CASTROVILLARI, II EDIZIONE DI " DIALOGHI D' AUTORE ": LA CITTA' COME BENE COMUNE. UNA SERIE DI APPUNTAMENTI SUL TEMA DELLA RIGENERAZIONE URBANA et  at:  23/05/2016  

Castrovillari, II edizione di " Dialoghi d' autore ": la citta' come bene comune. Una serie di appuntamenti sul tema della rigenerazione urbana - Anche quest' anno sede della seconda edizione di Dialoghi d’Autore, che il LUA – Laboratorio di Urbanistico ed Architettura svolge annualmente sui temi della Citta' e della sua rigenerazione urbana.  L' attenzione sulla citta' di Castrovillari centro urbano del Pollino ci conduce a questo secondo appuntamento che in continuità con la prima edizione del maggio 2015 approfondisce i temi del progetto urbano ragionando sulle problematiche cittadine. I lavori si svolgeranno a partire dal 28 maggio con la presentazione di esperienze progettuali avviate in altri contesti, presi ad esempio come metodo di lavoro ed approccio progettuale, e saranno sviluppati nel laboratorio urbanistico nei 15 giorni successivi. Dal quartiere Olivitello della prima edizione a quello Macrino di quest’anno, con la significativa presenza di una ritrovata emergenza urbana, quella del nuovo Convitto Vescovile dei Sacri Cuori che verrà riattivato, quella invece sottoutilizzata dell’ex Tribunale, nonché della presenza di una delle poche piazza della città: Piazza Matteotti, ancora una volta oggetto di riflessioni. Gli autori illustreranno i loro progetti il 28 maggio alle ore 18,00 nella Sala Convegni Don Salvatore Di Marco della Chiesa dei sacri Cuori, per continuare nei giorni successivi alla Galleria D’Arte la Bilancia con la mostra permanete ed il laboratorio urbanistico. Laboratorio a cui ci si potrà iscrivere all’apertura dei lavori, per il quale sarà distribuito un DVD con i materiali minimi per le proposte di progetto che gli iscritti andranno ad elaborare, da presentare alla chiusura alle ore 18,00 dell’11 giugno. Gli autori ed i progetti protagonisti della prima giornata saranno: arch. Sabrina Mainieri e l’arch. Gaetano Leto, progettisti della Ristrutturazione e Rifunzionalizzazione dell’ Ex Convitto Vescovile dei Sacri Cuori; arch. Roberta Lucente, prof.ssa Brunella Canonaco, arch. Rosanna Anele responsabili scientifici del I Workshop “Abitare Morano”; arch. Anna Cundari, arch. Monica Levantino, arch. Rosanna Anele, geom. Fabio Petrantuono progettisti del progetto di Rigenerazione Urbana del Centro Storico di Verbicaro ai quali si aggiungeranno altre riflessioni di autori che si iscriveranno. Le giornate di studio nascono dalla necessità di avviare un proficuo confronto tra i soggetti attivi nel processo di trasformazione della città, a partire dalle amministrazioni pubbliche, come quelle comunali per arrivare ad investire delle problematiche emerse gli Enti sovracomunali come Regione, Parco del Pollino fino a quelle nazionali ed europee. Costruire e pensare la città come bene comune è il concetto di base a cui si dovrà guardare per le prospettive future. Un approccio che tiene insieme interessi e temi diversificati che necessariamente devono dialogare tra loro, che intersecano le sfere culturali e professionali di quanti si occupano di disegno urbano e territoriale, di quanti gravitano intorno al mondo dell'architettura, di quanti amministrano le nostre città e il nostro territorio o studiano e scrivono e riscrivono le regole per il loro governo ma soprattutto la galassia di quanti, singoli o organizzati, si sentono cittadini e non sudditi, di quanti a un parallelo e progressivo disinteresse, contrappongono un'idea di cittadinanza attiva, consapevole e direttamente partecipe nel determinare il futuro dei luoghi in cui vivono. F.to arch. Rosanna Anele – responsabile Scientifico LUA – Laboratorio di Urbanistica ed Architettura

 
      Tell A Friend

     MORANO CALABRO - INIZIATI I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DEL SESTO CENTENARIO DELLA NASCITA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA. MOSTRE, TEATRO, PREMI E CULTURA et  at:  23/05/2016  

Morano Calabro - Iniziati i festeggiamenti in onore del sesto centenario della nascita di san Francesco di Paola. Mostre, teatro, premi e cultura - Sabato scorso, con l' inaugurazione al Castello Normanno della mostra di opere in legno d' ulivo realizzate dal m. Riccardo Magaro' e la messa in scena in serata, all' auditorium comunale, della commedia in vernacolo calabrese:  " A padda de focu ", scritta da Mirella Turco Magno e allestita dall’associazione “Smile… Sorridiamo insieme”, hanno avuto inizio i festeggiamenti organizzati dal Comitato Promotore del VI Centenario della nascita di san Francesco di Paola e dall’Esecutivo locale moranese in onore del Taumaturgo paolano. La giornata, densa di incontri per il sindaco Nicolò De Bartolo e la sua squadra di governo, ha segnato l’avvio ufficiale della kermesse culturale, che vivrà il suo momento clou sabato prossimo, 28 maggio, nell’assegnazione del Premio san Francesco di Paola a un cittadino moranese particolarmente distintosi per il suo impegno in campo sociale, culturale e religioso. E proprio nella conferenza di presentazione delle opere scultoree del m. Magarò, visitabili sino al 5 giugno nella sala multifunzione della rocca medievale, il Primo Cittadino ha rivelato a sorpresa il nome della persona cui sarà attribuito il prestigioso riconoscimento. Si tratta dell’arciprete p. Flavio Paladino ofm, parroco da oltre quarant’anni della chiesa dei ss. apostoli Pietro e Paolo di Morano, “per aver saputo magnificamente gestire – così De Bartolo -  il complesso chiesastico affidatogli e dirigere le anime in un contesto storico difficile, cogliendo le sfide, ma anche difficoltà, i disagi e le sofferenze di uomini e donne del nostro tempo, e operando instancabilmente, con ogni mezzo, per lenire il peso della fatica quotidiana nel nome di Gesù Cristo”.  In serata, poi, in un affollato auditorium, la vita e le opere del nostro Santo, sono state sapientemente trasposte e rappresentate da bravi attori che hanno emozionato la platea, nell’unico intento di incoraggiarne la conoscenza e favorirne la devozione e Francesco. Nella medesima circostanza è stata, altresì, onorata la memoria di p. Agostino Donadio, illustre sacerdote dei Frati Minimi, nato a Morano nel XIX sec, ricordato con un busto bronzeo nel piazzale antistante il convento di Paola e segnalatosi per aver tangibilmente contribuito alla rinascita del convento di Paola e di Paterno dopo la soppressione degli ordini religiosi.  De Bartolo nel chiudere la manifestazione ha ringraziato gli uomini della sua Giunta, gli assessori «Severino e Forte, Zicari e Maradei, nonché quanti hanno reso possibile questa straordinaria esperienza umana», e portato i saluti del presidente facente funzioni della Provincia di Cosenza, Graziano Di Natale. Quindi ha rivolto a tutti l’invito a visitare, oltre alla mostra del m. Magarò, anche l’esposizione permanente d’arte sacra, “La veste della sposa”, sistemata nella chiesa del Carmine, ove si possono ammirare alcune reliquie di san Francesco, ivi compresa l’orma del piede, miracolosamente impressa su pietra a seguito del passaggio del Taumaturgo da Morano.

 
      Tell A Friend

     ANIMAL AMNESTY, A COSENZA FLASH MOB PER DIRE " NO " ALL' ARTE CHE UCCIDE et  at:  22/05/2016  

ANIMAL AMNESTY, A COSENZA FLASH MOB PER DIRE " NO " ALL' ARTE CHE UCCIDE - Comunicato stampa - Non e' poi cosi' lontana la Palermo degli animalisti che, nel 2015, si mobilitarono per dire no alla mostra di Hermann Nitsch. Non lo e' perche', grazie agli attivisti di Animal Amnesty ed Enpa, l' episodio avvenuto lo scorso dicembre, protagonista – suo malgrado – un essere senziente, non e' stato dimenticato. Durante una performance “artistica” (sic), svoltasi ai BoCs Art (struttura di proprietà del Comune di Cosenza) un maiale è stato, prima, legato e lasciato senza cibo, poi, sgozzato sotto gli occhi del pubblico. E questo in nome dell'Arte... Animal Amnesty, appena appreso il gravissimo episodio avvenuto, lo ha stigmatizzato, interessando il proprio ufficio legale. Ed Enpa ha incaricato, raccolte le informazioni del caso, il proprio staff di avvocati di intraprendere un'azione legale contro chi si è reso colpevole di un reato (che è stato filmato e confermato da più parti) non solo di maltrattamento, ma anche di violazione delle regole di macellazione. Ed è, appunto, perché sul gravissimo episodio verificatosi ai BoCs Art non cali il silenzio, che ieri pomeriggio a Cosenza, in Piazza XI Settembre, gli attivisti hanno dato vita a un'azione dimostrativa. Il flashmob ha voluto sottolineare che l'attenzione delle due associazioni è sempre vigile e che sì pretenderà maggiore rispetto delle regole, in materia di diritti degli animali e nel corso di manifestazioni che prevedano la loro presenza. Ci chiediamo se questo rispetto delle regole vi sia da parte di chi è chiamato a governare il territorio o se, in alcuni casi, non solo possa omettere il controllo, ma anche ricoprire il ruolo di committente.

 
      Tell A Friend

     CALABRIA - AUTORIZZAZIONI REGIONALI AI FINI ANTISISMICI: ADDIO SIERC ARRIVA IL NUOVO SISTEMA INFORMATIVO SISMI.CA et  at:  22/05/2016  

Calabria - Autorizzazioni regionali ai fini antisismici: addio SIERC arriva il nuovo sistema informativo SISMI.CA - Sara' presentato domani ( lunedi' 23 maggio 2016 ndr ) alle ore 15 nella sala verde della Cittadella regionale il nuovo sistema informativo SISMI.CA, che dal prossimo luglio sostituira' il vecchio sistema SIERC come piattaforma telematica per la presentazione di richiesta di autorizzazioni regionali ai fini antisismici ai sensi dell’art. 94 del DPR 380/2001. L' assessore Musmanno nell' annunciare il passaggio al nuovo sistema ha dichiarato: "il sistema consentirà l’eliminazione completa dei progetti cartacei che attualmente, ai sensi della normativa vigente, vengono presentati in triplice copia presso gli uffici regionali degli ex genii civili ". In questo modo la Regione Calabria si adegua alle direttive nazionale in termini di dematerializzazione del procedimento amministrativo. I professionisti, infatti, potranno presentare i progetti esclusivamente in formato digitale con invio telematico al nuovo sistema. Il sistema vede la luce dopo un lungo percorso, condiviso con gli ordini professionali, che avevano contestato fortemente il precedente sistema - il SIERC - in quanto esso non consente un reale snellimento dell’iter amministrativo poiché prevede ancora la presenza delle copie cartacee che si aggiungono ai file digitali che devono essere trasmessi attraverso il sistema.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, GIOVEDI' 26 MAGGIO INCONTRO-DIBATTITO: " L' EUROPA E I SUOI MURI ", SU INIZIATIVA DELL' ASSOCIAZIONE KONTATTO PRODUCTION et  at:  22/05/2016  

Castrovillari, giovedi' 26 maggio incontro-dibattito: " L' Europa e i suoi Muri ", su iniziativa dell' associazione Kontatto production - Il problema dei migranti in Europa e nel nostro Paese e' sempre piu' una provocazione alla coscienza civile ed una sfida per quanti desiderano realizzare il bene comune. Ecco perche'  l' urgenza di provare ad affrontare l' argomento non come un problema, ma " guardando "  negli occhi  gli uomini e le donne che emigrano, che cercano una vita migliore, che sono affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vittime di guerra e in cerca di felicità. Da tale irriducibile esigenza di giustizia, e non solo, l’Associazione culturale Kontatto ha pensato di organizzare, con il patrocinio del Comune, l’incontro – dibattito dal tema “L’Europa e i suoi Muri”. Questo si terrà giovedì 26 maggio, a partire dalle ore 18, in una rinomata gelateria di Castrovillari dove interverranno, moderati da Pasquale Pandolfi, responsabile attività culturali di Kontatto, il Sindaco, Domenico Lo Polito, l’assessore alle politiche sociali, Giuseppe Russo, il presidente dell’Associazione, “Città Solidale”, Giovanni Donato, il delegato regionale agli Affari dei Migranti, Giovanni Manoccio, e Donatella Loprieno, docente di diritto dei Migranti all’Unical. Il momento sarà arricchito e segnato,inoltre, da alcuni intermezzi musicali a cura del maestro Giuseppe Lo Polito alla chitarra. Al centro del dibattito <il chiedersi Chi è quell’ “altro” che bussa alle porte delle nostre società, da quali terre arriva, perché ha deciso di lasciarle per venire da noi, in Europa>, ormai dimentica, quest’ultima, di saper “Abbracciare”, delle sue radici, di che cosa l’ha generata, di che cosa era detentrice , portatrice e della cultura che la sostanzia. E’ ora , però, che si faccia carico della propria responsabilità. L’appuntamento sarà anche l’occasione per risentire le ragioni per cui l’Amministrazione comunale del capoluogo del Pollino ha aderito al bando S.P.R.A.R.   per l’accoglienza di richiedenti /titolari di Protezione internazionale e dei loro familiari , nonché degli stranieri e dei loro familiari beneficiari di protezione umanitaria. Scelta, come più volte affermato dal primo cittadino e dall’Assessore, a nome e per conto dell’intera maggioranza, che esprime chiaramente la volontà di aderire ad una vera solidarietà contro la sottocultura dell’indifferenza e del girarsi dall’altra parte, costante preoccupante del nostro Tempo. Un’iniziativa che proporrà informative ed esperienze su ciò che suscitano, determinano e creano, nell’essere affrontate,  tali emergenze a livello governativo , istituzionale e di diritto, dato che in queste situazioni le amministrazioni, a più livelli, ed i diritti inalienabili espressi nella Dichiarazione Universale vengono messi alla prova oltre le solite enunciazioni. E’, in effetti,  la sfida dell’incontro e per lo sguardo attento al bisogno dell’altro contrapposti a ciò di più disumano che il mondo sta ancora proponendo per le solite “beghe” tra Potere, Tirannia, Oppressione  e legge del più Forte a discapito dei più deboli , degli innocenti , di tutto e nonostante gli amari moniti lasciateci dal “Novecento” e che la storia ci richiama. Con questa tensione gli organizzatori dell’incontro ribadiscono l’importanza del gesto proposto, che è per non offrire conforto a una cultura che tende a ritirarsi da valori assoluti, responsabilità e forza morale. Insomma, senza  un’azione, la ripetizione delle opinioni è inutile. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CONCORSO REGIONALE SUL TURISMO NATURALISTICO E RELIGIOSO - PREMIATI DAL PRESIDENTE OLIVERIO TRA GLI ALTRI GLI ALUNNI DEL LICEO CLASSICO E DELL' ITCG DI CASTROVILLARI et  at:  21/05/2016  

Nella foto la classe I B del Liceo Classico "Garibaldi" di Castrovillari, accompagnata dalle docenti Rimola e MaffiaConcorso regionale sul turismo naturalistico e religioso – Premiati dal presidente Oliverio tra gli altri gli alunni del Liceo Classico e dell' ITCG di Castrovillari - Si e' tenuta presso la Cittadella regionale la premiazione del concorso organizzato dal Dipartimento " Turismo " sul turismo naturalistico e religioso, destinato agli alunni delle seconde e terze classi delle scuole calabresi. Un momento particolare lo ha definito il presidente Oliverio - poiché si è trattato della prima iniziativa fatta con i giovani e gli insegnanti nella Cittadella - auspicando che essa, essendo la casa dei calabresi possa essere frequentata dai calabresi e, soprattutto, dai giovani calabresi. Siamo la regione che ha tre grandi Parchi naturalistici: quello del Pollino, il Parco nazionale della Sila ed il Parco dell'Aspromonte a cui si aggiunge il Parco regionale delle Serre. " Si tratta di aree bellissime che devono essere valorizzate perché la domanda nella nicchia del turismo naturalistico è in crescita. C'è, poi, il patrimonio monumentale e culturale disseminato, perché la nostra regione è stata segnata dal monachesimo, dal passaggio di presenze importanti dal punto di vista del pensiero religioso, quindi tante abbazie, numerosi conventi ". L'incontro è stato aperto dall'intervento dei Dirigenti regionali Tommaso Loiero e Sonia Talarico. Per la sezione  "Albero monumentale – foto" si sono classificati tra i primi tre Simone Bilotta-Istituto tecnico nautico di Pizzo; Mariassunta Marrone-Itcg Pitagora Calvosa di Castrovillari; Selene Iaquinta-ITC e per geometri, istituto d'arte "Eleonora de Fonseca-Gaspare Oliverio" di San Giovanni in Fiore. Per la sezione  "Albero monumenatale -create", i primi tre sono stati Francesco Gencarelli dell'Istitututo tecnico Falcone di Acri; Maria Cristina Stumpo-ITC Falcone di Acri; Nicole Rende-Liceo classico di Castrovillari. Per le sezioni   "Culti cultura-foto" e "Culti cultura-create", rispettivamente Lorenza Raspa del Liceo Classico "Oliveti-Panetta" di Locri e Santo Antony Pace dell'Ipseoa "S.Francesco" di Paola. Nella foto la classe I B del Liceo Classico "Garibaldi" di Castrovillari, accompagnata dalle docenti Rimola e Maffia.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, ASSEMBLEA DEI DIPENDENTI COMUNALI: RIORGANIZZARE GLI UFFICI NO AI PART TIME RICHIESTO UN INCONTRO ALL' AMMINISTRAZIONE et  at:  20/05/2016  

Castrovillari, assemblea dei dipendenti comunali: riorganizzare gli uffici e no ai part time richiesto un incontro all' amministrazione  -   L' Assemblea dei lavoratori del Comune di Castrovillari, svoltasi questa mattina nel salone del palazzo di citta', ha affrontato  diffusamente le questioni legate al contratto decentrato, alla liquidazione del salario accessorio 2014/2015 ed ai part time, decidendo per questi ultimi l’aumento dell’orario di lavoro. L’urgenza improrogabile per i part time, scaturita dal dibattito, è stata riconsegnata alla rappresentanza sindacale unitaria ed ai Territoriali che dovranno chiedere un incontro all’Amministrazione comunale per concretizzare tale esigenza e inserirla in un contesto più generale di riorganizzazione degli uffici. Forte e chiaro, in più passaggi, da parte di queste unità, l’importanza di avere riconosciuto questo diritto dopo anni d’impegno, creando le condizioni per dare soluzione definitiva alle diverse posizioni anche alla luce dei pensionamenti che si succedono nell’ente. Presenti per l’occasione,  oltre la rappresentanza sindacale unitaria, i dirigenti territoriali di categoria Franco Spingola per la Cgil, Antonello Borsani per la Cisl e Silvano Scarpino per la Uil che, in più  modi e da diverse angolazioni, hanno richiamato , spiegato e rilanciato l’impegno unitario del Sindacato per le legittime istanze e per il contratto decentrato. I lavori sono stati introdotti dal coordinatore Pino Basile - che ha convocato i dipendenti- e contrassegnati da diversi interventi sul perché del momento e sull’importanza di coinvolgimenti e gesti del genere. L’assemblea durante il confronto ha espresso pure esigenze ed urgenze legate all’organizzazione del personale che , nell’ultimo incontro della delegazione trattante con la parte pubblica,  sono state affrontate con l’Amministrazione e la dirigenza alla luce di una ventilata rimodulazione dell’esistente per ottimizzare la “macchina municipale”. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     DIAMANTE, DOMANI DALLE ORE 17:30 PRESENTAZIONE DELLA NUOVA CONDOTTA SLOW FOOD " RIVIERA DEI CEDRI " PER L' OCCASIONE UN ANTEPRIMA DEL " PEPERONCINO JAZZ FESTIVAL " CON IL CONCERTO DEL PIANISTA ESTONE KRISTJAN RANDALU et  at:  20/05/2016  

Diamante, domani dalle ore 17:30 presentazione della nuova Condotta SLOW FOOD " Riviera dei Cedri " per l' occasione un anteprima del " Peperoncino jazz festival " con il concerto del pianista estone Kristjan Randalu - Domani, sabato 21 maggio, alle ore 17:30, presso l' Hotel Riviera Bleu di Diamante, verra' presentata ufficialmente la nuova Condotta SLOW FOOD " RIVIERA DEI CEDRI ". La condotta, istituita in un territorio fortemente caratterizzato dalla coltura di un agrume tanto prelibato, quanto a rischio di estinzione, qual e' il cedro, si porra', come le altre oltre 1.300 presenti in tutto il territorio mondiale, di diffondere la filosofia del " buono, pulito e giusto ", che da anni costituisce lo slogan vincente di Slow Food, famosa organizzazione internazionale fondata da Carlo Petrini che proprio quest’anno festeggia il trentennale. Il ricco pomeriggio adamantino avrà inizio alle ore 17.30 con la presentazione delle finalità che la nuova condotta calabrese perseguirà sul territorio e con l’ufficializzazione del Comitato di condotta; a seguire, l’interessante convegno “Biodiversità, Territorio e Turismo Sostenibile”, che vedrà la partecipazione oltre che degli amministratori dell’ampio territorio di riferimento (ricordiamo che, geograficamente parlando, la Riviera dei Cedri si estende da Tortora a Paola) e dei rappresentanti regionali di Slow Food, anche di importanti ospiti del mondo del turismo, della cultura e dell’enogastronomia. Si proseguirà, poi, con una degustazione di prodotti a base di cedro: si andrà dall’aperitivo preparato in esclusiva dal mitico Ninì Belcastro (Caffè Ninì) ai caratteristici prodotti delle Officine dei Cedri; dagli stuzzichini salati preparati dal ristorante Panza e Crianza, alla mitica torta al cedro della blasonata Pasticceria Aronne di Santa Maria del Cedro. Dopo il momento istituzionale e quello enogastronomico, sarà la volta del connubio con l’evento musicale calabrese nato quindici anni fa proprio nella capitale della Riviera dei Cedri (Diamante, appunto) e divenuta, nel tempo, una rassegna itinerante nelle più belle località calabresi, annoverata ormai da anni dalla critica come uno dei festival jazz più importanti d’Italia. Parliamo del Peperoncino Jazz Festival, evento che proprio in questi giorni si è confermato (per il sesto anno consecutivo) tra i primi cinque festival jazz d’Italia all’esito dei Jazzit Awards - l’annuale referendum indetto dalla prestigiosa rivista specializzata Jazzit - che in occasione di questo primo atto ufficiale di Slow Food sul territorio dell’alto Tirreno Cosentino, darà anch’esso un primo assaggio di quella che si preannuncia come una incredibile XV edizione, che con 60 concerti in programma da metà giugno ai primi di ottobre, ancora una volta caratterizzerà nel segno del miglior jazz italiano ed internazionale tutta l’estate calabrese. In attesa di svelare, a brevissimo, il ricchissimo programma dell’edizione 2016, il festival organizzato dall’Associazione culturale Picanto e diretto artisticamente da Sergio Gimigliano proporrà, in anteprima e in esclusiva italiana, il concerto in piano solo del pianista estone Kristjan Randalu (ingresso libero). Non ancora quarantenne, Kristjan studia a Colonia con John Taylor, poi con Django Bates a Londra, fino ad approdare  alla prestigiosa Manhattan School of Music di New York. Da qui, inizia una carriera strepitosa, costellata di collaborazioni importanti (tra le altre, si ricordano quelle con Dave Liebman, Ari Hoenig, Nguyên Lê, Nils Petter Molvaer,  Maria Schneider, la Stuttgart Chamber Orchestra, la Tallinn Chamber Orchestra e la London Symphony Orchestra, nonché il polistrumentista e cantante tunisino Dhafer Youssef, che lo voluto al suo fianco dal 2011 e al quale Youssef prima di ogni concerto chiede: "Fammi volare!") e di esibizioni nei più importanti locali e teatri del mondo (dalla Carnegie Hall al Lincoln Center di New York, dalla Barbican Hall al Konzerthaus di Berlino). Dotato di una tecnica impeccabile e, al contempo, di una grande sensibilità musicale e considerato uno dei pianisti più interessanti della sua generazione (c’è chi lo ha paragonato a Keith Jarrett o a Chick Corea, mentre Herbie Hancock lo ha definito semplicemente “un pianista abbagliante”), Randalu si muove tra musica classica e jazz con equilibrio e senso della simmetria unici; il suo tocco è originale, chiaro e preciso, caratteristica che gli è valsa la vittoria di diversi, importanti premi (su tutti, al Montreaux Jazz Festival, dove, nel 2002, ha vinto il concorso per pianoforte solo), oltre a una nomination ai Grammy Awards nel 2006.  Già apprezzato dal pubblico del Peperoncino Jazz Festival lo scorso anno in occasione di uno dei concerti realizzati in Sila al fianco del sassofonista “vichingo” Trygve Seim, in occasione di questa attesissima anteprima del festival musicale più piccante d’Italia il pianista estone, grazie anche alla collaborazione dell’Associazione culturale Diamante La Grande Bellezza, si esibirà all’ora del tramonto (alle ore 19.30), nel suggestivo scenario della spiaggia più bella di Diamante (Riviera Bleu), dialogando, in solo, con la bellezza del paesaggio della Perla del Tirreno.

 
      Tell A Friend

     MORANO CALABRO, GLI ALUNNI DELL' ISTITUTO COMPRENSIVO A SCUOLA DI ENERGIA RINNOVABILE et  at:  20/05/2016  

Morano Calabro, gli alunni dell' Istituto Comprensivo a scuola di energia rinnovabile - " Il sole in classe”, ANTER e Comune insieme per le rinnovabili, una interessante iniziativa patrocinata dall' amministrazione De Bartolo e promossa dall' ANTER ( Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili ), svoltasi nei giorni scorsi a Morano presso l' auditorium comunale. La manifestazione ha coinvolto gli scolari del locale Istituto Comprensivo ed e' consistita in una minuziosa lezione sulle forme di energia rinnovabili presentata dal dr. Antonio De Filpo, responsabile dell’ANTER. Mediante l’ausilio di immagini e filmati ammanniti dall’organizzazione e calibrati su un uditorio notoriamente ricettivo e aperto ai processi d’innovazione, come si qualifica quello studentesco, sono state illustrate le tecniche di produzione che consentono di creare energia ricavata da fonti alternative a quelle fossili e, soprattutto, non inquinanti. Si è parlato di geotermia, sistemi eolici, fotovoltaici e solari, idroelettrici, biomasse, e spiegato all’attento parterre il vantaggio, per l’uomo e per l’ambiente, che deriva dall’utilizzo di sorgenti pulite. E’ stato evidenziato come occorra proteggere il pianeta, sovente minacciato da azioni irresponsabili che insidiano i delicati equilibri sui cui si regge.  «Come amministratori – ha affermato l’avv. Sonia Forte, all’evento nelle vesti di assessore alla Pubblica Istruzione - coscienti dell’urgenza di sensibilizzare le nuove generazioni su problematiche così complesse e sulle quali si gioca il futuro dell’umanità, abbiamo inteso patrocinare questo forum e dare il nostro contributo concreto alla cura della “casa comune”. I nostri figli non chiedono precetti impartiti dall’alto, ma esempi e testimoni credibili. Noi per primi, come predicava Gandhi, “dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere”. Alle parole di Forte fanno eco quelle dell’assessore all’Ambiente Biagio Angelo Severino, il quale ha sottolineato come «l’impegno dell’esecutivo nelle politiche ambientali prosegua alacremente» e spazi dai «successi riguardanti le percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti», ai diversi «impianti fotovoltaici già installati» nonché sullo sfruttamento della «centralina idroelettrica “cinque portelle” e i progetti di natura ecologica portati a compimento o in itinere». «I ragazzi – ha detto Severino – sono il nostro presente, non solo il futuro. E nella convinzione di dover consegnare loro un mondo migliore, ci muoviamo e agiamo quotidianamente per il bene della collettività». Le conclusione del sindaco Nicolò De Bartolo hanno fotografato una realtà bisognosa di cure amorevoli. Citando la meravigliosa enciclica di papa Francesco “Laudato si’”, «spettacolare sintesi tra fede e ambientalismo responsabile», il capo dell’esecutivo ha dapprima lanciato un monito finalizzato a suggerire «comportamenti corretti e riguardosi dell’ambiente», quindi ha evidenziato la necessità di «lavorare tutti nella medesima direzione, istituzioni e cittadini, per realizzare condizioni che favoriscano la green economy e sensibilizzino ad un utilizzo equo e consapevole delle risorse».  De Bartolo ha, poi, chiuso ringraziando gli attori che hanno reso possibile l’incontro. ( comunicato )

 
      Tell A Friend

     L' ASSOCIAZIONE " BASTA VITTIME SULLA STRADA STATALE 106 " ESPRIME I COMPLIMENTI ALL' AVV. MORERO, DOPO VENT' ANNI RICONOSCIUTA UNA CORRESPONSABILITA' DELL' ANAS NELLA CAUSAZIONE DEL SINISTRO et  at:  19/05/2016  

L' Associazione " Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 " esprime i complimenti all' avv. Morero, dopo vent' anni riconosciuta una corresponsabilità dell' ANAS nella causazione del sinistro - L' Associazione " Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 " intende esprimere i propri complimenti all’Avv. Giuseppe Morero, del foro di Castrovillari il quale, dopo 20 anni, nel dicembre 2015, ha ottenuto una sentenza, emessa dalla Corte d' Appello di Catanzaro che ha riconosciuto una corresponsabilità dell' ANAS nella causazione del sinistro occorso ad un cittadino di Cassano Jonio mentre percorreva la S.S. 106, in prossimità del camping " Raganello ".  L’Associazione precisa che la suddetta sentenza è stata ottenuta dopo che il Tribunale di Castrovillari prima e la Corte d'Appello di Catanzaro poi, avevano rigettato la domanda di risarcimento danni proposta dagli eredi del defunto. La Corte di Cassazione, però, con una sentenza che farà giurisprudenza, ha riconosciuto l'errore che aveva commesso la Corte d'Appello di Catanzaro e ha cassato con rinvio alla Corte d'Appello di Catanzaro in diversa composizione che, con la sentenza del dicembre 2015, ha riconosciuto la corresponsabilità dell'ANAS nella causazione del detto incidente.  Il presidente Fabio Pugliese ha subito contattato – per esprimere la massima soddisfazione dell’intera Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – l’Avv. Giuseppe Morero il quale ha affermato che “i motivi preminenti che mi hanno fatto accettare il mandato per la detta causa sono stati due: quella di far ottenere giustizia ad una delle tante vittime che da tempo immemore causa la maledetta S.S. 106; la grande convinzione che ho nella giustizia che, fortunatamente, nel dicembre 2015, è stata fatta ". L’Associazione evidenzia, oltre ai meriti conseguiti dall’Avvocato in campo legale, anche quelli umani: per una serie di ragioni Morero già dalla fine degli anni 90' ha deciso di anticipare di tasca propria le spese vive senza nulla chiedere ai propri assistiti fino all'emissione delle sentenza. L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, infine, vuole sottolineare la grande importanza di ciò che è accaduto rinnovando l’invito a tutti gli organi di stampa alla diffusione di queste notizie che riteniamo di vitale importanza: se i cittadini quasi sempre rassegnati e disillusi non iniziano a lottare affinché i loro diritti non vengano continuamente calpestati sulla S.S.106 non cambierà mai nulla mentre, invece, se ognuno di noi farà la propria parte riusciremo certamente a dar vita, tutti insieme, ad un grande processo di cambiamento che muterà la “strada della morte” in una strada della Vita, dello sviluppo e della giustizia. Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”

 
      Tell A Friend

     21 MAGGIO " NOTTE EUROPEA DEI MUSEI ", ADERISCE ANCHE IL MUSEO NAZIONALE ARCHEOLOGICO DELLA SIBARITIDE. LO SCORSO ANNO FURONO 3.000 I MUSEI DI 30 NAZIONI EUROPEE A PARTECIPARE ALL' INIZIATIVA et  at:  19/05/2016  

21 maggio " Notte europea dei Musei ", aderisce anche il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide. Lo scorso anno furono 3.000 i musei di 30 nazioni europee a partecipare all' iniziativa. E' giunta alla dodicesima edizione la " Notte europea dei Musei ", posta sotto il patrocinio del Consiglio d' Europa, dell' Unesco e dell' ICOM al fine di valorizzare l' Identita' culturale europea, si colloca tradizionalmente a ridosso dell' International museum day, evento annuale promosso dall' ICOM fin dal 1977 e rivolto alla valorizzazione dei Musei e del Patrimonio culturale. Alla precedente edizione hanno aderito oltre 3.000 musei distribuiti in 30 nazioni europee. Per l’occasione, come da tradizione, è stata prevista una apertura straordinaria di tre ore, oltre il consueto orario, al prezzo simbolico di 1,00 euro, salvo le gratuità previste per legge. Per celebrare la Notte dei Musei, gli Istituti aderenti all’iniziativa integreranno il tradizionale percorso di visita con l’apporto di tutte le arti (teatro, musica, letteratura, cinema ecc.), in modo tale da dare ulteriore sostanza alla definizione di "Museo" anche come luogo di "diletto" data da ICOM e puntualmente recepita nell’art. 1 del "Decreto Musei" del 23/12/2014:  "Il museo è una istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. È aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali dell’umanità e del suo ambiente; le acquisisce, le conserva, le comunica e le espone a fini di studio, educazione e diletto, promuovendone la conoscenza presso il pubblico e la comunità scientifica ". In occasione della " Notte europea dei Musei ", il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide promuove, in collaborazione con l' Associazione Socio Culturale no-profit Streata Majstra di Cassano all' Ionio (CS), un progetto per la valorizzazione del patrimonio storico, culturale, paesaggistico ed enogastronomico. Il programma prevede l' apertura serale dalle ore 20.00 fino alle ore 23.00; visite guidate a partire dalle ore 20.00; mostra fotografica: " Immagini senza tempo sulle tradizioni, la gastronomia e il dialetto cassanese ". Dalle ore 22.00, nell'area antistante la struttura museale: " Vini che passione ", uno spazio appositamente dedicato alla degustazione di prodotti tipici locali e di vini provenienti da diversi vitigni locali, offerta a titolo gratuito dall’Associazione Streata Majstra, allo scopo di riscoprire i gusti e i sapori delle ricette tradizionali ed enogastronomiche del centro storico cassanese.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, ORDINANZA MUNICIPALE PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE IN OCCASIONE DEL QUINTO MEMORIAL " FRANCESCO DE BIASE /TROFEO BARBARA MALOMO " et  at:  19/05/2016  

Castrovillari, ordinanza municipale per la regolamentazione della circolazione in occasione del quinto Memorial " Francesco De Biase /Trofeo Barbara Malomo " - Con l' Ordinanza n. 5412, a firma del Comando della Polizia Locale di Castrovillari, il Comune regolamenta  la circolazione dei veicoli in occasione dello svolgimento della gara podistica " V° Memorial avvocato Francesco De Biase – Trofeo Barbara Malomo ", programmata per la mattina di domenica 22 maggio con partenza ed arrivo in piazza Municipio dopo un percorso di ben dieci chilometri.  Dalle ore 9 alle ore 11 il traffico sarà interdetto su corso Garibaldi  dall’intersezione con corso Luigi Saraceni a quella con via Enrico Turco; ed ancora su via Roma nel tratto compreso  tra corso Garibaldi , via Casini e via del Popolo; e poi su via Caldora. Il divieto di sosta con rimozione forzata, invece, sarà attivo su via Mazzini  dall’incrocio  con Largo Cavour a quello con  via dei Martiri 1799.  L’uscita dalla città nelle ore suddette è garantita , poi, sul senso unico via Padre Pio sino a viale Caldora; su via xx Settembre dall’intersezione con via Pollino sino all’incrocio con via Coscile ed obbligo di svolta, inoltre,  su via SS. Medici. Mentre la divisione in corsie, con l’ausilio di transenne e  affinché una parte delle strade serva il passaggio dei podisti  e l’altra  i veicoli, riguarda  corso Garibaldi  dall’incrocio con piazza Giovanni XXIII a quella con corso Luigi Saraceni; ancora corso Garibaldi dall’intersezione con via Turco sino a quella con Largo Cavour; via Mazzini  per tutta la sua lunghezza e via Roma dall’incrocio con  via Pollino sino a quello con via del Lavoro. L’Ufficio stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     A MORANO SI VA IN BICI CON PINOCCHIO. GIORNATA DI EDUCAZIONE STRADALE, SPORT E DIDATTICA et  at:  19/05/2016  

A Morano si va in bici con Pinocchio. Giornata di educazione stradale, sport e didattica - " Pinocchio in bicicletta " arriva a Morano. L' Amministrazione comunale e l' ASD, Associazione Sportiva Dilettantistica " Ciclisti del Polino ", insieme nella promozione dei valori sani dello sport, hanno condiviso nei giorni scorsi un poliedrico percorso educativo rivolto ai ragazzi della scuola primaria del locale Istituto Comprensivo. Alla presenza del sindaco Nicolò De Bartolo e degli assessori Sonia Forte e Biagio Angelo Severino, del rappresentante della Federazione Ciclistica Italiana – Comitato Regionale (settore giovanile), Francesco Corrado, del Giudice Federale, Antonio Rebecchi, il presidente del sodalizio promotore, Antonio Gioia e il responsabile settore mountain bike, Pietro D’Ambrosio, hanno tenuto una dettagliata lezione sul corretto utilizzo e conduzione della due ruote, il tutto corredato da importanti riferimenti alla meccanica del velocipede.  Assai interessante e molto seguito dai giovani studenti l’intervento degli agenti della Polizia Stradale di Cosenza, Maurizio Attanasio e Luigi Perenz, i quali si sono intrattenuti sui precetti comportamentali da tenere alla guida dei mezzi ciclabili. Si è trattato di un vero e proprio briefing sull’educazione stradale, ivi comprese le norme e le precauzioni da adottare per aumentare la sicurezza in strada, che ha riscosso enorme successo tra i ragazzi. Non è mancata la dimostrazione di come la teoria debba tradursi in azioni concrete. Un percorso di gara ad ostacoli ha molto divertito gli scolari, i quali hanno così festeggiato l’iniziativa e guadagnato un coloratissimo attestato di partecipazione.  «Siamo fortemente impegnati – ha affermato l’assessore alla Pubblica Istruzione, Sonia Forte – a sostenere da vicino la formazione dei nostri ragazzi. L’iniziativa, conclusa grazie alla fattiva collaborazione dell’ASD “Ciclisti del Pollino”, ha consentito ai bambini di apprendere le norme principali da seguire con scrupolo quando si è alla guida della bicicletta. Ma è stata anche occasione per sottolineare i principi dello sport quali paradigmi di vita e di buona aggregazione da proporre in un sistema sociale particolarmente sbilanciato e teso a favorire eccessivamente le nuove tecnologie a discapito di forme di svago più semplici e forse modeste, ma ad elevata capacità pedagogica». Compiaciuto il primo cittadino Nicolò De Bartolo. Il quale nel «ringraziare quanti hanno contribuito alla riuscita dell’evento, in particolare l’Associazione Sportiva Dilettantistica / Ciclisti del Pollino, la Polizia Stradale di Cosenza e il dirigente scolastico Walter Bellizzi», ha posto l’accento sulla necessità di «rimanere accanto ai bambini nel loro delicato processo di crescita» e salutato con «enorme soddisfazione e gradimento la copiosa presenza del corpo discente e, in generale, lo spirito che ha animato la bella manifestazione».

 
      Tell A Friend

     TELETHON/CUORI DI BISCOTTO, ANCHE A CASTROVILLARI SABATO 21 E DOMENICA 22 MAGGIO SARA' POSSIBILE SOSTENERE LA RICERCA SCIENTIFICA SULLE MALATTIE RARE, L' APPUNTAMENTO E' IN PIAZZA MUNICIPIO et  at:  18/05/2016  

Telethon/Cuori di biscotto, anche a Castrovillari sabato 21 e domenica 22 maggio sara' possibile sostenere la ricerca scientifica sulle malattie rare, l' appuntamento e' in piazza Municipio - Sabato 21 e domenica 22 maggio presso Piazza Municipio in Castrovillari sara' possibile ricevere i Cuori di Biscotto e sostenere cosi' la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. L' iniziativa e' inserita nell’ambito della campagna di primavera Telethon a cui ha aderito anche l'associazione LIPAMBIENTE con la collaborazione del Coordinamento Provinciale Telethon di Cosenza. Ogni scatola di " Cuori di biscotto ", contiene 18 canestrelli di pastafrolla al burro a forma di cuore e una bustina di zucchero a velo, per un peso complessivo di 300g. I biscotti sono racchiusi in una scatola di latta pensata per essere riutilizzata e per poter continuare a vivere nelle case come elegante contenitore. “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore” è il messaggio che si legge sulla confezione per ricordare l’importanza della generosità e della voglia di donare per sostenere la ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche rare.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - INTERVENTO PROGRAMMATO DEGLI ARTIFICIERI DELLA " MANES " A BELSITO NEL COSENTINO et  at:  18/05/2016  

Castrovillari - Intervento programmato degli artificieri della " Manes " a Belsito nel Cosentino. I Guastatori della 2^Compagnia dell' 11° Rgt  Genio, sono intervenuti ieri in Contrada Cona, nel Comune di Belsito(Cs) per un rinvenimento di un ordigno bellico inesploso. L' oggetto e' stato casualmente ritrovato in un terreno privato e gli specialisti della Caserma " Manes "di Castrovillari  lo hanno identificato come una bomba da mortaio tedesca da 81mm. Supportati da una cornice di sicurezza delle Forze dell'Ordine e con la collaborazione dell'assistenza sanitaria, il Team ha messo in sicurezza, rimosso e trasportato l'ordigno in una cava poco distante dove è stato fatto detonare in maniera controllata. Dopo attenta verifica la zona è stata dichiarata sicura dai militari del Genio che hanno provveduto a rimuovere ogni frammento metallico. Continua assidua e metodica l'opera degli artificieri dell'Esercito, sempre attivi nel supporto alle Prefetture e Comuni , per la sicurezza dei cittadini e la messa in sicurezza dei residuati bellici

 
      Tell A Friend

     DALL’ AUSTRALIA A ROSSANO DOMENICA 22 MAGGIO FREE HUGS, " ABBRACCI GRATIS ", L' INVITO ALLA PRIMA EDIZIONE E' DI EURISTEO CERAOLO CHE DICHIARA: " SARA' FORTEMENTE CONTAGIOSO E TRAVOLGENTE COME UNO TSUNAMI " et  at:  18/05/2016  

DALL’ AUSTRALIA A ROSSANO DOMENICA 22 MAGGIO FREE HUGS, " ABBRACCI GRATIS ", L' INVITO ALLA PRIMA EDIZIONE E' DI EURISTEO CERAOLO CHE DICHIARA: " SARA' FORTEMENTE CONTAGIOSO E TRAVOLGENTE COME UNO TSUNAMI " - 1° Abbracci Gratis regionale a Rossano - L'  invito all' abbraccio gratuito e' di Euristeo Ceraolo che dichiara: " Sara' fortemente contagioso e travolgente come uno Tsunami ".  Appuntamento in Piazza B. Le Fosse (zona Garitta vigili) domenica 22/05/2016 ore 18.30/20.00 per la prima iniziativa sociale a Rossano del “Free Hugs”. L'idea è molto semplice quella per esempio di camminare per le strade del centro storico o incontrarsi in piazza, in strada, al mare, al centro commerciale o in un qualsiasi luogo pubblico e fermarsi per qualche momento in un punto, aprendo le braccia e invitando i passanti per un semplice abbraccio. L'idea è quella di provare ad abbracciare e di essere abbracciato. Abbracciare ed essere abbracciati……!!! Mi piacerebbe considerarlo un modo “gratuito” per accorciare le distanze tra tutti noi; quando abbracci uno sconosciuto non gli chiedi prima come si chiama, da dove viene, chi è, a chi appartiene, a quale colore politico, razza o etnia, non ti interessa la sua religione, sesso, o altro ma abbracci e basta, chiunque esso sia. E' quindi forse il modo più bello, onesto e sincero per ritornare ad essere umani. Il Movimento degli abbracci gratis nasce a Sidney (Australia) e risale a circa dieci anni fa. Fu Juan Mann a lanciare il primo esperimento dei Free Hugs, tra il 2004 e il 2006, per poi diffondersi in molte altre città del mondo, consiste nel Donare Abbracci Gratis ai passanti nei luoghi pubblici, la cui idea  è semplicemente quello di offrire un atto casuale di gentilezza disinteressata ed è quello che faremo in piazza con tutto il gruppo dei partecipanti. Con un abbraccio, si può riempire in un solo attimo l'anima, anche in un momento di sofferenza si può lasciare un grande segno. Lo scopo degli abbracci gratis è offrire un atto casuale di gentilezza disinteressata, abbattere il muro di indifferenza che separa le persone. Per aderire alla giornata è molto semplice. Basta invitare un po’ di amici prendere un cartello e scriverci sopra “Mi abbracci? "Dono Abbracci", "Abbracci Liberi",  "Regalo Abbracci", "Abbracciamoci" “Free Hugs” anche nella propria lingua di provenienza. Oppure semplicemente “Abbracci Gratis” e scendere tra la gente. Se l'idea ti piace, iscriviti e partecipa anche tu al gruppo facebook: Abbracci Gratis Rossano - Calabria Free hugs - PER INFO: https://www.facebook.com/groups/AbbracciGratisRossano/ Sicuri del successo dell’ iniziativa...vi aspettiamo numerosi! Un Abbraccio  Gruppo Free Hugs Rossano (Jonio-Pollino) Ceraolo Euristeo

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, FESTIVAL RICORRENTE DEI LETTORI, " THE READERS ", VENERDI' 20 MAGGIO PRESENTAZIONE DEL LIBRO DEL GIORNALISTA E SCRITTORE FILIPPO VELTRI: " LA CALABRIA DOLENTE 2.0 " et  at:  18/05/2016  

Castrovillari, Festival Ricorrente dei Lettori, " The Readers ", venerdi' 20 maggio, alle ore 18, nel Circolo cittadino di Castrovillari, verra' presentato il libro del giornalista e scrittore Filippo Veltri:  " La Calabria dolente 2.0 " - A Tu per Tu con chi ha visto " in presa diretta " e registrato sempre, grazie anche al proprio lavoro, il grande bene che consiste la Calabria, nonostante il dolore ed il malessere ancora presenti.  Venerdi' 20 maggio, alle ore 18, nel Circolo cittadino di Castrovillari, verra' presentato il libro del giornalista e scrittore Filippo Veltri,  " La Calabria dolente 2.0 " per i tipi della Citta’ del Sole. La nuova edizione, dopo  quella  del  2013,  e' una narrazione analitica aggiornata sulle difficolta' che angustiano ancora la nostra regione, e alla luce, pure, di quanto accaduto in questo lasso di tempo ;  l’opera  si avvale della prefazione di Rocco Valenti, direttore del Quotidiano del Sud. Al centro di quest’altra fatica di Veltri, dunque, le tante impasse della Calabria, sempre, purtroppo, eccessivamente presenti in più settori e campi della vita sociale e non solo, e ancora più radicate, in attesa, “sempre”, di essere affrontate e risolte tra capacità, volontà, potenzialità e dedizioni di tanti cittadini, a più livelli, che affermano, comunque, con il loro impegno, sacrificio e laboriosità, anche nelle istituzioni, i talenti di un popolo ricco di carattere e costantemente pronto per un bene comune, desideroso di crescere sempre più. Su questo si giocherà il confronto a più voci e l’Incontro con l’Autore, testimone e attento cronista di tanti fatti nonché osservatore scrupoloso della realtà e di protagonisti ed interpreti della storia regionale. La manifestazione è patrocinata dal Comune, dalle Associazioni “Circolo Cittadino” ed “IntegrandoSì”, e organizzata, nell’ambito della Terza Rassegna del Festival Ricorrente dei Lettori, “The Readers” , in programma sino al 31 maggio, dall’Accademia Pollineana in concomitanza con la manifestazione nazionale supportata dal MIUR e dal MIBACT, nonché dal Centro italiano per il Libro e la Lettura, “Il Maggio dei Libri”.  Al momento, dopo i saluti del Sindaco, Domenico Lo Polito, dell’Assessore alla Cultura, Angela Lo Passo, e del presidente del Circolo, Angelo Giannoni, interverranno ,moderati dal vicepresidente dell’Accademia, Pasquale Pandolfi, il presidente dell’Ente Parco nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, ed il Vescovo della Diocesi di Cassano allo Jonio, monsignor Francesco Savino oltre, naturalmente, l’autore. Mentre le letture di alcuni passi del testo verranno curati ed interpretati dalla “voce” della professoressa Minnella Bloise, presidente  della Pollineana e ormai meticolosa veterana di questo tipo d’espressività comunicativa. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     LA PRO LOCO DI CASTROVILLARI INCONTRA SUA SANTITA'. IL DIARIO DI BORDO SCRITTO DA GERARDO BONIFATI et  at:  18/05/2016  

La Pro Loco di Castrovillari incontra sua Santita'. Il diario di bordo scritto da Gerardo Bonifati - Questa volta voglio scrivere e descrivere personalmente le emozioni e le sensazioni di un viaggio che ha segnato l' animo di noi tutti e che ha determinato la scrittura di una pagina indelebile nella storia della Pro Loco di Castrovillari. Un viaggio, del gruppo folklorico accompagnato dal presidente Eugenio Iannelli, allegro e spensierato pieno di aspettative e desideri , ricco di speranza e voglia di preghiera fatto con la consapevolezza di partecipare ad un grande evento ancora da protagonisti, umili. Finalmente a Roma, dopo sistemazione e cena,  ci siamo recati a Trastevere per godere della magia dei luoghi che ispirarono Trilussa e che oggi, invasi da numerosi turisti,  ispirano ancora i tanti  artisti  animatori delle affascinanti ed indimenticabili  notti romane.  Ritornati in albergo, fatte le ultime raccomandazioni per l’osservanza dell’orario di sveglia e la vestizione degli abiti tradizionali, breve riposo. Alle sei del mattino trasferimento nella straordinaria cornice della piazza antistante Castel Sant’Angelo dov'è stato previsto il raduno  di ben 48 gruppi folklorici provenienti da tutta Italia in rappresentanza della Federazione Italiana Tradizioni Popolari.  Alla testa del corteo, su via della Conciliazione, le nostre   stupende, belle e imponenti  pacchiane  a rappresentare la nostra migliore e bella tradizione. Il corteo ha sfilato fino a Piazza San Pietro dove tutti hanno potuto prendere posto nei banchi predisposti di fronte all’altare. Papa Francesco, da lì,  intorno alle 10.00, si sarebbe rivolto a tutti i gruppi per  parlare dei temi religiosi scelti per la giornata dedicata al folklore e per la benedizione nel giubileo straordinario della Misericordia. L’allegria portata dalle formazioni folkloriche è stata veramente tanta. Le musiche tradizionali eseguite dalle orchestre trasmettevano gioia e felicità che si è trasformato in vero entusiasmo soprattutto quando il Santo Padre apparso nell’immensa Piazza, nel rivolgere lo sguardo verso la gente, ha manifestato felicità e stupore nel vedere tante persone e tanti bambini vestiti in abiti tradizionali. Finito il giro nella piazza il Santo Padre ha raggiunto l’altare, sul sagrato  della maestosa Basilica di San Pietro, e, rivolgendosi all’immensa folla dei tanti fedeli assorti nella preghiera e pronti a ricevere la sua parola e la successiva benedizione, ha iniziato  l’omelia. Parole importanti le sue, sagge e significative anche quando ha parlato dell'attenzione dedicata agli animali invitando tutti noi a curare non solo i cani e  i gatti, a cui va sicuramente il nostro amore,  ma ad essere attenti anche alle sofferenze di tutti gli esseri umani che aspettano e chiedono il nostro aiuto.  La pioggia purtroppo ha disturbato e condizionato l'evento dell'incontro con il Papa, ma i gruppi, affascinati ed imperterriti hanno partecipato, ligi, nonostante bagnati come pulcini, alla cerimonia fino alla fine. Sua Santità, dopo la benedizione, ha raggiunto i posti sul sagrato destinato alle autorità presenti.  Tra i tanti uomini illustri ed importanti, probabilmente anche immeritatamente, mi sono ritrovato anch’io ricevendo il privilegio di rappresentare la Federazione,  la Pro loco, il mio gruppo e con orgoglio la mia città portando in dono una straordinaria opera di Francesco Ortale rappresentante un bassorilievo con San Francesco in atto di perdono ed  una Raccolta di Canti Mariani realizzata in collaborazione  con il prof. Leonardo Alario, le trascrizioni musicali del prof. Mimmo Martire e rilegata dal M° Gennaro Garofalo. Descrivere le sensazioni è veramente difficile ma grazie alla straordinaria cordialità e affabilità del Santo Padre non ho perso la serenità e lucidità necessaria tanto da parlare con Sua Santità per ben cinque interminabili minuti. Cinque interminabili minuti dove, probabilmente inconsapevole ed ammaliato dal carisma benevolo di Papa Francesco, ho descritto con dovizia di particolari i doni, il loro significato e i loro contenuti  scambiando addirittura pareri sull’importanza della conoscenza delle tradizioni popolari. Finito il sogno ritorno in me, ritorno nella piazza, ritorno per salutare gli amici e per abbracciare i componenti del mio gruppo. Ancora frastornato vengo sommerso da decine di domande “cosa ti ha detto, di cosa avete parlato”. È bello, è grande, è straordinario, è un grande Papa, è un grande uomo, è un Papa che sicuramente segnerà la storia religiosa del mondo, è un uomo che sicuramente segnerà la mia vita e la storia del nostro gruppo e di ogni singolo socio che partecipa alla vita della nostra storica e gloriosa Pro Loco. Gerardo Bonifati Direttore Artistico Pro Loco Castrovillari

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - DOMENICA 22 MAGGIO FILM POLLINO FILM, PRIMA RETROSPETTIVA DI AUDIOVISIVI SUL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO et  at:  17/05/2016  

Castrovillari - Domenica 22 maggio Film Pollino Film, prima retrospettiva di audiovisivi sul Parco Nazionale del Pollino. Si terra' domenica 22 maggio alle ore 18 presso il Circolo Cittadino di Castrovillari, la prima retrospettiva di audiovisivi: " Film Pollino Film ", " dall' archivio privato alla condivisione ", recita il quanto mai significativo sottotitolo dell' evento. La retrospettiva organizzata dal FAI Delegazione del Pollino, nasce da una idea di Francesco Caruso. Nel corso della manifestazione e' prevista la proiezione dell' audiovisivo: " Parco Nazionale del Pollino ", una produzione Areavisivas con la direzione scientifica del prof. Giuseppe Roma. I lavori saranno introdotti da Gianluigi Trombetti ( delegato FAI Pollino al patrimonio artistico ) e coordinati dal giornalista Mario Alvaro ( delegato FAI Pollino alla comunicazione ). Oltre ai saluti del presidente del Circolo Cittadino di Castrovillari, dott. Angelo Giannoni sono previsti quelli del Capo delegazione FAI Pollino, Donatella Laudadio e del sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito. A seguire gli interventi di Francesco Caruso ( delegato FAI Pollino all' ambiente ) e del prof. Giuseppe Roma ( Docente di archeologia presso l' Universita' della Calabria ). I lavori saranno conclusi dal presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI/AREA MERCATALE: DOMENICA 22 MAGGIO " POMPIEROPOLI, DOVE FARE IL POMPIERE E' UN GIOCO PER RAGAZZI " et  at:  17/05/2016  

Castrovillari/Area mercatale: domenica 22 maggio " Pompieropoli, dove fare il pompiere e' un gioco per ragazzi " - Per conoscere e comprendere , giocando, uno dei Servizi più importanti alla collettività in caso di necessita' e bisogno. Grazie al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, all' Associazione Nazionale Vigili del Fuoco del Corpo Nazionale – Sezione di Cosenza ed al patrocinio del Comune di Castrovillari e degli Ambasciatori di Buona Volontà dell’Unicef ,  domenica 22 maggio , dalle ore 10, si terrà  nella piazza Mercatale del capoluogo del Pollino “Pompieropoli, dove fare il pompiere è un gioco per ragazzi”. La manifestazione è un’occasione in cui bambini e ragazzi potranno partecipare a percorsi tra arrampicate, discese dal palo ed altro  seguiti dagli uomini dei Vigili del Fuoco. Un momento educativo, di conoscenza e dove sarà possibile, in presa diretta, capire ed approfondire, con momenti ludici, il mondo delicato quanto  significativo ed importante del Corpo dei Vigili del Fuoco ed il loro ruolo all’interno di una comunità o Territorio.  L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, INAUGURATA AL CASTELLO ARAGONESE LA MOSTRA DI ROSA ALBA GALEANDRO. L' INIZIATIVA SI TIENE NELL?AMBITO DELLA TERZA RASSEGNA DEL FESTIVAL RICORRENTE DEI LETTORI " THE READERS " et  at:  16/05/2016  

Castrovillari, inaugurata al Castello Aragonese la mostra di Rosa Alba Galeandro. L' iniziativa si tiene nell’ambito della terza Rassegna del Festival Ricorrente dei Lettori " The Readers "-  Domenica 15 maggio, alle ore 19 ,  la sala espositiva del Castello Aragonese di Castrovillari ha accolto l’inaugurazione dei lavori di una brava e sensibile artista locale, Rosa Alba Galeandro, detentrice di più riconoscimenti, che sino al 31 maggio espone le sue opere sotto il titolo "Amore Universale ". Queste saranno visitabili dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 17,30 alle ore 19, 30. L' iniziativa si tiene nell’ambito della terza Rassegna del Festival Ricorrente dei Lettori “The Readers”, proposta dall’Accademia Pollineana ed organizzata con il patrocinio dell’Amministrazione comunale ed altri enti. L’appuntamento ha registrato la presenza del presidente del Consiglio, Piero Vico, della  testimonial, Francesca Dorato, presidente della Commissione consiliare “Bilancio” dell’Ente, e dell’avvocato Franco Cersosimo , già vice sindaco della città tra gli anni 70/80. Nello specifico dei lavori è entrata Minnella Bloise, presidente dell’ Accademia che ha offerto per l’occasione pure un singolare omaggio a Kahlil Gibran, poeta proprio “dell’Amore Universale” con intermezzi musicali di Sasà Calabrese e Giuseppe Lo Polito.  Alcune poesie , sono state interpretate da Maria Sofia Milione, Simona Placida e Cristina Zanfini, guidate da Mena Ferraro del Comitato degli Accademici del Pollino.  Un’iniziativa che ha portato, in maniera semplice e discreta, una ventata nuova e particolare sull’Amore come strumento di pace, solidarietà, crescita, integrazione delle genti e delle persone per un bene comune più alto , più onnicomprensivo, fondamentale per ogni attività umana e per quella dignità bisognosa , sempre più, di essere affermata, promossa e rispettata. ( comunicato )

 
      Tell A Friend

     " PASSA LU MARE, TORNA ALLA TERRA ", AD ARENA ( VV ) NASCE UN PROGETTO DI AGRICOLTURA SOCIALE INCLUSIVA et  at:  16/05/2016  

" Passa lu mare, torna alla Terra ", ad Arena ( VV ) nasce un progetto di agricoltura sociale inclusiva " Passa lu mare, torna alla Terra ", ad Arena ( VV ) nasce un progetto di agricoltura sociale inclusiva - Soddisfazione da parte degli organizzatori, per i risultati raggiunti dal progetto " Passa lu mare, torna alla Terra " , uno dei primi esperimenti di agricoltura sociale che vede protagonisti 15 ragazzi immigrati di diverse etnie. Per questo progetto si sono messi insieme enti pubblici ed associazioni, con l' obiettivo di avvicinare e formare operatori che possano dare un fattivo contributo ad iniziative nel settore agricolo e sociale. Il risultato? La realizzazione di una fattoria didattica da oggi disponibile per gruppi di scolaresche e giovani che vogliono avvicinarsi al mondo dell’agricoltura, gli artefici di tutto questo? 15 giovani extracomunitari volenterosi e oggi appassionatissimi di agricoltura. " Un avvio complesso che ci faceva porre numerose domande, mettere insieme giovani di diverse etnie, con lingue, culture ed abitudini diverse a quale risultato ci avrebbe condotto? In realtà il linguaggio dei gesti, la capacità dei docenti di trasmettere entusiasmo, soprattutto le attività in campo del gruppo condividendo spazi e momenti oltre che  esperienze hanno prodotto dei risultati sorprendenti ed inattesi ", afferma Giorgio Durante responsabile dell’ente Calabria Sviluppo e Formazione che ha gestito la parte didattica ed in campo in collaborazione con il personale del  CSpE e con la disponibilità del Comune di Arena, -VV- nel territorio del quale è stato realizzato l’intervento. L’obiettivo era  dare risposte a problematiche ed esigenze contestuali, specifiche, impiegando le risorse dell’agricoltura e della zootecnica per promuovere azioni terapeutiche, educative, ricreative, di inclusione sociale-lavorativa e servizi utili per la vita quotidiana. E’ evidente che tentare l’inserimento di ragazzi extracomunitari, partecipanti ad un progetto formativo in un contesto lavorativo auspicando di facilitare l’inserimento in aziende agricole o cooperative sociali agricole, con forme contrattuali differenti, dal tirocinio al contratto a tempo indeterminato o, nel caso delle cooperative, come soci lavoratori, è di per se un risultato. La terra diventa strumento di aggregazione tra giovani di diversa nazionalità, giovani che fuggono dalle guerre, dallo sfruttamento, dalle privazioni. Giovani che migrano spinti dal mito dell'occidente, del lavoro, del benessere, della pace, ma che si trovano presto a fare i conti con una realtà complessa, a volte ostile. Nel lavoro della terra si riappropriano di una parte della loro identità sopita lungo il viaggio, si rimettono in moto, ricominciano a sperare nel futuro.  La terra diventa trampolino per un'integrazione possibile e perché no, un’occasione di “riconquista”. La Calabria, territorio dove l’abbandono delle aree interne è sempre più un dato in crescita potrebbe trovare in progetti così articolati possibilità di recupero e sviluppo, del settore primario dando tra l’altro una possibilità di una vita dignitosa a migliaia di giovani immigrati, il progetto pilota appena concluso dice che si può fare. Ufficio Stampa del progetto

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, GIOVEDI' 19 MAGGIO L' ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO " GIAN PIERO CHIARELLI " et  at:  15/05/2016  

Castrovillari, giovedi'  19 maggio l' assegnazione delle borse di studio " Gian Piero Chiarelli " - Anche quest’anno l’ Associazione “Gian Piero Chiarelli”, nell’ambito delle proprie finalità   statutarie e di concerto con  l’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri di Castrovillari ed il Distretto Scolastico n. 19 di Castrovillari,  ha bandito il consueto concorso per l’assegnazione  di Borse di Studio in memoria di Gian Piero Chiarelli e riservato non solo agli studenti che frequentano le scuole di secondo grado del Distretto scolastico n. 19 di Castrovillari, ma  anche alle persone  recluse presso la casa Circondariale di Castrovillari e frequentanti  corsi di istruzione primaria o secondaria. Il tema della sesta edizione del Concorso era “ACCOGLIERE PER ACCOGLIERSI” e finalizzata all’individuazione di idee e proposte per migliorare l’accoglienza di persone straniere che fuggono dal proprio paese di origine poiché vittime di guerre e di persecuzioni politiche e/o religiose. I vincitori saranno proclamati durante la cerimonia di premiazione che si terrà Giovedì 19 maggio 2016 alle ore 9,30 presso l’Auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Pitagora – Calvosa “ di Castrovillari. Interverranno:  Rosa Maria Paola FERRARO: Dirigente scolastico ITCG Castrovillari, Giovanni MANOCCIO: Componente  della Segreteria della Presidenza Regionale con delega all’accoglienza e integrazione; nonché Coordinatore Provinciale progetti SPRAR, Enzo INFANTINO: Cooperante – membro dell’Associazione “Calabria per Idomeni”, Simonetta BONADIES: Psicologa presso lo SPRAR di Acquaformosa, Domenico LO POLITO: Sindaco di Castrovillari, Maria Luisa MENDICINO: Direttore Istituto Penitenziario Castrovillari e Giuseppe GIUDICEANDREA: Consigliere Regionale. F.to IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE  GIAN PIERO CHIARELLI -Melina Chiarelli- QUI TROVI IL BANDO PER SCUOLA, QUI TROVI IL BANDO PER LA CASA CIRCONDARIALE

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - EX CONVITTO VESCOVILE IL VESCOVO DELLA DIOCESI, MONS. FRANCESCO SAVINO, HA INAUGURATO IL CANTIERE et  at:  14/05/2016  

Castrovillari - Ex convitto vescovile il vescovo della diocesi, mons. Francesco Savino, ha inaugurato  il cantiere - Un sogno che diventa realta', per dare speranza e assumersi fino in fondo la responsabilità di cristiani che incarnano il Vangelo. Mons. Francesco Savino, Vescovo di Cassano all' Jonio, inaugura il cantiere che tra 6-9 mesi dara' vita alla prima di sette opere segno della Misericordia presso l' ex convitto vescovile di Castrovillari: una struttura oggi fatiscente, sebbene ancora custode della memoria di generazioni di studenti passate per l’immobile sito in centro, di fianco la Chiesa dei Sacri Cuori, dagli anni ’50 sino agli anni Ottanta, che ritornerà a vivere ospitando un polifunzionale socio-assistenziale. Si partirà col “dopo di noi”, che porterà il nome di Isacco, il figlio impossibile di Abramo e Sara che incarna bene come la speranza sia figlia dell’impossibilità - ha detto mons. Savino - per cui anche ciò che sembra impossibile è possibile. Il “dopo di noi” sarà rivolto a soggetti con handicap grave e difficoltà connesse allo svolgimento dei fondamentali atti della vita quotidiana, rimasti privi dei familiari che ad essi provvedevano. Quindi, nei prossimi 18-24 mesi saranno realizzate le altre opere (il centro diurno per disabili “Aurora I” e “Aurora II”, la comunità alloggio per anziani “Simeone”, i mini appartamenti che consentiranno di realizzare occasioni di vita autonoma per disabili e la piscina riabilitativa) che completeranno la ristrutturazione dell’ex convitto, così finalmente sottratto all’incuria, offrendo risposte concrete ai bisogni della comunità diocesana, in particolare ai fratelli più fragili. «Dobbiamo tornare a sognare - ha detto in conferenza stampa, stamani, nel salone parrocchiale dei Sacri Cuori, mons. Savino - e lo dobbiamo fare non da soli. C’è un luogo - ha continuato - l’ex convitto vescovile, abbandonato a se stesso, di proprietà del Seminario diocesano dove realizzeremo sette opere di speranza organizzata per realizzare la civiltà dell’amore, partendo dagli ultimi, gli “scartati” di cui parla Papa Francesco, che diventano pietra d’angolo». D’altronde, il vescovo Savino, il suo episcopato lo concepisce così: «stando dalla parte di coloro che fanno fatica a vivere la propria dignità». Per fare tutto questo, è nata a dicembre 2015 la Fondazione di Comunità “Casa della Misericordia”, onlus: «una fondazione di comunità perché soggetto della Fondazione non è l’individuo». Una fondazione di comunità perché, ha spiegato ancora Savino, «è lo strumento giuridico che s’inserisce nel cosiddetto terzo settore, mondo non profit che si colloca tra lo Stato e il mercato per vivere cristianamente il Vangelo incarnato accanto a persone fragili.» La consegna del primo lotto alla ditta aggiudicataria, Perciaccante, di Cassano allo Ionio, segna il primo passo per riconoscere che «ognuno di noi è portatore di valore; ognuno di noi è una risorsa.» «Non esercitiamo l’esercizio del sospetto - ha ancora aggiunto il presule - non lasciamoci imprigionare dai sospetti», riferendosi alla stagione di lavori che si aprirà: «la crisi si affronta con la progettualità’.» Quindi l’illustrazione delle sette opere che nascono per dare speranza e per affermare che è l’ora della responsabilità. All’incontro erano presenti, tra gli altri, il vicario generale della Diocesi, mons. Francesco Di Chiara, diversi sacerdoti e uffici pastorali diocesani, i componenti la fondazione di comunità, dottori Michele Giura, Antonio Ioffrida e avv. Luisa Fiorito e il geometra Raffaele Bloise, amministratore unico della società di scopo “Insieme srl Unipersonale. Il pool di progettisti, guidato dagli architetti Sabrina Mainieri e Gaetano Leto, ha illustrato, attraverso un video, le immagini dell’ex convitto ristrutturato. Presenti anche gli amministratori comunali, prof. Giuseppe Russo e dott. Carlo Lo Prete, le tante associazioni impegnate nei servizi sociali e alcune scolaresche (Ragioneria-Geometra e Liceo Classico), di Castrovillari. 

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - DOMANI LA CONSEGNA DEL PREMIO ( 500 EURO ) RELATIVO ALLA PARTECIPAZIONE ALLE " FUCARINE " DI SAN GIUSEPPE AL QUARTIERE N°9 NELL' AMBITO DELLA FESTA DELLA PARROCCHIALE CHE PROTRARRA' SINO A DOMENICA 15 MAGGIO A CAMMARATA et  at:  13/05/2016  

Castrovillari - Domani la consegna del premio ( 500 euro ) relativo alla partecipazione alle " Fucarine " di San Giuseppe al quartiere n°9 nell’ambito della festa della Parrocchia di  " Nostra Signora di Lourdes", che si protrarra' sino a domenica 15 maggio a Cammarata -  La consigliera comunale, Francesca Dorato, a nome e per conto dell' Amministrazione municipale di Castrovillari, domani sera, sabato 14 maggio, nell’ambito della festa della Parrocchia di  " Nostra Signora di Lourdes", che si protrarrà sino a domenica 15 maggio a Cammarata dov’è ubicata, consegnerà 500euro a Tina Zaccato, presidente del Comitato di Quartiere n.9 (“di Cammarata”); somma messa in palio dal Comune per il vincitore della 24^ edizione delle “Fucarin’i San Giseppu”- a cui il rione aveva partecipato -  affinché venisse spesa proprio per iniziative od opere in favore. “La cifra verrà spesa- è stato ricordato dai rappresentanti di quel rione- per realizzare i vestitini dei bambini che costituiscono il coro della Parrocchia della Zona . Un modo- ha aggiunto  la Dorato- come dare dignità a piccole cose che esprimono la vita sociale di una comunità.” “Una modalità, insomma, per supportare la vita dei Quartieri – ha affermato Dorato - che l’Amministrazione  vuole portare avanti, consapevole dell’importanza di questi coinvolgimenti per la crescita e la partecipazione. Quest’ultima, poi, nel trasmettere la tradizione  come  la promozione dell’inclusione a più livelli, rilancia valori ed appartenenza da sviluppare sempre più con la  presenza attiva e corroborante delle  giovani generazioni. Ecco perché, anche in questi momenti, è importante la partecipazione della cittadinanza che invitiamo ad essere presente numerosa.”  L’Ufficio stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, CONSIGLIO COMUNALE IL PROSSIMO 23 MAGGIO IN DISCUSSIONE IL BILANCIO DI PREVISIONE ED ALTRI SEI PUNTI et  at:  13/05/2016  

Castrovillari, consiglio comunale il prossimo 23 maggio in discussione il Bilancio di previsione ed altri sei punti - Sette punti in tutto l' ordine del giorno. Il bilancio di previsione sarà affrontato dal Consiglio comunale di Castrovillari nella prossima seduta convocata, in prima, per venerdì 20 maggio, alle ore 13 , nella Sala Giunta di palazzo Gallo, ed in seconda, per lunedì 23 maggio, a partire dalle ore 17, nella Sala consiliare del Palazzo di Città. L' ha indetta il presidente, Piero Vico, su determinazione della conferenza dei capigruppo. Oltre le interrogazioni ed interpellanze, l’Assemblea cittadina affronterà 6 punti con  il Bilancio  di previsione 2016/2018, comprendente  il piano triennale delle opere pubbliche  e l’elenco annuale dei lavori. Gli altri riguardano: il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari; la verifica delle quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinarsi alla residenza o attività produttive e terziario che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie; gli incarichi di collaborazione autonoma; l’aggiornamento del documento unico di programmazione ed il regolamento per il baratto amministrativo. Quest’ultimo verrà illustrato dalla consigliera e presidente della terza Commissione “Igiene, Sanità e Servizi Socio Assistenziali”, Era Rocco, mentre tutti gli altri dall’Assessore alle Finanze e Pianificazione Economica, Giovanna Leonetti, che condividerà la relazione sul bilancio, nella parte riguardante il piano triennale delle opere pubbliche, con l’Assessore ai Lavori Pubblici e Pianificazione Territoriale, Aldo Visciglia. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - UNO SPETTACOLO PER GLI INVISIBILI, AL SYBARIS L' ATTORE SENEGALESE MOHAMED BA MERCOLEDI' 18 MAGGIO ALLE 18 NEL NOME DELLA SOLIDARIETA' et  at:  12/05/2016  

Castrovillari - Uno spettacolo per gli invisibili, al Sybaris l' attore senegalese Mohamed Ba mercoledi' 18 maggio alle 18 nel nome della solidarieta'. Un appello a rompere il silenzio su un' epoca sempre piu' affollata di invisibili e di non persone.  Si chiama per l' appunto cosi', " Invisibili ", lo spettacolo che l' attore senegalese Mohamed Ba terra' a Castrovillari, mercoledi' 18 maggio, presso il teatro " Sybaris " del Protoconvento francescano (inizio previsto alle ore 18), da un progetto condiviso con l’Ipseoa “Karol Wojtyla” e realizzato da questo Istituto con il contributo dell’associazione culturale “42° parallelo” e  Khoreia 2000 e il patrocinio del Comune di Castrovillari.  Preceduto, secondo il programma stilato per la giornata, da un incontro sulla diversità (“Io plurimo – chi sono e perché – chi sono gli altri – noi visti dagli altri – gli altri visti da noi”) come valore e ricchezza che vedrà protagonisti l’attore-regista e gli studenti dell’Istituto castrovillarese, “Invisibili” rappresenta la sintesi teatrale di un appassionato racconto in cui una voce parla simbolicamente per conto di una folla sterminata di altre voci, è la messa in scena di un percorso di solidarietà e di civiltà largamente condiviso ma al contempo non privo di difficoltà e resistenze, e che proprio per questo appare quanto mai opportuno proporre in tempi in cui l’indifferenza e la paura creano barriere sempre più dure da superare. Un percorso segnato dall’impegno diretto e totale di Mohamed Ba, attore di grande talento, carismatico, da molti critici annoverato tra i più autentici custodi della tradizione africana ma anche tra le espressioni più genuine di un rinnovamento culturale dentro cui trovano spazio le storie di un popolo passato dalla schiavitù tout court alla schiavitù degli aiuti.  Così, ripercorrendo il drammatico cammino di due cittadini africani tesi alla ricerca di una strada per sopravvivere alla povertà e all’ingiustizia, lo spettacolo propone una intelligente, mai scontata riflessione sulla condizione umana, sulla tragedia dei viaggi di migrazione, sull’importanza di coltivare un sogno.  Al fianco di Ba e delle ragioni di milioni di diseredati e di sfruttati, quindi, anche l’Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (I.P.S.E.O.A.) di Castrovillari fa sentire la sua voce, fedele alla sua consolidata tradizione di scuola aperta al multiculturalismo, alla solidarietà, all’impegno sociale. Perché la solidarietà non rimanga un fatto privato, personale, ma diventi coscienza civile, parola di comprensione universale, una via per incontrare “mille facce, mille colori, mille usanze, mille arti”. L'intero incasso della serata, a offerta libera, verrà interamente devoluta all'artista per iniziative di solidarietà.

 
      Tell A Friend

     MORANO CALABRO, LUNEDI' 16 MAGGIO CONFERENZA DIBATTITO SUL TEMA: TRADIZIONI, TERRITORIO E GIOVANI et  at:  12/05/2016  

Morano Calabro, lunedi' 16 maggio conferenza dibattito sul tema: Tradizioni, territorio e giovani - Si terra' il prossimo lunedi' 16 maggio alle ore 16,30 presso il chiostro di San Bernardino a Morano Calabro la conferenza-dibattito dal tema: Tradizioni, territorio e giovani. La manifestazione vedra' la prima uscita pubblica del nuovo direttivo della Pro Loco moranese di recente insediatosi, in particolare al tavolo ci sara', il presidente Rocco Ingianna e Erminia Di Lorenzo del direttivo. Sara' presente anche la Pro Loco di Castrovillari nelle persone del presidente, Eugenio Iannelli e del direttore artistico, Gerardo Bonifati. I lavori saranno moderati da Pasquale Pandolfi responsabile delle attivita' culturali di Kontatto production. All' assessore comunale alla cultura di Morano, Emilia Zicari  toccheranno i saluti istituzionali, sara' ad ogni modo anche presente il sindaco, Nicolo' De Bartolo a cui saranno affidate le conclusioni. Inoltre presenti al tavolo a vario titolo: Luigi Stabile ( Padre del Folklore regione Calabria 2015 ), Giovanni Donato, presidente dell' associazione culturale " Citta' solidale " e Leonardo Alario della Consulta Scientifica F.I.T.P. La serata sara' allietata da intermezzi musicali a cura dei " Rimo novo ".

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI/REFERENDUM DI OTTOBRE ( RIFORMA BOSCHI ) et  at:  12/05/2016  

Castrovillari/Referendum di ottobre ( riforma Boschi ) - Manca ancora qualche mese al Referendum di ottobre 2016, consultazione importante che vedra' i cittadini come principali artefici del loro futuro democratico.  A Castrovillari nascono i Comitati contrapposti per quella che in molti immaginano come una sfida tra Renzi e i suoi oppositori, cosi' non e' e non puo' essere quando si parla di mettere mano al Titolo V della Costituzione che mira ad eliminare le province. Cosi' come il passaggio dal bicameralismo al monocameralismo non puo' essere liquidato andando a guardare la sola riduzione numerica dei senatori e, dato i tempi il fatto che gli stessi non siano piu' a carico dello stato ma delle regioni di provenienza. Bisognera' poi valutare con attenzione su come cambiano alcuni Istituti come le Leggi popolari ed il Referendum stesso arrivando a richiedere nel primo caso il triplo delle firme e nel secondo il 60% di firme in piu' passando dalle attuali 500.000 ad 800.000. I punti chiave della riforma " Boschi " possono essere riassunti come: 1) Fine del bicameralismo, il Parlamento sarà sempre composto da Camera e Senato, ma solo la Camera ( ancora composta da 631 unita' ), potrà accordare o revocare la fiducia al governo. Cio' dovrebbe tramutarsi in una riforma che punta a snellire i tempi per l’approvazione delle leggi. Il voto dei Senatori avrà comunque lo stesso peso dei colleghi onorevoli in un lungo elenco di leggi bicamerali, fra cui quelle di revisione costituzionali. 2) il loro numero subirà un taglio, da 315 a 100. Tutti con l’immunità. 95 saranno eletti dai Consigli regionali “in conformità alle indicazioni espresse dagli elettori alle elezioni politiche”. Gli altri 5 potranno essere nominati, come accade anche oggi, dal Presidente della Repubblica. Continueranno a sedere sugli scranni di Palazzo Madama gli ex inquilini del Quirinale. 3) Come cambia l’elezione del Capo dello Stato?  Il Presidente della Repubblica sarà eletto con i due terzi di senatori e deputati nei primi tre scrutini e con i tre quinti dal quarto scrutinio. Dal settimo si passa a un quorum dei tre quinti dei votanti. Adesso, invece, la Costituzione prevede che all’elezione partecipino anche tre delegati per ogni Regione (la Valle d’Aosta con uno solo). Viene eletto Presidente chi riceve la maggioranza di due terzi dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta. 4)  Modifica del Titolo V: È la parte della Costituzione dedicata agli Enti autonomi che costituiscono la Repubblica. Si è riscritto l’elenco delle materie riportandone molte alla competenza dello Stato e sono state eliminate quelle concorrenti. Inoltre sono state cancellate le province dal testo costituzionale. 5) Leggi popolari e referendum: cambiamenti anche per gli istituti di democrazia diretta. Per presentare una proposta di legge popolare serviranno 150mila firme (oggi ne occorrono almeno 50mila da parte degli elettori), ma saranno certi i tempi per l’esame. È salita anche la soglia per il referendum abrogativo: non più 500mila firme di elettori, ma 800mila e il quorum sarà fissato al 51% dei votanti delle ultime elezioni politiche. Invece se la raccolta firme si attesta tra le 500 e 800mila resta il quorum del 51% degli aventi diritto al voto. Viene introdotto il Referendum propositivo con lo scopo di poter svolgere consultazioni su tematiche immediate. 6)  Abolizione del Cnel: La riforma costituzionale prevede l’abrogazione dell’articolo 99 della Costituzione, quello riguardante il Cnel, il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro. È un organo di consulenza delle Camere e del governo: gode dell’iniziativa legislativa e può contribuire all’elaborazione della legislazione economica e sociale. Non scomparirà subito. Entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge verrà nominato un commissario straordinario a cui sarà affidata la liquidazione e la ricollocazione del personale presso la Corte dei Conti. Al voto potranno partecipare tutti coloro che godono dei requisiti per eleggere i rappresentanti alla Camera dei deputati, quindi anche i soli maggiorenni. La consultazione non prevede un quorum minimo di partecipanti e la legge " Boschi " non è promulgata, se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi. LINK DI APPRONDIMENTO: http://www.castrovillari.info/news/viewnews.asp?newsID=5941

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - IL COMITATO PER IL NO INVITA ALLA FIRMA CONTRO IL REFENDUM DI OTTOBRE et  at:  12/05/2016  

Castrovillari - Il Comitato per il NO invita alla firma contro il referendum di ottobre - FIRMA PER DIFENDERE LA NOSTRA DEMOCRAZIA - PiU' che una legge truffa come successe nel 1953, la legge 52 del 6/05/2015 detta " Italicum " si può definire una legge capestro per la nostra democrazia rappresentativa nata dalla resistenza. La legge elettorale non è un asettico strumento di selezione delle rappresentanze, ma è il principale strumento attraverso il quale si scelgono i cittadini che ci rappresenteranno al nostro Parlamento. Attraverso la legge elettorale si dà attuazione all’art. 1 della Costituzione che stabilisce: “la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”, e non ad una sparuta minoranza, che con un semplice 20% acquisisce il 54% dei seggi in parlamento. Meccanismo, che insieme all’applicazione dei capolista bloccati, dà mandato alle lobby di qualsiasi tipo ed ai burocrati di partito di eleggersi i propri rappresentanti senza che nessun di noi può dire più nulla. A tutto ciò ci aggiungiamo la riforma del Senato, che non elimina il Senato per i giusti motivi di tagliare i costi della politica, come vanno dicendo, ma semplicemente ci toglie la possibilità di eleggere i Senatori. Tutto ciò ci fa capire l’insostenibilità del nuovo sistema elettorale e delle riforme costituzionali, presentate dal Governo Renzi, un sistema che non rottama il mal costume politico, i conflitti di interessi e la pesante questione morale, ma rottama la nostra democrazia. La Corte Costituzionale ha già bocciato i difetti della precedente legge elettorale il “Porcellum” che vengono riproposti nell’”Italicum”: le liste bloccate ed il premio di maggioranza attribuito alla minoranza vincente senza limite di soglia. Il trucco dove sta? I nostri rappresentanti non li eleggeremo noi cittadini comuni per due motivi: 1. Il senato sarà nominato indirettamente tra i consiglieri regionali e tra i Sindaci, non si sa secondo quali criteri; 2. I deputati saranno anche loro nominati dai partiti o dalle lobby che presenteranno delle liste, attraverso il meccanismo dei capolista bloccati, semplicemente perché la suddivisione del territorio nazionale in 100 piccoli collegi non permetterà di eleggere più di un deputato a collegio, ed il gioco è fatto. Una Camera ed un Senato di “nominati”. Ma l’aggravante a tutto ciò è il premio di maggioranza ad una sola lista e non ad una coalizione e come stabilire per legge che il Governo del nostro paese viene affidato ad un solo partito anche se nel paese è una minoranza, senza tener conto della volontà popolare. Per risvegliare la memoria ricordiamo che solo nel periodo fascista ci fù il governo di un partito unico quando la legge Acerbo nelle elezioni del 1924 attribuì una maggioranza garantita al “Listone” fascista. Nessuno vuole tornare indietro, nessuno può permettere che ciò accada senza essere in mala fede, e per questo che invitiamo i cittadini a mobilitarsi per una nuova costituente a difesa di quello che i nostri padri ci hanno dato con il sacrificio della loro vita, la nostra Costituzione. Per questo, non facciamo sì che siano morti invano; per questo lanciamo l’appello a mettere la propria firma per dire no al referendum costituzionale a ottobre e successivamente a quello contro l’Italicum, per scardinare questo perverso meccanismo che ci stanno facendo passare con mille menzogne e falsi proclami sulla governabilità.   Noi ci chiediamo: la governabilità di chi? e in nome di chi? Per come abbiamo appena detto non certo in nome del popolo e per conto del popolo. Fermiamo la deriva autoritaria di questo paese con una firma che potrai mettere in piazza Municipio - Castrovillari, la mattina dalle 11,00 alle 12,30 ed il pomeriggio delle 18,00 alle 20,00 di ogni sabato ed ogni domenica. Vi aspettiamo in massa.   Il Comitato per il NO al Referendum Costituzionale.

 
      Tell A Friend

First Page   Prev. Page   Next Page   Last Page   
Categories:

Archivio Notizie
parco del pollino



RSS Feed