTE UNA DELLE ECCELLENZE CALABRESI. A DARE IL BENVENUTO AI PARTECIPANTI, IL SINDACO DI CASTROVILLARI, DOMENICO LO POLITO CHE HA INVITATO I TANTI TURISTI CHE AFFOLLERANNO LA CITTÀ A MASCHERARSI DAL MOMENTO CHE LA 56° SARÀ UNA BELLA EDIZIONE SOTTOLINEANDO CHE QUESTO EVENTO RAPPRESENTA TUTTA LA CALABRIA . A PORTARE I SALUTI ANCHE TUTTA LA FITP ( FEDERAZIONE ITALIANA TRADIZIONI POPOLARI) NELLE PERSONE DI MICHELE PUTRINO, PRESIDENTE FITP, REGIONE CALABRIA, FABRIZIO CATTANEO, PRESIDENTE IOV ITALIA, BENITO RIPOLI, PRESIDENTE FITP, DOREL COSMA, PRESIDENTE MONDIALE IGE. PRESENTE TRA GLI ALTRI, VINCENZO RUBERTO, PRESIDENTE UNPLI REGIONE CALABRIA, PINO PETRALIA, PRESIDENTE REGIONALE FITET CALABRIA. AL TAVOLO DELLA PRESIDENZA, I CONSIGLIERI REGIONALI, GIAMPAOLO CHIAPPETTA E FAUSTO ORSOMARSO NONCHÉ L’ASSESSORE PROVINCIALE, BIAGIO DIANA. 56 EDIZIONI RAPPRESENTANO SICURAMENTE UNA CONTINUITÀ, MA IL TRAGUARDO PIÙ IMPORTANTE, SICURAMENTE, È LA MASSICCIA PARTECIPAZIONE DI TURISTI, OGNI ANNO SEMPRE PIÙ NUMEROSI. UFFICIO STAMPA ANNA RITA CARDAMONE ( ARCA COMMUNICATION )

 
      Tell A Friend

     LE TERME SIBARITE STRINGONO UN ACCORDO CON L' ANAS: ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI AZIONE SOCIALE et  at:  22/02/2014  

Comunicato Stampa – Le Terme Sibarite stringono un accordo con l' ANAS: Associazione Nazionale di Azione Sociale. Arriva un' altra convenzione per le Terme Sibarite. Questa volta tocca all' A.N.A.S. Associazione Nazionale di Azione Sociale. L' A.N.A.S. e' una associazione senza scopo di lucro, con personalita' giuridica volta alla promozione sociale mediante attivita' culturali, sportive e sociali. Promuove attivita' sociali e culturali allo scopo di sviluppare e consolidare, anche in collaborazione con organi e istituzioni dello Stato od in loro assenza, il processo democratico e civile della Repubblica. " Continua il lavoro diuturno per promuovere la nostra struttura Termale con la sottoscrizione di questa convenzione raggiungiamo un obbiettivo importante – ha spiegato il Presidente Mimmo Lione – questa convenzione è l’unica sia in Calabria e sia in Italia per quanto riguarda le strutture termali e ci permetterà di promuovere le Terme a livello nazionale. Proprio per questo, in tempo di crisi, abbiamo tenuto bloccato anche per il 2014 il listino dei prezzi (fermo appositamente dal 2007) proprio per permettere a tutti di accedere ai benefici delle nostre cure». «Questa importante associazione, presente su tutto il territorio nazionale, ha spiegato Anna De Gaio, membro del Consiglio di Amministrazione della struttura e promotrice del progetto, con la firma della convezione, si impegna a dare massima diffusione sia attraverso il proprio giornale che per mezzo del portale web ed altri mezzi di comunicazione a tutti gli iscritti/associati ". " Siamo davvero soddisfatti – ha continuato - la convenzione è a costo zero a condizione di reciprocità nei servizi. A tutti i soci ANAS sarà rilasciata, ogni anno, una tessera per beneficiare di cicli di cure termali e fisioterapiche. Davvero un ottimo risultato per la promozione delle Terme Sibarite non solo a livello provinciale e regionale ma, soprattutto, a livello nazionale ". Soddisfazione espressa anche dal Vicepresidente del CdA, Pierluigi Martucci. Ufficio Stampa Luigi  Cristaldi

 
      Tell A Friend

     SCUOLA, SAB - NULLO IL RIMPROVERO SCRITTO CHE INTERVIENE ANCOR PRIMA DI CONTESTARE L' ADDEBITO et  at:  22/02/2014  

SCUOLA. SINDACATO  AUTONOMO  DI  BASE - Nullo il rimprovero scritto mosso a un collaboratore scolastico per palese violazione degli artt. 93 comma 2 del CCNL 29/11/2007, 55 bis del D.L.vo n. 165/2001, introdotto dall' art. 69 del D.L.vo n. 150/2009.  La normativa, in materia di procedimenti disciplinari a carico del personale ATA ( non docente ), prevede che l' Amministrazione, salvo il caso del rimprovero verbale, non può adottare alcun provvedimento disciplinare nei confronti del dipendente senza previa contestazione scritta dell' addebito - da effettuarsi entro 20 giorni da quando il soggetto competente per la contestazione, di cui al successivo art. 94, E' venuto a conoscenza del fatto- e senza averlo sentito a sua difesa con l’eventuale assistenza di un procuratore ovvero di un rappresentante dell’associazione sindacale cui aderisce o conferisce mandato (art. 93, comma 2 CCNL del 29/11/2007). Tale disposto, è ribadito dagli artt. 55 bis e 69 richiamati in oggetto, quest’ultimo, al comma 2 così recita: “La violazione dei termini stabiliti nel presente comma comporta, per l’amministrazione, la decadenza dall’azione disciplinare ovvero, per il dipendente, dall’esercizio di difesa”.  Il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Tortora, non avendo seguito le procedure contrattuali e legislative di cui sopra, ha dovuto estinguere procedimento disciplinare nei confronti di un collaboratore scolastico che è stato assistito e seguito dal responsabile territoriale del SAB di Praia a Mare prof. Umberto Sola. Nel merito, il dirigente scolastico emetteva provvedimento di rimprovero scritto ancor prima di contestare l’addebito e senza sentire l’interessato in sua difesa che avrebbe avuto tante argomentazioni a suo favore.  Il lavoratore, con il patrocinio del SAB, contestava immediatamente al dirigente scolastico la procedura adottata, il tutto in violazione della normativa vigente richiamata in oggetto: il dirigente scolastico non può adottare alcun provvedimento disciplinare nei confronti del dipendente senza averlo sentito a sua difesa con l’eventuale assistenza di un procuratore ovvero di un rappresentante sindacale cui aderisce o conferisce mandato.  Alla luce dei fatti sopra esposti, il dirigente scolastico ha emesso decreto di estinzione del procedimento e l’annullamento di tutti gli atti correlati.  Il SAB, tramite il segretario generale prof. Francesco Sola, esprime viva soddisfazione per il risultato ottenuto a tutela e difesa dei lavoratori, quali i collaboratori scolastici, che rappresentano il personale più debole e indifeso del comparto scuola essendo quello più esposto ad attacchi di ogni genere anche per il ruolo di vigilanza che è chiamato a ricoprire.  F.to Prof. Francesco Sola Segretario Generale SAB

 
      Tell A Friend

     SECONDA EDIZIONE FIERA SOCIALE DEL LIBRO - IL RESOCONTO DELLA PRIMA GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI et  at:  22/02/2014  

Seconda edizione Fiera Sociale del Libro - Il resoconto della prima giornata e il programma di domani - Alle spalle la I giornata della Fiera sociale del Libro 2014, il programma prosegue con una fitta rete di appuntamenti - La prima giornata della II Fiera sociale del Libro di Castrovillari si e' appena conclusa. Va in archivio con il bellissimo concerto tenuto nel Teatro Sybaris – e con lusinghieri riscontri di pubblico – dal " Duo Synapsis " formato da Mariagaia Di Tommaso al clarinetto e Andrea Bosa al pianoforte. Fondamentale il contributo di Fabio Cesana alla organizzazione tecnica del concerto. E' stata la degna chiusura di un lungo giorno iniziato con la cura degli ultimi particolari utili all’allestimento degli stand fieristici, che ospitano una ventina di espositori fra Case editrici e librerie, numerosi dipinti portati alla mostra permanente organizzata da vari pittori locali e territoriali; proseguito con l’apertura ufficiale della manifestazione e al suo culmine con il grande incontro pubblico della mattinata – Crescere in Italia, oggi, il tema -, a cui hanno partecipato, oltre al sindaco di Castrovillari, l’avvocato Domenico Lo Polito (portatore dei rituali saluti istituzionali agli ospiti), e a vari istituti scolastici cittadini (in particolare, una vasta rappresentanza di studenti e docenti dei Licei), il critico Goffredo Fofi, l’attore e autore Saverio La Ruina, il giornalista Nicola Villa, lo scrittore Mauro Minervin, la docente castrovillarese Carmela Filomia e Marco Gatto, direttore culturale della Fiera sociale. Si è discusso intorno alla centralità dei processi pedagogici e formativi delle nuove generazioni come potente forza motrice di cambiamento e di progresso. Non a caso in linea con il tema portante dell’intera manifestazione, che è “ricostruire la comunità”: un obiettivo o forse, data la complessità dei tempi, addirittura una missione che deve sperabilmente, necessariamente vedere uniti intellettuali e studenti, operatori della cultura (specie nel campo dell’Editoria) e le forze politiche più avvedute e lungimiranti. Tra queste, compare di certo l’amministrazione capeggiata da Domenico Lo Polito, tra l’altro rappresentata all’interno della Fiera sociale dal professor Giuseppe Russo, consigliere comunale con delega alla Pubblica Istruzione, il quale in questi giorni, anzi in questi mesi si è speso con generosità a sostegno dell’evento, tenendo specialmente vivi i legami con il mondo della scuola pubblica locale, difatti accorsdo in massa al Protoconvento francescano sede della manifestazione.  La presenza a Castrovillari di Goffredo Fofi, persona di eccezionale carisma e intellettuale finissimo e di grande impegno civile – di lui ricordiamo, solo per citare alcuni passaggi vitali della sua carriera, la creazione dei Quaderni Piacentini, i numerosi e fondamentali saggi sul cinema, la bellissima raccolta di scritti e confessioni Strana gente (1960. Un diario tra Sud e Nord) e L’immigrazione meridionale a Torino (1974) – e la sua testimonianza di vita, la sua scelta di essere se stesso fino in fondo rappresentano un forte motivo di partecipazione e una fonte di incoraggiamento per le giovani vocazioni: sono prova di come sia ancora possibile raccontare un’altra realtà, forse lontana da quella ufficiale o plastificata di tanti media, ma di certo più autentica e genuina. “Sono piuttosto pessimista circa i tempi che ci aspettano – ha confessato il maestro elementare di Gubbio –, probabilmente vedremo un mondo peggiore di questo. Un mondo fatto da ricchi sempre più ricchi e da poveri sempre più poveri. Da sfruttatori e da sfruttati. Da bambini fortunati e da altri, molti altri, contro cui si commettono le peggiori violenze, le più atroci nefandezze.” Per Fofi, “la comunità si è talmente espansa da aver perduto le connotazioni originarie. Così, gli esseri umani, senza più lingua e terra, senza un modo di credere e di pensare, omologati dal modello unico occidentale – l’american way of life – si perdono, stanno diventando nessuno maciullati dalla storia.” Siamo quanto mai prima lontani dalla intuizione visionaria della cultura dei “figli dei fiori”: “il mio villaggio è il mondo”, dicevano esprimendo “un modo di pensare di straordinaria attualità”.  Un grosso contributo al dibattito anche da parte dello scrittore di origini paolane Mauro Minervino (“gli esseri umani da sociali si stanno trasformando in animali che vivono in isolamento, sulle strade, fuori dai centri urbani e dagli antichi spazi socialmente condivisi”), di Nicola Villa  (“La difficoltà di capire chi siamo e dove andiamo rende tutto più difficile” anche perché “è il mondo degli adulti ad essere entrato in crisi, a non essere più capace di offrire modelli e risposte”) e della professoressa Carmela Filomia (un appassionato invito alla partecipazione sociale, il suo, a credere nell’acculturamento in quanto strumento di emancipazione e di pratica civica). Nel pomeriggio, mentre nei luoghi del Protoconvento si svolgevano le attività ricreative e di intrattenimento per bimbi dai 4 ai 6 anni (Primi passi verso la lettura) curate da Gaetana Evangelista, ma non l’atteso laboratorio di lettura di Francesca Branca per l’imprevisto protrarsi di un precedente gravoso impegno di lavoro, ecco un altro appuntamento di rilievo, con la presentazione del libro Non solo Cyber (sottotitolo: frammenti di un discorso mediologico), del giovane studioso di comunicazione e giornalista Antonio Tursi, che ha visto la partecipazione dell’avvocato Lucio Rende, consigliere comunale con delega alla Cultura, e del professore Domenico Talia, ordinario di informatica all’Unical. Si è trattato di un discorso ad ampio raggio sui temi e le dinamiche essenziali della comunicazione di massa, una sorta di “esplorazione di piccoli frammenti dell’immaginario” per rivelare “la profondità della superficie del nostro mondo”. Quindi, dulcis in fundo, il già ricordato concerto, in cui sono state eseguite musiche di Schumann (Fantasiestücke op. 73), Castelnovo Tedesco (Sonata per clarinetto e pianoforte op. 128) e Rota (Sonata in re per clarinetto e pianoforte). Nella seconda giornata della Fiera sociale del Libro 2014, ci sarà l’atteso incontro fra alcune scuole di Castrovillari (in particolare gli Istituti tecnici e professionali) con il grande scrittore Eraldo Affinati. Si tratta di un interessante incontro-confronto mattutino sul tema delle scuole di frontiera, quelle che, come buona parte delle scuole pubbliche e la Penny Wirton - fondata dallo scrittore romano ed oggi impegnata in prima linea e in tutt’Italia nell’insegnamento dell’italiano agli stranieri – difendono e garantiscono ogni giorno i diritti costituzionali all’educazione e all’uguaglianza.  Accanto ad Affinati ci saranno Stas’ Gawronski, il docente castrovillarese Angelo Pandolfi, Giuseppe Russo, Marco Gatto e alcuni docenti e studenti della Penny Wirton. Nel pomeriggio, ancora il laboratorio di lettura di Francesca Branca, le attività ricreative per i bambini più piccoli e l’ultima presentazione in programma: di scena il volume edito da Rubbettino La Calabria Albanese. Storia Cultura Economia, curato da Fulvio Mazza (Bottega Editoriale), con la partecipazione del docente di Storia moderna e contemporanea all’Unical, il professor Fausto Cozzetto. A finire Le vie della musica contemporanea, grande concerto eseguito della “Nuova Synapsis Ensemble”, diretta da Marco Gatto. Antonello Fazio (uff. stampa Fiera sociale)

 
      Tell A Friend

     NON SPRECHIAMONE NEMMENO UNA GOCCIA. RECOIL SI PRESENTA ALLA CITTA' et  at:  21/02/2014  

NON SPRECHIAMONE NEMMENO UNA GOCCIA. RECOIL SI PRESENTA ALLA CITTA'  - Loiacono: " Puntiamo alla corresponsabilita' quotidiana per raggiungere gli obiettivi ". L' obiettivo e' recuperare e riutilizzare l' olio domestico esausto per farne combustibile biologico ed allo stesso tempo ridurre del 30% le immissioni di CO2 nell' aria. Nella catena del riciclo, che vede Castrovillari impegnata nella raccolta differenziata porta a porta spinta e che ha prodotto notevoli risultati di miglioramento (52,71% nel 2012 con 3413,14 tonnellate - Dati Arpacal) si aggiunge anche l'importante tassello della raccolta di olio esausto.  La città del Pollino è stato il primo comune ad aderire al Progetto Recoil ideato dall’Agenzia per l’Energia e lo sviluppo sostenibile della Provincia di Cosenza (Alessco), diretta da Carmine Brescia, finanziato sul Programma Europeo IEE e sostenuto dall'Assessorato provinciale all'Energia e Fonti Rinnovabili, guidato da Biagio Diana. Il progetto ora entra nel vivo grazie alla sinergia con Rts (ditta incaricata della raccolta porta a porta) e punta a raccogliere 2500litri mensili con la collaborazione di famiglie e associazioni di volontariato in una «forte sinergia socio-istituzionale che segnerà il passo della sfida possibile» dichiara Angelo Loiacono, Assessore allo Sviluppo Ambientale e Tecnologico, Politiche Giovanili, Verde e Turismo del Comune di Castrovillari.  Il progetto e la campagna di sensibilizzazione che lo accompagna verrà presentato ufficialmente alla stampa martedì 25 febbraio alle ore 10.30 nella Sala Giunta del Palazzo di Città di Castrovillari alla presenza del Presidente della Provincia, Gerardo Mario Oliverio, dell'Assessore all'Energia della Provincia di Cosenza, Biagio Diana, del Direttore di Alessco, Carmine Brescia, insieme al Sindaco della Città del Pollino, Domenico Lo Polito, l'Assessore allo Sviluppo Ambientale, Angelo Loiacono, al Sindaco di Castrolibero, Giovanni Greco, comune che insieme a quello del Pollino ha deciso di prendere parte al progetto sostenuto da diversi partner internazionali.  «Un progetto ambizioso ma possibile» - aggiunge Loiacono - «che ci vede come comune capofila di una scelta ecosostenibile alla quale bisogna educare soprattutto le giovani generazioni e le famiglie, per poter realizzare insieme un risultato di raccolta che è molto di più di una semplice sfida numerica». Attraverso la comunicazione istituzionale, la promozione nelle scuole, il coinvolgimento delle associazioni territoriali, unitamente ai tecnici di Alessco, dell'ufficio ambiente, dei volontari ambientali formati dal Comune si offriranno «le giuste informazioni per comprendere che le scelte compiute nelle nostre case si ripercuoteranno in maniera estremamente positiva sulla salubrità del nostro ambiente, eviterà danni sul sistema di depurazione, garantirà di essere protagonisti di un nuovo modello di qualità ambientale. Nelle nostre case, dunque, con un semplice gesto - svuotare l'olio usato nei contenitori distribuiti presso i domicili - decideremo il futuro della nostra terra. Realizzeremo insieme il protagonismo attivo che ci porterà a dire domani che questa città è sana e qualitativamente vivibile anche grazie a ciascuno di noi».  La lotta all'inquinamento, dunque, parte dalla cucina e si riverbera in positivo su larga scala. «Castrovillari può diventare, ne sono sicuro - aggiunge Loiacono - il modello positivo per la Calabria delle scelte di green economy che istituzioni e cittadini possono compiere insieme per il bene di tutti». Una scelta «convinta e determinata anche e soprattutto in questo momento di difficoltà del sistema rifiuti regionali che ci vede in prima fila nella battaglia quotidiana per ottenere dalla Regione Calabria le risposte che meritano i cittadini e di cui necessitiamo come amministrazione sul futuro della differenziata».  Recoil rappresenta un progetto di «corresponsabilità quotidiana» che parte dal basso e che «funzionerà solo se i cittadini ne capiranno la vera portata sociale, educativa e ambientale, oltre che di risparmio economico». Anche per le «nostre scelte convinte e lungimiranti - conclude Loiacono - molti comuni del circondario ci hanno dato mandato per costruire un'alternativa possibile al sistema di conferimento attuale - ormai al collasso - che stiamo già costruendo nel rispetto di tutti quei cittadini che credono con noi alla raccolta differenziata».

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI FIRMATA CON LA REGIONE CALABRIA LA CONVENZIONE PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI et  at:  21/02/2014  

CASTROVILLARI FIRMATA CON LA REGIONE CALABRIA LA CONVENZIONE PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI - Un patrimonio inestimabile da sempre riconosciuto e pronto per essere maggiormente rilanciato nell' interesse del bene comune e " dell' umana dimora ": la nostra Terra.  " Castrovillari e' tra i cento enti pubblici calabresi firmatari della convenzione con la Regione Calabria per la valorizzazione dei beni culturali ". A renderlo noto l’Assessore Giovanna Castagnaro a margine della giornata tenutasi nella sede della Fondazione "Terina" di Lamezia Terme, durante la quale è stato presentato il bando di prossima pubblicazione di 8 milioni di euro -PO Calabria FESR 2007/2013 Linea di Intervento 5.2.5.1- , contenente azioni volte a sostenere lo sviluppo di attività imprenditoriali all'interno delle filiere culturali. “Il bando attualmente in pre - informazione sul sito  www.regione.calabria.it/istruzione, sarà pubblicato sul BURC – spiega l’amministratrice - alla fine di questo mese. Dopo la pubblicazione si avranno a disposizione 45 giorni per presentare le domande di finanziamento. Tra i beni, oggetto di valorizzazione – ricorda- anche il Castello Aragonese ; una buona occasione, comunque, per il rilancio di un settore, quello culturale, molto prospero ed attivo nel capoluogo del Pollino”. “Il bando-  precisano  il Sindaco, Domenico Lo Polito, e l’assessore, Giovanna Castagnaro- è in sintonia con gli obiettivi dell’Amministrazione, interessata a dare il proprio contributo in maniera seria e puntuale al processo di riqualificazione dell'offerta turistica territoriale,attraverso una gestione attenta e razionale del Patrimonio materiale e immateriale locale, con la finalità di incrementare i livelli di domanda e gli standard del servizio ai turisti”. Il patrimonio culturale, pur essendo ancora oggi una risorsa poco sfruttata a dispetto delle sue notevoli potenzialità ed attrattive, se opportunamente valorizzato, può divenire un volano per lo sviluppo economico locale, soprattutto nella misura in cui si integrano risorse e servizi all’interno di un’area connotata da identità territoriali forti e riconoscibili. “ La finalità che ci auspichiamo – aggiungono gli amministratori- è, dunque, la creazione di sistemi culturali integrati, fondati su trait d’union funzionali alla enogastronomia, all’ambiente, all’architettura, alla tradizione ed a tutto ciò che hanno espresso le capacità di uomini e donne nella storia ed ancora oggi, pronte ad innescare processi di crescita e di tutela sostenibili, che possono avviarsi concretamente solo con la messa in rete del patrimonio che caratterizza il Territorio, principio che sta perseguendo questa Amministrazione con il “filo rosso”.  “Con questo convincimento – concludono Lo Polito e Castagnaro- siamo sicuri che incentiveremo la possibilità di ampliare, su base Territoriale, l’offerta culturale e dei servizi che sostengono l’accoglienza e che non possono fare a meno di quelle capacità imprenditoriali, interessate a mettersi in gioco per creare valore aggiunto e migliori opportunità di offerta nel mercato turistico, sempre alla ricerca di quelle nuove strade, battezzate come “new way”, che legano l’esistente alla tradizione ed a quelle testimonianze che le ribadiscono nel nome della cultura e del costume di ciascun popolo.”  L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CALABRIA, CAOS RIFIUTI E' EMERGENZA et  at:  20/02/2014  

CALABRIA, CAOS RIFIUTI E' EMERGENZA- Diventa sempre piu' preoccupante la situazione in Calabria relativamente alla raccolta dei rifiuti e si susseguono le notizie e le smentite circa la riapertura della discarica di Pianopoli. Gia' in mattinata la presenza di un cumulo di rifiuti accanto al portone della scuola elementare, ha provocato a Rossano la reazione dei genitori che hanno preferito riportarsi i figli a casa. E'  grave la situazione di Altomonte dove il Sindaco, Gianpietro Carlo Coppola, rinnova l'allarme per la situazione dei rifiuti Rsu nel proprio comune e riscrive alle Autorita' competenti minacciando che lunedi' prossimo 24 febbraio 2014 se non si registreranno reali cambiamenti allo stato dei fatti si vedra' costretto ad adottare ordinanze per la chiusura delle scuole, dei pubblici uffici e di tutte le altre attivita' il cui normale funzionamento in queste condizioni puo' mettere a rischio la pubblica incolumita' e la salute dei cittadini. La riapertura della discarica di Pianopoli dopo i controlli effettuati in mattinata rimane lettera morta, il sindaco del luogo, Gianluca Cuda ha dichiarato:" Per la riapertura della discarica se ne parla la settimana prossima, purtroppo siamo al punto di partenza - ha aggiunto - ed allo stato attuale non è cambiato nulla. Dopo l'incontro avuto a Catanzaro con i sindaci eravamo tutti molto fiduciosi e poi c'è stata la sorpresa con il prosieguo della chiusura della discarica. C'è una pessima organizzazione e mancano notizie certe". " Da stamane - ha aggiunto Cuda - ho ricevuto decine di telefonate di colleghi sindaci che non sanno cosa sta succedendo e non hanno notizie sulla situazione. Questo dimostra che viviamo nell'incertezza più totale quando invece ci dovrebbe essere una organizzazione capace di far fronte ad una situazione così difficile. La Regione e l'assessore Pugliano non riescono a dare indicazioni precise e la situazione getta tutti nello sconforto più totale. Uno sconforto che potrebbe tramutarsi facilmente in seri problemi sanitari, presso l' ospedale di Castrovillari, ad esempio,  ormai da giorni nei pressi dell' accesso al reparto di emodialisi un cumulo di sacchi di spazzatura va sempre piu' ingrandendosi. A chi giova una siffatta situazione continua a sfuggire, e' un fatto che al timido tentativo di introdurre la raccolta differenziata nei territori nulla piu' e' seguito ed ora la situazione e' esplosiva al punto da ritenere che essa non e' piu' gestibile a livello regionale, la discarica di Celico chiusa quella di Rossano anche, e' emergenza anche se non se ne parla.

 
      Tell A Friend

     " SARACENA VIRTUOSO MA NON FRA I PRIMI TRE DELLA PROVINCIA " LE PRECISAZIONI DELL' ARPACAL et  at:  20/02/2014  

" Saracena virtuoso ma non fra i primi tre della provincia " le precisazioni dell' Arpacal -  Ha risposto con un comunicato, l' Arpacal ai sindaci che si erano lamentati circa la non concruenza dei dati del report sui comuni calabresi ricicloni. " I sindaci che lamentano la non congruenza dei dati che abbiamo pubblicato " si legge nel comunicato diffuso dall' Agenzia, " hanno la possibilità di trasmetterci le loro controdeduzioni, affinché si possa verificare se quanto da loro affermato corrisponde a verità oppure, come in molti casi che si stanno verificando in questi giorni, le amministrazioni comunali dimenticano di non aver risposto alle nostre sollecitazioni ufficiali, con raccomandata o posta elettronica certificata ".  In merito ad alcune lettere giunte in Agenzia da parte di Amministrazioni comunali, nonché di note stampa di altrettanti primi cittadini che contestano di non essere stati considerati nel Report, e’ il caso del Sindaco di Saracena, Mario  Albino Gagliardi,  Migliorino uno dei due responsabili del report dice: " Non ricorda, forse, che nel maggio 2013, in occasione della pubblicazione del Report Rifiuti riferito all’anno 2011, proprio Saracena fu considerato il paese più virtuoso della Calabria. Quindi, mutuando il titolo di qualche giornale, non è assolutamente vero che per l’Arpacal Saracena "sembra non esistere" dagli elenchi sulla differenziata. Come è possibile consultare sul nostro sito web (www.arpacal.it), il paese del Sindaco Gagliardi c'è, eccome! Ha il 60,31% di differenziata sul totale dei rifiuti prodotti nel 2012. Quindi esiste! L'unica cosa che, forse, può dispiacere i cittadini di Saracena è che nella ipotetica classifica dei comuni più virtuosi della provincia di Cosenza, il loro paese non risulta nei primi tre posti per il 2012. Il terzo, infatti, è Bocchigliero, con il 61,92% ".

 
      Tell A Friend

     SECONDA EDIZIONE FIERA SOCIALE DEL LIBRO - PROTOCONVENTO FRANCESCANO DI CASTROVILLARI, 21 E 22 FEBBRAIO 2014, RICOSTRUIRE LA COMUNITA' et  at:  21/02/2014  

Seconda edizione Fiera Sociale del Libro, Protoconvento francescano di Castrovillari, 21 e 22 Febbraio 2014. Ricostruire la comunita'.  Comunicato stampa - Scuola, intellettuali ed editori insieme per ricostruire  il tessuto civile delle comunita'.  La Fiera sociale del Libro e Castrovillari, connubio che si rinnova e si rinsalda con la II edizione della manifestazione culturale – in programma nella citta'  del Pollino il 21 e 22 febbraio p.v., sempre nell' incantevole Protoconvento francescano – a cui parteciperanno una ventina di editori ( tra locali, regionali e nazionali ), alcuni dei piu' significativi e prestigiosi intellettuali italiani, le scuole cittadine al gran completo: tutti coinvolti in un progetto di ampio respiro, che, oltre alle normali attivita' espositive, prevede incontri, dibattiti, presentazioni di libri, laboratori di lettura e concerti di musica classica e contemporanea. La Fiera sociale del Libro 2014 e’ stata ufficialmente presentata giovedi’ scorso, nell’ufficio del sindaco di Castrovillari, l’avvocato Domenico Lo Polito, nel corso di una conferenza stampa a cui sono intervenuti Giuseppe Russo, consigliere comunale con delega alla P.I., Marco Gatto, direttore culturale della manifestazione, e Gerry Rubini, presidente della Gas Pollino (società che, assieme al Comune di Castrovillari, mette a disposizione le risorse materiali necessarie alla sua realizzazione). L’incontro con i media ha, nelle dichiarazioni di tutti i partecipanti, sostanzialmente ribadito tre punti fondamentali: la vocazione sociale e la valenza culturale dell’evento, la precisa volontà dell’Amministrazione locale di investire risorse per farne uno degli appuntamenti stabili di maggior rilievo della città e del territorio (nell’ambito di una programmazione piu’ complessiva in materia di politiche culturali) e la forte collaborazione delle scuole e della società civile nel difficile compito di ricostruire il tessuto connettivo di una comunità duramente provata dalla grave congiuntura economica e da una progressiva perdita di identità.  Il tema di questa seconda edizione della Fiera sociale e’ per l’appunto “ricostruire la comunità” ovvero il tentativo organico – attraverso il confronto fra pensieri critici, il racconto di vari percorsi di impegno civile, la proposizione di esperienze pedagogiche e formative di frontiera nei modelli quotidiani della scuola pubblica e della famosa Penny Wirton, benemerita struttura che opera per l’integrazione fra culture e l’insegnamento agli stranieri in Italia – di “ricostruire la trama di una identità sfilacciata“, di ritessere i fili di un tessuto sociale profondamente e variamente lacerato.   Per questo, il ricco programma della manifestazione prevede i contributi di numerosi intellettuali, scrittori ed educatori:  anzitutto con il ritorno di Eraldo Affinati, tanto grato alla comunità castrovillarese da dedicarle uno speciale ringraziamento nel suo piu’ recente libro, quell’Elogio del ripetente qui al centro di un’ampio confronto con studenti e docenti; poi con l’approdo sulle rive del Coscile di Goffredo Fofi, esponente di prima fila della cultura italiana e figura di rara coerenza umana e professionale; nell’intrigante appuntamento con Stas’ Gawronski, giornalista/scrittore/comunicatore che gia’ avrebbe dovuto essere a Castrovillari l’anno passato quando fu costretto a declinare l’invito per causa di forza maggiore; e con le rinnovate e gradite presenze di Fulvio Mazza, nelle duplice veste di operatore dell’editoria e di curatore del bel volume edito da Rubbettino dedicato alla Calabria albanese, e di Francesca Branca, attenta ed intelligente curatrice di un atteso laboratorio di lettura per ragazzi. Accanto a cotanti ospiti, saranno della Fiera sociale vari docenti e tantissimi studenti delle scuole pubbliche di Castrovillari, lo scrittore Mauro Minervino, Nicola Villa delle Edizioni dell’Asino (dinamica Casa editrice romana che si rivolge alle “minoranze attive e positive” concentrandosi sul “pensiero critico e radicale”), il docente Unical Fausto Cozzetto, il massmediologo Antonio Tursi e il poliedrico Saverio La Ruina, grande autore, attore e regista di Scena Verticale. Senza naturalmente scordarsi degli allievi del Conservatorio di Cosenza (Mariagaia Di Tommaso, Andrea Bosa, Federico Biscione e Alberto Cara) chiamati a chiudere idealmente le due giornate con altrettante performance musicali di assoluto rilievo tecnico e originalita’, dei numerosi pittori che di nuovo daranno vita ad una mostra permanente nei luoghi della esposizione libraria, e dei tanti volontari che, per amore della cultura e della propria città,  renderanno possibile lo svolgimento puntuale ed ordinato delle attivita’ con la loro presenza tanto efficiente quanto discreta.  Antonello Fazio  Ufficio stampa II Fiera sociale del Libro

 
      Tell A Friend

     SCUOLA - POSITIVE DUE VERTENZE DEL SAB A DIFESA DEI DIRITTI DEI DOCENTI et  at:  20/02/2014  

Scuola - Positive due vertenze del SAB a difesa dei diritti dei docenti, a  Cosenza sono stati recuperati 6 posti per l'immissione in ruolo sui posti aggiuntivi di sostegno, sostenendo che l'esubero della scuola media e superiore non poteva incidere sui posti vacanti che presentavano disponibilità di posti sul sostegno.  Da Catanzaro arriva inoltre la notizia che -  il Giudice del Lavoro del locale tribunale   ha decretato che: costringere un docente a fare ricorso al giudice comporta,  per l’amministrazione, pagare le spese di lite ed ha condannato  l' ATP di Catanzaro, nel caso specifico a pagare 775,00 euro oltre accessori di legge.

 
      Tell A Friend

     VERTENZA LSU SCUOLA - LO POLITO CHIEDE ALL' UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DI GARANTIRE LA PROSECUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO et  at:  20/02/2014  

La vertenza degli LSU, legata alla riduzione delle risorse a sostegno delle attivita' che svolgono gli addetti al servizio di pulizia nelle scuole, mette nuovamente a repentaglio la vita delle istituzioni, preoccupando seriamente ed aggiungendo disagio al disagio  ed in particolare  togliendo servizi fondamentali alle scuole. Il 28 febbraio circa 1300 lavoratori nella sola Calabria saranno licenziati ove il Ministero dell’Istruzione non intervenga tempestivamente a favore di tali lavoratori stabilizzati. Un fatto che  ci vede ancora una volta a fianco di questa parte  più debole e, naturalmente, precaria della società, colpita da ulteriori tagli governativi, tra i tanti che si stanno registrando e moltiplicando, i quali in questo momento pesano tonnellate, costringendo centinaia di famiglie a ulteriori sacrifici e ad un “non futuro. Azioni inspiegabili anche se motivate da esigenze di spending review le quali colpiscono immotivatamente sempre più le parti più a rischio e fragili del Paese, aumentando quel divario tra “chi ha” e “chi non ha” sempre più preoccupante, minando quella minima tranquillità sociale, ormai segnata da insopportabili politiche dimentiche del bene comune. E’ con questo senso di responsabilità che affermiamo la nostra contrarietà a tali disposizioni e la nostra disponibilità a sostenere una legittima lotta a tutela della dignità di questi lavoratori che ancora una volta vengono disconosciuti da quel diritto del lavoro sancito dalla nostra Costituzione. Senza tralasciare il dato relativo alla mancata pulizia di edifici scolastici che mette a rischio la salubrità degli ambienti dove crescono le nuove generazioni. Per tale motivo il Sindaco di Castrovillari ha scritto una nota al ministero dell’Istruzione e all’Ufficio Scolastico regionale per garantire la prosecuzione del rapporto di lavoro oltre il 28 febbraio 2014. Il Sindaco f.to Domenico Lo Polito

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, LA CONSIGLIERE D' INGIANNA PROPONE UN' AREA PEDIATRICA PRESSO IL PRONTO SOCCORSO et  at:  18/02/2014  

Castrovillari, l' assessore D' Ingianna un pediatrico presso il pronto soccorso - Comunicato stampa - " L' attenzione per il diritto alla salute delle popolazioni passa per piccole cose , ma importanti. E' per questo motivo che desidero proporre agli organismi centrali dell' Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza d' istituire, nel Pronto Soccorso dell' Ospedale di Castrovillari,  uno Pediatrico, affinchè si possano offrire, in stato d’urgenza,  cure ed attenzioni specifiche, fondamentali per la natura fragile di queste persone.  Il Servizio  garantirebbe un maggiore contenuto  dell’Ospedale Spoke che serve, nel nostro comprensorio, oltre centomila residenti. Questo, vicino a politiche dedicate per una Sanità Territoriale, sempre più preoccupata anche di realizzare punti di primo intervento e la collocazione più forte dei medici specialisti di medicina generale per dare maggiori risposte  alle varie patologie affinchè il paziente possa essere sempre più curato presso il proprio  domicilio, potrebbe ottimizzare l’organizzazione  sanitaria  ed assistenziale adeguandola, al meglio su scala locale,  in un sistema bisognoso  di flessibilità per rispondere alle diversificate esigenze esistenti ed acuto bisogno di salute. Un serio e solidale lavoro, insomma,  tra competenze per un cambio di approccio dei Servizi nei confronti degli utenti, che vogliamo realizzare, anche come Amministrazione comunale in collaborazioni tra i responsabili dei Comuni e di enti,  in modo più attento possibile per i diversi nosocomi del Territorio che vanno rimodulati e potenziati nell’interesse di tutti. La politica su questo è particolarmente impegnata per arricchire quelle risposte con risorse umane e strumentali che mancano e nel rispetto  delle leggi e di quel Piano di rientro sanitario che prevede queste posizioni di vicinanza alle popolazioni. Ecco perché , a nostro parere, le diverse questioni  non possono essere  limitate  ai termini quantitativi delle risorse economiche disponibili che, se pur non ne possono fare a meno, necessitano  di specializzazione delle strutture e di diffusione dei servizi. Doveri  umani, al di là del ruolo che viene ricoperto, più che vincolanti per ciascuno  ed un ambito, sicuramente,  di responsabilità comune. "

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - L' AMMINISTRAZIONE COMUNALE DICE " NO " AL BILANCIO DELL'ENTE PARCO NAZIONALE DEL POLLINO et  at:  18/02/2014  

Castrovillari - L' Amministrazione comunale dice  " No " al Bilancio dell'Ente Parco nazionale del Pollino - Comunicato Stampa - Le motivazioni del no al bilancio dell’Ente Parco sono racchiuse nelle stesse dichiarazioni del suo Presidente. L’Ente Parco non è mero erogatore di contributi per manifestazioni che si svolgono nel territorio. Dovrebbe essere molto di più. Tanto è vero che il giudizio unanime, da noi condiviso, è il mancato decollo del Parco Nazionale del Pollino. Decollo ancora una volta non garantito con la proposta di bilancio sottoposta all’approvazione. Il Comune di Castrovillari ha votato contro il bilancio non per inesistenti ragioni politiche ma con motivazioni serie che saranno oggetto di proposte concrete al nuovo consiglio direttivo, in sede di assestamento di bilancio, momento deputato a registrare e prendere in considerazioni le valutazioni dei Comuni del territorio. Le motivazioni sollevate all’interno della seduta della Comunità del Parco non attengono ad interessi di “campanile”, come spesso si è abituati a discutere, ma ad un ragionamento molto più ampio sulle azioni concrete poste in essere per incentivare il turismo sul territorio del Pollino. I dati del Rapporto sul Turismo 2012 parlano di un afflusso di turisti pari al 5,4% nell’Entroterra e solo l’1,3% in Montagna. Dati allarmanti che necessitano di atti significativi ed investimenti mirati a rendere il nostro territorio appetibile agli occhi dei turisti italiani e stranieri, opere che abbiano come effetto immediato il miglioramento dei livelli occupazionali sul territorio e siano in grado di aiutare le imprese turistiche in gravi difficoltà economiche. Non bisogna vivacchiare, è necessario che l’Ente Parco del Pollino metta in campo una politica maggiormente efficace sui territori.  Le critiche costruttive al bilancio di previsione 2014, avanzate dall’amministrazione comunale di Castrovillari, devono essere lette nell’ottica di una motivazione ulteriore che il nuovo consiglio direttivo, che si insedierà a breve, dovrà fare proprie nella gestione dell’Ente Parco. Il Comune di Castrovillari, avanzerà al nuovo consiglio direttivo, così come espresso all’interno della seduta della Comunità del Parco dal delegato incaricato, proposte concrete che si spera possano essere inserite in sede di assestamento di bilancio, al fine di modificare l’impianto programmatico proposto all’interno della deliberazione n. 50 del 05/12/2013 approvato dal Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Pollino. Il voto contrario ad un bilancio previsionale non può essere strumentalizzato e sintetizzato in maniera impropria, focalizzando l’attenzione sulle manifestazioni sponsorizzate dall’Ente Parco sul territorio di Castrovillari, il disappunto verte su problematiche ben più ampie ed incentrate sulle azioni poste in essere. Sarebbe un grave rischio non valorizzare le opinioni differenti che hanno quale obiettivo unico quello di rilanciare l’azione dell’Ente Parco del Pollino, motivazioni che possono solo far bene alla Comunità del Parco. Siamo fermamente convinti che la diversità di opinioni sia una ricchezza sempre preziosa”. L’amministrazione comunale di Castrovillari

 
      Tell A Friend

     APPROVATA LA GRADUATORIA PER LA COSTITUZIONE DEI POLI TECNICI PROFESSIONALI IN CALABRIA TRA I PROGETTI RITENUTI AMMISSIBILI ANCHE " SIBARYS E LAOS " CHE VEDE COME ISTITUTO CAPOFILA L'ALBERGHIERO DI CASTROVILLARI et  at:  18/02/2014  

Approvata la graduatoria per la costituzione dei poli tecnici professionali in Calabria  tra i progetti ritenuti ammissibili anche " Sibarys e Laos " che vede come istituto capofila l'alberghiero di Castrovillari, terzo assoluto in graduatoria e primo in provincia di Cosenza. € 3.072.110,00 l' investimento totale richiesto, € 1.315.019,30 il contributo ammesso dalla regione. Ricordiamo che  con DGR n. 234 del 27 giugno 2013, si e' dato avvio alla terza fase del Piano di Azione e Coesione ( PAC), che ha previsto, tra gli altri, interventi specifici per il Potenziamento dell’Istruzione Tecnica e Professionale di qualità (Misure anticicliche, punto 5 del PAC), con una somma complessiva pari a 13Meuro di cui 10Meuro derivanti dalla riprogrammazione del PO Calabria FSE e 3Meuro dalla riprogrammazione del PO Calabria FESR, mediante la costituzione dei Poli Tecnico- Professionali.

 
      Tell A Friend

     CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO, IN CARTELLONE ANCHE LO SPETTACOLO DI ANNA MAZZAMAURO " SERATA D' ONORE E D' AMORE " et  at:  18/02/2014  

56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12 -  ANNA MAZZAMAURO IN " SERATA D' ONORE E D' AMORE ". La 56° Edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore in programma dal 22 Febbraio al 4 di Marzo 2014 , organizzato dalla Pro Loco con il contributo di Enti Calabresi e di sponsor privati, presieduto da Giovanni Amato e diretto artisticamente da Gerardo Bonifati, ospita , uno dei volti femminili che hanno più contribuito a costruire la storia del teatro italiano dagli anni 60 sino ai giorni nostri. Domenica 23 Febbraio , ore 21, a Castrovillari , presso il Teatro Sybaris, in scena  il recital-musical di Anna Mazzamauro in “Serata d’onore e d’amore”. Uno spettacolo scritto e diretto dall’attrice romana, accompagnata semplicemente dalle incantevoli note di un contrabbasso  e di una fisarmonica suonati dal vivo rispettivamente dal castrovillarese, Sasà Calabrese e da Salvatore Cauteruccio, originario di Belvedere Marittimo che tanto si stanno facendo apprezzare sulla scena nazionale.  L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Rotary, il  Lions , il Kiwanis e il Circolo Cittadino. Nata nel 1938, inizia la sua carriera alla fine degli anni sessanta, quando diventando impresaria di sé stessa, apre un piccolo teatro nel centro della Capitale, Il Carlino. È qui che Anna Mazzamauro comincia a sperimentare la sua arte accanto a Elio Pandolfi, Wilma Goich, Edoardo Vianello e Bruno Lauzi. Sul palcoscenico del Sybaris, vanno in scena, uno dopo l’altro, i suoi più celebri personaggi: l’indimenticabile “Signorina Silvani”,  lo sgangherato “Gigi il bullo”, Anna Magnani e il fascino di Wanda Osiris, attrice simbolo della rivista italiana. Umori e caratteri diversi, incastrati in un'unica esibizione attraverso la singolare magia dell’ironia e l’incantesimo del canto. vendita biglietti presso la Pro loco, il Rotary, il  Lions , il Kiwanis e il Circolo Cittadino UFFICIO STAMPA Anna Rita Cardamone

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, RIFIUTI. EMERGENZA OSPEDALE - D' ATRI: CON LA SALUTE DEI CITTADINI NON SI SCHERZA et  at:  18/02/2014  

CASTROVILLARI, RIFIUTI. EMERGENZA OSPEDALE - D’ATRI: CON LA SALUTE DEI CITTADINI NON SI SCHERZA. Intervengano subito le autorità competenti. " Ora basta! Chi deve intervenga subito perché con la salute dei cittadini non si scherza ". Dario D'Atri consigliere comunale di Castrovillari con delega alla sanità denuncia il profondo stato di emergenza che coinvolge l'ospedale del capoluogo del Pollino per il perdurare della crisi legata al settore dei rifiuti. " Unendomi alla forte azione messa in campo dall'Assessore allo Sviluppo Ambientale, Angelo Loiacono, insieme ai sindaci del comprensorio chiedo alle autorità competenti di rimuovere prima possibile le condizioni che generano l'immobilismo nel settore dei rifiuti che stanno condizionando in negativo la vita e la salute dei cittadini ". Il consigliere comunale di Castrovillari sollecita la dirigenza Asp, ma anche le strutture regionali deputate, a «risolvere l'emergenza rifiuti che coinvolge anche il nostro nosocomio, oltre che la nostra città, per evitare che lo spettacolo indecoroso che siamo costretti a vedere da giorni non diventi emergenza sanitaria vera e propria. Se nei prossimi giorni non saremo messi in grado come Comune di attivare la raccolta dei rifiuti chiederò al prefetto un intervento urgente sul caso e denuncerò la vicenda alle autorità giudiziarie. Non possiamo - ha continuato D'Atri - continuare a sentire risposte evasive e prive di contenuti programmatici dai vertici regionali, i quali sono chiamati a rispondere con responsabilità alle questioni delicate ed urgenti che arrivano dai territori".

 
      Tell A Friend

     ARTE: LA DRIP ART DI ANDREA GULLO IN MOSTRA NELLA SALA MUSEALE DEL CASTELLO ARAGONESE DI CASTROVILLARI CE NE PARLA INES FERRANTE REFERENTE DELL ASSOCIAZIONE MYSTICA CALABRIA et  at:  17/02/2014  

ARTE: LA DRIP ART DI ANDREA GULLO IN MOSTRA NELLA SALA MUSEALE DEL CASTELLO ARAGONESE DI CASTROVILLARI CE NE PARLA INES FERRANTE REFERENTE DELL’ ASSOCIAZIONE MYSTICA CALABRIA.

 
      Tell A Friend

     DUE MESI DI INTERDIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI PER GIANFRANCO SCARPELLI DIRETTORE GENERALE DELL' ASP DI COSENZA et  at:  17/02/2014  

Due mesi di interdizione dai pubblici uffici per Gianfranco Scarpelli Direttore Generale dell' ASP di Cosenza - La guardia di finanza ha notificato al direttore generale dell' Asp di Cosenza Gianfranco Scarpelli un provvedimento di interdizione dai pubblici uffici per la durata di due mesi. Il provvedimento e' stato emesso dal gip su richiesta della Procura nell'ambito dell'inchiesta su presunti indebiti conferimenti di incarichi esterni da parte dell'Azienda. Per la stessa inchiesta, Scarpelli, insieme ad altre otto persone, ha ricevuto nei giorni scorsi l'avviso di conclusione indagini.

 
      Tell A Friend

     CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO - XXII SEMINARIO DI STUDI DEMOETNOANTROPOLOGICI E CONNESSO XIV CONCORSO SCOLASTICO et  at:  17/02/2014  

56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12. CARNEVALE & CULTURA -  XXII SEMINARIO DI STUDI DEMOETNOANTROPOLOGICI E XIV CONCORSO SCOLASTICO-PREMIO -PAPONETTI SOVRANI FOCUS CHILE. La Consulta scientifica della Pro Loco del Pollino di Castrovillari comunica che il tema del XXII Seminario di Studi demoetnoantropologici e connesso XIV Concorso scolastico, riservato alle Classi II, III, IV e V delle Scuole secondarie superiori di Castrovillari e dell’hinterland,  è: : Mors tua vita mea -Riso, penitenza, morte e resurrezione nel tempo di Carnevale-. Terrà la lectio magistralis, agli studenti che interverranno sabato 1 Marzo 2014, alle ore 11:00, presso il Teatro Sybaris di Castrovillari, il prof. Leonardo R. Alario, della Consulta Scientifica F.I.T.P. (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), presidente I.R.S.D.D. (Istituto di Ricerca e di Studi di Demologia e di Dialettologia di Cassano Jonio). Interverranno: Mimmo Lo Polito, sindaco di Castrovillari, Lucio Rende, suo delegato alla Cultura, Giovanni Amato e Filomena Bloise, rispettivamente presidente della Pro loco di Castrovillari e Responsabile della locale Consulta Scientifica; Gerardo Bonifati, Direttore artistico del Carnevale di Castrovillari. Coordineranno Pasquale Pandolfi e Carmen Caravia, quest’ultima a stretto contatto con gli studenti, i quali proietteranno un video illustrativo realizzato da Emanuela Covucci e Carmen Varcasia, del Liceo Scientifico “E. Mattei”di Castrovillari,  sulla maialatura in Calabria, rito cruento e nello stesso tempo catartico e propiziatorio di ricchezza nella casa contadina tradizionale. Gli studenti, successivamente, potranno partecipare all’annesso concorso scolastico, redigendo un elaborato sul tema del Seminario, sotto forma di articolo, saggio breve o relazione di studio e far pervenire il tutto alla segreteria della Pro loco entro un mese dall’evento. Un’apposita commissione di esperti valuterà gli elaborati e, dopo la loro lettura e valutazione, attribuirà a ciascun elaborato il nome dell’autore che perverrà in una busta sigillata da allegare nella sede della Pro Loco, unitamente alla busta intestata dell’Ente, dove sarà conservato ciascun compito. La busta da allegare dovrà contenere: Nome, Cognome, Classe, Sezione, Istituto scolastico e Recapito telefonico. Ai primi tre classificati verranno consegnati premi offerti dagli sponsors disponibili. Al termine del Seminario di quest’anno, saranno premiati gli studenti vincitori della scorsa edizione.

UFFICIO STAMPA Anna Rita Cardamone

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - L' INDIFFERENZIATO ( PRECISAMENTE IL SECCO NON RICICLABILE) DOMANI, MARTEDI' 18 FEBBRAIO, NON VERRA' NUOVAMENTE RITIRATO et  at:  17/02/2014  

L' indifferenziato ( precisamente il secco non riciclabile) domani,  martedi' 18 febbraio, non verra' nuovamente ritirato. Cio' a causa del perdurare della chiusura della discarica di Bucita, nel Comune di Rossano, e dell' assenza di altri siti disponibili in Calabria per il conferimento, che stanno mettendo a dura prova l’intera regione.  Prosegue,invece, normalmente il prelevamento delle altre frazioni di rifiuti come da calendario. Per questo motivo l’Amministrazione comunale chiede comprensione civica e collaborazione ai cittadini al fine di affrontare  responsabilmente un’ emergenza rifiuti che la Regione tarda a risolvere. Nello specifico esortiamo tutti a non riporre fuori dalle proprie abitazioni i suddetti rifiuti, che è frazione secca,  e di conservarli, momentaneamente, all’interno  per non vederli, indecorosamente, distribuiti sull’intero territorio comunale. Appena la situazione ritornerà alla normalità sarà, comunque, cura di questa Amministrazione informarne immediatamente la cittadinanza. Il Sindaco f.to Domenico Lo Polito

 
      Tell A Friend

     PRIMARIE ALLA SEGRETERIA REGIONALE DEL PD: SARA' BALLOTTAGGIO TRA MAGORNO E CANALE? et  at:  17/02/2014  

Elezioni alla segreteria regionale del partito democratico – Non e' ancora chiaro l' esito delle primarie alla segreteria regionale del PD a poco piu' di dodici ore dalla chiusura delle urne. Un dato pero' balza agli occhi ed e' quello che circa 80.000 calabresi hanno votato. Questi i  risultati su Castrovillari: LO POLITO 1.196, MAGORNO 156, CANALE 21, VILLELLA 7, mentre A Cosenza citta':  MASSIMO CANALE 981, MAGORNO 567, LO POLITO 124, VILLELLA 121. Trecento i delegati da eleggere e il nuovo segretario dovra' poterne contare 151 altrimenti sara' ballottaggio. Due i nomi che hanno sbancato, ERNESTO MAGORNO di area renziana e MASSIMO CANALE  il più giovane in corsa e vicino a Cuperlo. L' altro candidato oltre al sindaco di Castrovillari, DOMENICO LO POLITO di area civatiana, era  BRUNO VILLELLA. Non vince chi ha raccolto piu' consensi, ma chi riesce ad ottenere piu' delegati all' assemblea regionale che sono 300. Se nessuno superera' il 50% arrivando almeno a 151 sara' ballottaggio alle cui votazioni potranno partecipare solo i 300 delegati di cui sopra. Tra i dati di rilievo quello di Cosenza citta' dove MAGORNO perde contro il reggino CANALE che a sua volta ha perso a Reggio Calabria la sua citta'. Altre note curiose quella di San Mango D' Aquino dove MAGORNO ha raccolto la totalita' dei voti vale a dire 150,mentre nel vibonese e' stata quasi dappertutto terra di canale.

 
      Tell A Friend

     56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12 - CARNEVALE & CULTURA IX EDIZIONE CINEFORUM DEDICATO A CARMINE BONIFATI FOCUS CHILE et  at:  15/02/2014  

56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12 - CARNEVALE & CULTURA IX EDIZIONE CINEFORUM dedicato a Carmine Bonifati FOCUS CHILE. Anche quest’anno inserito nel variegato cartellone della 56° Edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, dal 22 Febbraio al 4 di Marzo 2014, è inserito il Cineforum giunto alla IX edizione e dedicato a Carmine Bonifati che ha come filo conduttore il CHILE . Tre i film scelti dalla Consulta Scientifica della Pro Loco del Pollino di CASTROVILLARI, diretta da Filomena BLOISE e  che saranno proiettati nella sala 14 del Protoconvento francescano di CASTROVILLARI. L’intento dei consultori è quello di tessere la trama di un breve, ma intenso, percorso storico-culturale sulla Nazione ospite del Focus. La prima proiezione Lunedì 24 Febbraio alle ore 18,30 “NO- I GIORNI DELL’ARCOBALENO”, DRAMMATICO, STORICO. REGIA PABLO LARRAÌN.   INTERPRETATO DA GAEL GARCÍA BERNAL, ALFREDO CASTRO, ANTONIA ZEGERS, LUIS GNECCO, MARCIAL TAGLE, NÉSTOR CANTILLANA, JAIME VADELL, PASCAL MONTERO. DURATA 110 MM.   Santiago del Cile, 1988. René Saavedra (Gael Garcia Bernal) è un pubblicitario di successo e vive in una bella casa con il figlio. La madre del bambino, da cui René è separato, è un’oppositrice del regime di Pinochet ed entra ed esce da commissariati e galere. Lui è un integrato scettico. Fino al momento in cui i partiti che sostengono il No alla rielezione di Pinochet per altri otto anni si rivolgono a lui per lacampagna televisiva contro il dittatore. Per la prima volta dopo 15 anni e per 15 minuti ogni sera, una coalizione – dai comunisti ai democristiani – può parlare ai cittadini proponendo un’alternativa democratica al Generale. Saavedra si fa lentamente coinvolgere e sviluppa la giusta intuizione: bisogna comunicare con lo sguardo rivolto al futuro, mostrando ai cileni l’allegria e le possibilità che offre un paese democratico e soffermandosi poco (in un primo momento) sul giudizio storico, sugli slogan delle militanze, sull’orrore compiuto. Il No vincerà, contro ogni aspettativa, con il 55% dei consensi mettendo fine all’era di Pinochet. Martedì 25 Febbraio, doppio appuntamento, alle ore 18,30 “ISOLA 10”. DRAMMATICO. REGIA DI MIGUEL LITTIN. INTERPRETATO DA CRISTIAN DE LA FUENTE, LUIS DUBÓ, SERGIO HERNÁNDEZ, PABLO KRÖGH. DURATA: 117 MM. (UNO SGUARDO INTELLIGENTE SULL'IMPORTANZA DELLA MEMORIA DI UN POPOLO),  L’Isola di Dawson non è soltanto la culla di un suggestivo paesaggio poco a sud dello Stretto di Magellano. Nel 1973, pochi giorni dopo il colpo di stato del generale Pinochet in Cile, l’isola si trasformò in un inferno per i ministri e gli alti funzionari del deposto presidente Salvador Allende, i quali vi furono deportati per scontare una durissima prigionia durante la quale dovettero lottare contro le violenze e le torture subite e, ancor più, contro il tentativo dei militari di cancellare la loro identità e la loro dignità umana. Non si ha più un nome a Dawson, se non quello della propria baracca, Isla, seguito da un numero. Sergio Bitar, il prigioniero “Isla 10” interpretato da Benjamin Vicuna, raccontò durante l’esilio statunitense questo buio periodo della sua vita in un romanzo autobiografico a cui si è ispirato il regista Miguel Littin (Terra del fuoco, La ultima luna, Actas de Marusia: storia di un massacro), anche lui esiliato in Messico nel 1973 e, pertanto, particolarmente sensibile nei confronti di quest’opera. L’intento di Littin sembra essere quello di iscrivere un documentario all’interno della finzione, di raccontare questo delicato momento della storia cilena con estrema fedeltà, ma senza trascurare, e anzi mettendo al centro dell’attenzione, il vissuto personale di ciascun detenuto dell’isola, adottando un punto di vista estremo nell’isolamento, quasi totale, dal mondo circostante (uniche eccezioni sono la sporadica corrispondenza con i familiari e una radio tenuta clandestinamente all’interno della baracca). Le immagini d’archivio in bianco e nero si inseriscono fugacemente tra le maglie della narrazione per raccontare dei momenti fondamentali, dal tragico bombardamento al Palacio de La Moneda dell’11 Settembre 1973, alla resistenza del presidente che si rifiutò di abbandonare la sua residenza, fino al suo ultimo, straziante discorso trasmesso alla radio poco prima della morte. Littin vuole comunque rivendicare la propria autorialità ed esplicitare il suo punto di vista sulla vicenda, non limitandosi soltanto a mostrare le immagini d’archivio ma intervenendo in qualche modo su di esse, filmando - ad esempio - in bianco e nero il momento della morte del presidente Allende e prendendo così ferma posizione contro l’ipotesi, più volte contestata, del suicidio. Una soluzione, questa, che concettualmente non si discosta molto da quella operata da Oliver Stone nel suo JFK. Seppur in alcuni tratti la narrazione risulta essere eccessivamente prolissa e la dinamicità stilistica mostrata nelle prime scene - con la macchina da presa che, sfuggente, salta dirompentemente da un volto all’altro dei prigionieri e si muove tra gli spazi innevati dell’isola - va pian piano calando nel finale, il film riesce comunque a mantenere un equilibrio interno che tiene viva l’attenzione dello spettatore fino alla fine e lo coinvolge nel racconto delle tragiche conseguenze di un lontano 11 Settembre che, se non cambiò la storia dell’umanità, cambiò – senza alcun dubbio – la storia di una nazione. E alle ore 20,30  “LA CASA DEGLI SPIRITI”. DRAMMATICO. REGIA DI BILLE AUGUST. INTERPRETATO DA JEREMY IRONS, MERYL STREEP, GLENN CLOSE, WINONA RYDER, ANTONIO BANDERAS. DURATA: 140 MM. La narrazione ruota attorno a membri della famiglia altoborghese cilena dei Trueba, considerandone capostipite Esteban, proprietario terriero che ha costruito una fortuna sul proprio duro lavoro e sullo sfruttamento dei mezzadri. La sua storia va dagli anni venti al colpo di Stato del 1973 (con cui sarebbe salito al potere Pinochet) e risulta segnata dalla sua feroce e spietata determinazione sia nella gestione della hacienda sia della sua famiglia e dei suoi quattro amori: la moglie, la sorella, la figlia, la nipote. Esteban sposa Clara, giovanissima sorella della sua prima fidanzata e dotata del potere della predizione. Quando scopre Blanca, la figlia, ad amoreggiare con il suo compagno di giochi, Pedro Terzo García, figlio dell'amministratore e portatore di idee comuniste, scaccia il giovane: tuttavia i due non si dimenticano nonostante la separazione forzata. La loro figlia, Alba, sarà l'unico sprazzo di umanità per il rude nonno, diventato nel frattempo senatore nel partito conservatore per alti meriti, e, standogli vicino dopo la morte della nonna Clara e l'arresto di Blanca, addolcirà la sua aspra solitudine. Il dispotico protagonista in uno dei suoi truci scatti d'ira aveva, infatti, cacciato di casa la sorella, Férula, che morirà sola ed emarginata, non prima che una sua mistica apparizione annunci la morte imminente a Clara, l'unica persona da cui avesse ricevuto affetto e tenerezza e che, con la sua sensibilità e sensitività, si rivela essere il vero perno attorno al quale gira la vita dei morti e dei vivi della 'casa degli spiriti'. È Clara, infatti, apparendo a Blanca dopo morta, a temperare la sofferenza e l'umiliazione subite dalla figlia da parte della polizia militare durante il golpe (sostenuto dalla destra conservatrice, poi "tradito" dai militari) e in particolare dal fratellastro - nato da una contadina, una delle tante violentate da Esteban prima di sposarsi -, che in carcere la sottopone ad atroci torture per la sua vicinanza alle cellule ribelli comuniste, non meno perché figlia legittima di Trueba. A questi non rimarrà che l'amarezza e il senso di fallimento e, in ultimo, di intervenire per far liberare la figlia e far fuggire Pedro con lei in Canada. Poco prima di morire, gli appare Clara.  UFFICIO STAMPA - Anna Rita Cardamone

 
      Tell A Friend

     MORANO CALABRO - EMERGENZA RIFIUTI, L' ASSESSORE IAZZOLINO CHIEDE LE DIMISSIONI DELLASSESSORE REGIONALE PUGLIANO et  at:  15/02/2014  

Morano Calabro - Emergenza rifiuti, l' assessore Iazzolino chiede le dimissioni dell’assessore regionale Pugliano: " Non vengono premiati i comuni virtuosi ". All' indomani della costituzione del coordinamento nell' area del Pollino voluto dagli amministratori del comprensorio per gestire l' emergenza rifiuti innescata dalla chiusura delle discariche calabresi, l’assessore alla Sanità Maurizio Iazzolino torna a parlare della problematica protestando vibratamente e puntando ancora una volta l' indice contro la Regione.  «Non è possibile – afferma il rappresentante dell’esecutivo Di Leone – che a Comuni virtuosi, come il nostro, per esempio, che hanno raggiunto ragguardevoli percentuali di raccolta differenziata (circa il 65%), sia impedito di trasportare i propri rifiuti in discariche vicine, economicamente più vantaggiose. Ma, al contrario, vengano obbligati a conferire in siti assai lontani (Catanzaro). Ci domandiamo in virtù di quale astruso principio, la Regione consente a Comuni che non si trovano nelle nostre stesse condizioni, che non differenziano gli scarti, che non possono vantare percentuali come le nostre, di sversare, per esempio, nella discarica di Cassano. Mentre altri, sicuramente meglio attrezzati e che hanno dimostrato di saper promuovere la cultura della raccolta differenziata, siano costretti a recarsi nel capoluogo, con conseguenti aggravi di costi per le casse dell’Ente. E’ un paradosso inaccettabile. Che non premia l’impegno dei Comuni che pagano puntualmente i tributi dovuti, e che sono riusciti con enormi sacrifici a ridurre sensibilmente la quantità di spazzatura conferita in discarica, grazie a uno scrupoloso processo di diversificazione tutt’ora in atto. Ma che, purtroppo, rischia d’esser vanificato dalla superficialità e dalla mancanza di un serio ed efficace progetto regionale di lungo respiro. Sarebbe pertanto opportuno, stante l’inefficienza nel gestire la congiuntura, che l’assessore all’Ambiente Francesco Pugliano rassegnasse subito le dimissioni, lasciando ad altri il compito di occuparsi del problema».

 
      Tell A Friend

     CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO, CORIANDOLI, SAPORI E COLORI. I^ CONCORSO DI CUCINA DA SALA et  at:  15/02/2014  

56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12 - FOCUS CHILE. " CORIANDOLI, SAPORI E COLORI ". I° CONCORSO DI CUCINA DI SALA DEL CARNEVALE DI CASTROVILLARI. Anche quest' anno all' interno del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore che e' giunto alla 56°edizione  e che si terra' dal 22 Febbraio al 4 di Marzo 2014, sarà presente l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione " K.Wojtyla ", diretto dal prof. Bruno Barreca,  con il " I° Concorso di cucina da sala "  dal tema : " CORIANDOLI,SAPORI e COLORI del Carnevale di Castrovillari ", in programma il 28 Febbraio alle ore 9,30 presso lo stesso Istituto. L’IPSSAR, già da diversi anni si sta attivando nel proporre concorsi destinati agli allievi degli Istituti Alberghieri; quest’anno, nel rispetto della tradizione, realizza questo concorso. L’obiettivo è quello di coinvolgere concretamente i giovani degli stessi Istituti in una gara di amicizia, di impegno professionale e di sana competizione in un clima di cordialità e di allegria. L’evento, come dicevamo, si svolgerà presso l’IPSSAR “ K.WOJTILA” di Castrovillari, e prevede il cimento degli alunni di terze o di quarte classi, degli Istituti che prenderanno parte in una prova di arte di cucina di sala e di degustazione di un buon vino abbinato. Il tema del concorso è l’ elaborazione di un secondo piatto alla lampada che si ispiri alla fantasia e ai colori proprio del Carnevale.  UFFICIO STAMPA Anna Rita

 
      Tell A Friend

     CARNEVALE DI CASTROVILLARI E DEL POLLINO, II^ CONCORSO SCOLASTICO E PREMIO " U' MONACHIDDU " et  at:  16/02/2014  

56° CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE DAL 22 FEBBRAIO AL 4 DI MARZO 2014-02-12. CARNEVALE & CULTURA, FOCUS CHILE - La Pro Loco del Pollino di Castrovillari organizza un premio artistico-letterario annuale per alunni della scuola Primaria. Per partecipare e' necessario eseguire un lavoro scegliendo tra i vari generi previsti, che sono: • Recensione o tema • Poesie e filastrocche • Fumetti o disegni. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 28 febbraio 2014 alla docente referente, che provvederà subito a consegnarli alla referente, prof.ssa Filomena FERRARO, ricordando di scrivere chiaramente: Titolo, genere, il  Nome e Cognome dell’autore, Età, Scuola e classe, indirizzo e n° di telefono.  REGOLAMENTO 1. Al premio letterario ”U’ monachiddu” possono partecipare gli alunni-singolarmente o in gruppo- della quinta classe della Scuola Primaria. I lavori devono essere originali, ispirandosi al racconto “Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza”, oppure ad un altro dei racconti pubblicati dallo scrittore cileno Luis Sepulveda (“Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”, “Gatti, topi e bambini). 2. Gli elaborati devono essere scritti su fogli protocollo oppure su foglio A4 se stampati dal p.c.; nel caso dei disegni, si possono usare fogli di album o, nel caso dei gruppi, cartelloni di varie misure 3. I fogli devono essere trattati con cura e non devono essere mai piegati. 4. L’elaborato deve essere scritto in modo chiaro e leggibile. Si può usare anche il carattere stampatello, o scrivere col computer (Times New Roman 12). Nessuno correggerà eventuali errori di ortografia o altro, quindi sarà bene suggerire di stare molto attenti. 5. Buona idea sarebbe illustrare il racconto con un disegno. 6. Attenzione!!! Non si può presentare più di un lavoro per ognuno, scritto da soli o in compagnia.   PREMIAZIONE I lavori più belli, I, II e III classificato saranno premiati il 4 Marzo 2014 dalla Commissione di valutazione interna alla Pro Loco. Libro principale proposto:  Titolo Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza Autore Sepúlveda Luis. Dati 2013, 95 p. Traduttore Carmignani-  I. Editore Guanda  (collana Le Gabbianelle). DESCRIZIONE Le lumache che vivono nel prato chiamato Paese del Dente di Leone, sotto la frondosa pianta del calicanto, sono abituate a condurre una vita lenta e silenziosa, a nascondersi dallo sguardo avido degli altri animali, e a chiamarsi tra loro semplicemente "lumaca". Una di loro, però, trova ingiusto non avere un nome, e soprattutto è curiosa di scoprire le ragioni della lentezza. Per questo, nonostante la disapprovazione delle compagne, intraprende un viaggio che la porterà a conoscere un gufo malinconico e una saggia tartaruga, a comprendere il valore della memoria e la vera natura del coraggio, e a guidare le compagne in un'avventura ardita verso la libertà. RECENSIONE - In un gruppo uniforme di esseri viventi appare talvolta l'elemento che pensa in modo differente, che va controcorrente, che si dimostra ribelle. Generalmente è giovane, intraprendente, curioso e si pone delle domande. Se a queste domande nessuno dei suoi compagni - nemmeno tra i più anziani - riesce a rispondere, il coraggioso giovanotto dovrà allontanarsi dal suo mondo protetto e abitudinario e iniziare la ricerca indirizzandosi all'esterno.  Accade così anche alle lumache - ci racconta Sepúlveda - tradizionaliste e conformiste, che non rivolgono mai lo sguardo lontano e che procedono con una lentezza pressoché inarrivabile. "Me ne vado, e tornerò soltanto quando saprò perché siamo così lente, e quando avrò un nome." Così annuncia alle compagne la sua decisione di allontanarsi la nostra lumaca, suscitando disapprovazione e anche sarcasmo. Lentamente, molto lentamente, abbandona il rigoglioso prato e la protezione del calicanto e si incammina verso l'ignoto. Vuole incontrare chi potrà offrire una risposta alle sue domande. Lungo la strada incontrerà animali diversi, tra i quali un gufo un po' triste e una tartaruga molto saggia chiamata Memoria. Sarà lei a battezzarla e a dare un senso alla sua ricerca, mostrandole il grave rischio che incombe sul piccolo pezzo di terra in cui vive in pace la colonia di lumache: "La mia lentezza è servita a incontrarti, a farmi dare un nome da te, a farmi mostrare il pericolo, e ora so che devo avvertire le mie compagne."  La nostra lumaca (nel cui nome che non vi sveliamo, sarà concentrata l'essenza della sua personalità) tornerà indietro e con le compagne inizierà un viaggio verso l'ignoto. Luis Sepúlveda - Inscrivedo il suo lavoro in una delle più antiche tradizioni narrative che da Esopo arriva ad Andersen e sino ad autori come Piumini - sceglie ancora una volta la strada della favola morale per trasmettere un messaggio di pace, collaborazione, generosità. Ma anche per ricordare a tutti che il tempo è prezioso e non sempre vivere freneticamente è bene: rischiamo di perdere gli appuntamenti importanti che la vita ci riserva. UFFICIO STAMPA Anna Rita Cardamone

 
      Tell A Friend

     IL VITTORIO VENETO PROPRIETA' DELLA CITTA' DI CASTROVILLARI. LA PROPOSTA DI UNA CITTADINA et  at:  15/02/2014  

Il Vittorio Veneto proprieta' della citta' di Castrovillari. Propongo all' Amministrazione Comunale, a tutte le forze politiche e sociali e a tutti i cittadini che hanno a cuore l' Istituto Vittorio Veneto di Castrovillari di promuovere una sottoscrizione pubblica al fine di acquistare tale proprietá ai beni comunali, ritengo che solo cosi potremmo preservare oggi e in futuro tale bene da qualunque tipo di speculazione sia essa edilizia che commerciale.  La notizia della chiusura dell'Istituto Vittorio Veneto di Castrovillari, sta destando preoccupazione in tutta la città del Pollino e non solo. Non voglio stare qui a raccontare quanto e cosa rappresenta e ha rappresentato questo glorioso Istituto per la città di Castrovillari perché ogni castrovillarese e non solo, sa bene di cosa parlo, ma sento la necessità di lanciare questo accorato appello per la salvezza dell'Istituto. Tenendo bene in mente che ovviamente il Comune di Castrovillari non ha la forza economica di poter anche solo pensare all'acquisto. Credo che soltanto attraverso una sottoscrizione pubblica e guidata dall'Amministrazione Comunale con la partecipazione concreta di cittadini, di Enti e di chiunque voglia aderire si potrà salvare e preservare l' Istituto e tutta la struttura per sempre. So che ormai l' ordine delle suore che ha gestito da sempre l'Istituto è ridotto al lumicino in termini numerici ed economici e che costa mantenere una tale struttura sia da un punto di vista economico che di gestione, ma non possiamo fare finta di niente,  l'idea lanciata in questi giorni di una petizione popolare mi sembra insufficiente a risolvere il problema ma solo a tamponare la cosa, sappiamo bene cosa succede quando lo scopo principale di un tale istituto cesserà: si apriranno appettiti di tutti. Non sarebbe né il primo né l'ultimo immobile di proprietà della Chiesa che verrebbe ceduto a terzi o diventare soltanto un business per chi lo gestirà. Credo sia arrivata l'ora di dare dei segnali concreti che tutti teniamo alla nostra città a prescindere dei colori politici di ognuno, per questo invito il Sindaco Mimmo Lo Polito a volere promuovere con tutti coloro che tengono all'Istituto questa sottoscrizione pubblica per l'acquisto della proprietà e ad avviare subito una trattativa con l' Ordine proprietario dell'Istituto per studiarne la fattibilità, mettendo cosi in atto una opzione per evitare la trasformazione, l' uso diverso e/o la svendita di tale patrimonio che è parte integrante della città di Castrovillari. CITTADINA DI CASTROVILLARI Stefania Graziadio

 
      Tell A Friend

     LA GIUNTA DISTRETTUALE DELL' A.N.M. ( ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI ) INTERVIENE SULLE FALSE DICHIARAZIONI PUBBLICATE SU UN QUOTIDIANO REGIONALE CIRCA IL TRIBUNALE DI CASTROVILLARI et  at:  15/02/2014  

Con riferimento all' articolo apparso ieri sul quotidiano " l’Ora della Calabria " avente ad oggetto  " Magorno interroga la Cancellieri " la Giunta distrettuale dell' A.N.M. sente il bisogno di intervenire per fare chiarezza. Diverse sono, infatti, le inesattezze contenute nel richiamato articolo. Non risponde al vero che " il Presidente del Tribunale di Castrovillari ammette, nel piano di gestione dei servizi civili inoltrato alla Corte d' Appello di Catanzaro, che il nuovo palazzo di giustizia non  e' idoneo a garantire l' espletamento di tutte le attivita' previste ", esprimendo una " vera e propria bocciatura dell' accorpamento ". Ed, invero, il riferimento a “benefici minimi” contenuto nel piano di gestione ex art. 37 D.L. n. 98/12 è stato evidentemente travisato, trattandosi di una valutazione funzionale ad obiettivi che nulla hanno a che vedere con l’accorpamento. Quanto alla ritenuta bocciatura dell’accorpamento, trattasi di interpretazione  personale delle valutazioni di tenore ben più complesso espresse dal Dirigente nel piano di gestione.   Inoltre, nessuna contraddittorietà può essere ravvisata nella condotta del Presidente del Tribunale di Castrovillari, che ha ritenuto legittimamente di non richiedere la proroga, perché disponeva di una struttura perfettamente idonea, con riferimento alla quale, infatti, è stato rilasciato il certificato di agibilità (rilascio che presuppone l’acquisizione di tutte le autorizzazioni richieste dalla legge). Questa giunta, dunque, pur non contestando il diritto di critica con riferimento alle scelte operate dal legislatore in ordine alla revisione delle circoscrizioni giudiziarie, esprime forti perplessità sul metodo utilizzato dall’on.le Magorno, il quale  contesta l’operato di un magistrato la cui unica colpa è quella di avere dato attuazione ad una legge dello stato.

 
      Tell A Friend

     NUOVO INCONTRO DI LAVORO E CONFRONTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE SPECIALE DI CASTROVILLARI SULLA TOPONOMASTICA, GUIDATA DAL CONSIGLIERE MARIO ROSA et  at:  15/02/2014  

CASTROVILLARI, COMMISSIONE TOPONOMASTICA - Nuovo incontro di lavoro e confronto della  Commissione consiliare speciale di Castrovillari sulla toponomastica, guidata dal consigliere Mario Rosa. Alla riunione hanno partecipato, oltre al presidente,  il Sindaco, Domenico Lo Polito, i consiglieri Lucio Rende, Antonio Viceconte , Giuseppe Santagada ed i dipendenti Natale Tollot, delegato dal responsabile del Settore Urbanistico,  Francesco Tocci da quello dei Lavori Pubblici, il Comandante della Polizia Municipale, Sonia Lo Sardo, ed i responsabili Franco Martino per il Servizio Demografico e Fausto Ferraro per l’Ufficio Istat. Ha partecipato alla seduta anche il geom. Enzo Zofrea, già tecnico del Comune, il quale ha offerto la propria disponibilità a collaborare con il gruppo di lavoro, che il Sindaco si è impegnato a individuare al più presto, mettendo a disposizione la propria esperienza maturata negli anni sulla toponomastica cittadina.   “Lo strumento - ha commentato Mario Rosa a margine della riunione– è fondamentale perché offrirà a tutti una mappa del territorio comunale, con indicazione delle aree sino ad oggi non intitolate e, quindi, non facilmente individuabili. L’iniziativa ha suscitato notevole interesse nella popolazione, tant’è che continuano a pervenire richieste da parte di cittadini ed associazioni per intitolare strade e piazze.” L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)



 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI/SECONDA FIERA SOCIALE DEL LIBRO. IL 21 E 22 FEBBAIO AL PROTOCONVENTO CON INCONTRI TRA SCOLARESCHE PER AFFERMARE IL RUOLO DELLA LETTURA et  at:  13/02/2014  

CASTROVILLARI/SECONDA FIERA SOCIALE DEL LIBRO. IL 21 E 22 FEBBAIO AL PROTOCONVENTO CON INCONTRI TRA SCOLARESCHE PER AFFERMARE IL RUOLO DELLA LETTURA - Il capoluogo del Pollino e' di nuovo al centro di un' importante iniziativa culturale con l' editoria e diversi suoi protagonisti nel Protoconvento francescano per la Seconda edizione della " Fiera sociale del libro " che  si propone di attenzionare il problema della ricostruzione della comunita', messa in crisi non solo dall' economia ma anche da problemi sociali ed antropologici che esprimono un' emergenza educativa non di poco conto. Un appuntamento da non perdere, insomma, per le tante opportunità che offre, per gli interessanti incontri e riflessioni che propone tra i protagonisti dell’attività artistica, editoriale e didattica, e per capire la grande portata della lettura in una Terra le cui popolazioni sono poco abituate a leggere e dove è sempre più avvertita l’urgenza di uno sguardo più specifico sulla scuola pubblica e sul suo ruolo , da difendere sempre più.  Lo hanno annunciato ed affermato, tra le altre cose,  in una conferenza stampa- presenti  i consiglieri Lucio Rende, Armando Garofalo, l’Assessore Nicola Di Gerio e il presidente della Gas Pollino, Gerri Rubini che sostiene l’evento -  svoltasi nello studio del Sindaco, al primo piano di palazzo Gallo, durante la presentazione alla stampa dell’evento, il primo cittadino, Domenico Lo Polito,  il consigliere comunale con delega alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Russo, che hanno voluto fortemente, per conto dell’Amministrazione,  la manifestazione, che si appresta ad una terza edizione – come è stato ricordato- , curata da Antonello Fazio e Marco Gatto. Quest’ultimo castrovillarese, studioso di teoria della letteratura, estetica e musicologia, ed autore di volumi su Jameson, Gould e Said, oltre a numerosi saggi e articoli dedicati a poeti e scrittori italiani del Novecento. Entrambi hanno richiamato le connotazioni dell’appuntamento volto interamente a sollecitare la crescita dei giovani ed il ruolo che deve sempre più svolgere la cultura “che è – come ha sostenuto Giuseppe Russo- l’anticamera di qualsiasi vero sviluppo”. “L’appuntamento, che  si terrà il 21 e 22 febbraio – hanno spiegato Lo Polito e Giuseppe Russo-, è una concreta occasione per affermare l’importanza della conoscenza e del libro come strumenti sociali imprescindibili per la formazione e la crescita della persona che ancora una volta vedono le associazioni come fattori sollecitanti dello sviluppo ed elementi fondamentali di quella sussidiarietà che non può più fare a meno qualsiasi azione amministrativa locale.” Gli editori partecipanti, assieme a critici, scrittori-giornalisti, docenti, protagonisti dell’attività espressiva, intellettuali - ricordano sempre i curatori della Fiera- saranno chiamati a confrontarsi con gli studenti - grazie al coinvolgimento dei dirigenti scolastici che hanno dato la loro disponibilità-  per far capire la portata di questo immenso mondo dei linguaggi in continua evoluzione tra un’editoria nazionale, regionale e di nicchia sempre più in affanno, ma bisognosa di sostegni e dell’attenzione dei lettori.  Si partirà venerdì  alle ore 11 nel Teatro Sybaris sotto il titolo “Crescere in Italia oggi” dove interverranno oltre al Sindaco Lo Polito ed al consigliere Giuseppe Russo, il critico e interessante intellettuale Goffredo Foti, Nicola Villa per l’edizione dell’Asino, lo scrittore  Marco Minervino, la docente Carmela Filomena, l’attore Saverio La Ruina ed il direttore della Fiera , Marco Gatto. “La scrittrice Francesca Branca, dal canto suo, nel pomeriggio, dedicherà alle scuole– è stato spiegato - il workshop  “Dimmi cosa leggi”, Laboratorio sperimentale di lettura per ragazzi ed adulti. All’interno  un intrattenimento  per i bimbi dai 4 ai 6 anni, una mostra  permanente di pittura; la presentazione del libro  “Non solo Cyber (frammenti di un discorso mediologico) con Antonio Tursi, il consigliere Lucio Rende e l’autore. A conclusione della  prima giornata il concerto  per clarinetto e pianoforte del duo Synapsis con Di Tommaso e Bosa del conservatorio di Cosenza, che presenteranno  musiche di Schuman, Castelnuovo Tedesco e Rota. La mattina di Sabato 22 febbraio è invece rivolta  “alla scuola come frontiera”. Nello spazio dedicato nel Sybaris le scuole di Castrovillari incontrano lo scrittore Eraldo Affinati. Al momento parteciperanno il consigliere Giuseppe Russo, lo scrittore-giornalista Stas’ Gawronski, l’insegnante Angelo Pandolfi e Marco Gatto, direttore della Fiera. Nel pomeriggio , dalle ore 15 “Dimmi cosa Leggi e ti dirò chi sei, con  Francesca Branca ed ancora a seguire intrattenimento per i più piccoli e la mostra di pittura. Alle ore 18 la presentazione, nella sala 14 del Protoconvento,  del libro di Fulvio Mazza “La Calabria Albanese. Storia Cultura economia” con la presenza ed i contributi dell’Editore  Florindo Rubbettino e del docente Unical, Fausto Cozzetto. Il tutto verrà concluso alle ore 21 con un concerto della Nuova Synapsis Ensemble dal titolo “Le vie della musica contamporanea e la partecipazione straordinaria di Federico Biscione e Alberto Cara per un momento particolare tra le arie proprio di Biscione e Cara oltre quelle di  Capograsso, Coggiola, Corsi, Cusatelli e Testoni. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

First Page   Prev. Page   Next Page   Last Page   
Categories:

Archivio Notizie



RSS Feed