Home
Gocce di storia!
Appuntamenti
Curiosità
Le associazioni
I paesi albanofoni
Il circondario
Il Pollino
Meteo
Bibliografia
Ricerca nel sito
Contattaci

www.castrovillari.info - Arte, storia, cultura, tradizione, informazione, della città di Castrovillari e del comprensorio
 

 


Castrovillari.info: Arte, storia, cultura, tradizioni, informazione, della città di Castrovillari e del comprensorio


 
Notizie Sport Immagini Forum Sondaggi

     CASTROVILLARI - LE LISTE CIVICHE SUL VERDE PUBBLICO: INADEGUATA LA POTATURA DEGLI ALBERI et  at:  11/04/2014  

COMUNICATO STAMPA -  Diamo, come al solito, seguito alle numerose proteste pervenuteci da tanti cittadini – competenti in ambito botanico e non - per la selvaggia opera di potatura che viene, costretto a subire, per l' ennesima volta, il verde pubblico di Castrovillari. Pubblico, ma trattato come bene privato: privato di ogni diritto all' accortezza e al rispetto che si deve ad un bene comune. Sull' argomento le Liste Civiche, negli anni, hanno interessato la precedente e l' attuale amministrazione, attraverso segnalazioni, relazioni in Consiglio comunale, interrogazioni, iniziative di pratica collaborazione. Tutto per rendere piu'  bella, accogliente, sana, la nostra citta'. Tutto inutile, non c' e' peggior sordo di chi non vuol sentire. Ancora una volta gli alberi che hanno la ventura di resistere, non sappiamo fino a quando, in una citta' inospitale e governata da gente a loro evidentemente ostile, sono stati fatti oggetto a " cure " inadeguate e radicali. Potatura fuori tempo - mentre e' gia' evidente il risveglio primaverile - che mette in pericolo la vita stessa dell’albero. Capitozzatura, cioè drastica potatura, che lascia, in pratica, solo lo scheletro dell’albero, rendendolo una goffa caricatura di se stesso: pericolosa anch’essa per la pianta che la subisce, oltre che tecnicamente ed esteticamente inaccettabile. Lavori, tra l’altro, compiuti a rischio di chi li esegue (misure di sicurezza inadeguate) e a rischio di chi si trova a passare, a piedi o in auto, nelle vicinanze (mancata o insufficiente delimitazione dell’area di lavoro). Insomma la solita solfa, senza che nessuno vigili e tuteli cittadini e verde urbano. Ancora una volta – l’ennesima – chiediamo il motivo di tutto questo: si vuole fare legna da ardere per l’inverno?, si vuole ridurre il numero di potature negli anni ?, tutte e due le cose? E, ancora una volta, anche questa volta, siamo sicuri che di questa vicenda non saranno individuati i colpevoli. Le vittime, invece, sono sotto gli occhi di tutti: non solo gli alberi, ma anche il diritto dei cittadini ad avere una città curata e gradevole. Molto più utilmente, mandanti ed esecutori di questo scempio avrebbero potuto sfogarsi con la eliminazione delle erbacce che crescono rigogliose per ogni dove, in città, oppure nella riparazione di buche stradali o marciapiedi sconnessi che continuano sempre più a rappresentare un rischio gravissimo, oltre che l’ennesima bruttura di una città in disarmo... Coordinamento Politico Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione

 
      Tell A Friend

     IL CONSORZIO PER LA VALORIZZAZIONE DI PESCHE E NETTARINE DI CALABRIA: ESEMPIO ECCELLENTE DI AGGREGAZIONE et  at:  10/04/2014  

Comunicato Stampa - Il Consorzio per la valorizzazione di pesche e nettarine di Calabria: esempio eccellente di aggregazione. L' obiettivo: consolidare la propria presenza sui mercati nazionali ed internazionali nel settore della frutta fresca e trasformata e proiettarsi verso l’Indicazione Geografica Protetta. Sono 6 le Organizzazioni di Produttori con sede in Calabria che hanno unito le forze per costituire un unico sistema di aggregazione: il Consorzio per la Valorizzazione di pesche e nettarine di Calabria, che oggi ha presentato ufficialmente il piano di attività promozionale svolto nell’ultimo anno e gli obiettivi a lungo termine. Il Consorzio rappresenta 1.904 ettari totali su cui si dispiega un’occupazione di circa 235 ULU, rappresenta il primo momento di aggregazione sistemica nel comparto delle drupacee realizzato in Calabria. L’obiettivo del Consorzio è quello di sostenere una positiva immagine delle pesche e delle nettarine di Calabria nell’ambito del mercato globale, oltre che favorire nel consumatore il processo di identificazione con la frutta specifica, così da estrinsecare qualità intrinseche ed estetiche. Le due fasi-obiettivo del Progetto del Consorzio si sono esplicate in questo senso: La prima fase del progetto è stata mirata a garantire una valorizzazione multidimensionale del prodotto: il Consorzio ha veicolato principalmente azioni di promozione assistita finalizzate ad informare il consumatore, a stimolare il primo acquisto e ad educare ad un consumo consapevole attraverso il riconoscimento e l’apprezzamento delle differenze rispetto ad altre varietà. Sono stati creati un marchio e un packaging per conferire riconoscibilità fisica al consorzio e facilitare l’individuazione fisica dei prodotti da parte del consumatore, favorendo il riacquisto autonomo anche e soprattutto al di fuori degli eventi di promozione assistita. Concentrare le risorse pubblicitarie su packaging e interventi nei punti vendita (isole di vendita) per raggiungere in modo efficace tutto il territorio nazionale di interesse (area centro nord) raggiungendo direttamente il consumatore, questo l’obiettivo prioritario. Dopo questa prima fase di avvio di positive relazioni interne il Consorzio intende rapportarsi con il mercato e con il consumatore finale in maniera continuativa e non occasionale. Per tale ragione, parallelemente alle attività di promozione e pubblicità, il Consorzio ha prodotto una domanda di riconoscimento per IGP di pesche e nettarine di Calabria; così come ha in corso di registrazione presso gli Ufficio della Commissione della Comunità Europea ad Alicante per la registrazione di un marchio collettivo-geografico. “Il settore primario rappresenta per la Regione Calabria uno dei comparti di maggiore rilevanza in termini d’importanza e di ricchezza di eccellenze agroalimentari - ha dichiarato Michele Trematerra, Assessore all’Agricoltura presso la Regione - La Calabria occupa un posto di rilievo nella produzione di ortofrutta, rientrando tra le prime otto regioni italiane produttrici”. Il Consorzio, nato dall’unione di 6 Organizzazioni di Produttori meridionali di pesche e nettarine che, attraverso la formula dell’aggregazione, vuole consolidare la propria presenza sui mercati nazionali ed internazionali nel settore della frutta fresca e trasformata. L’obiettivo è quello di sostenere il consolidamento dell’immagine delle pesche e delle nettarine di Calabria nell’ambito di un mercato globale, oltre che favorire nel consumatore il processo di individuazione di questi frutti, in virtù delle loro qualità intrinseche riconducibili alle zone in cui vengono prodotte. Zone che, per l’appunto, si avvalgono di standard tecnici di produzione tali da rendere le produzioni calabresi più appetibili e differenziate a rispetto a quelle delle altre regioni italiane. Note - La costituzione del Consorzio è avvenuta in attuazione della L.R. 8 Luglio  2002  n.24 “Interventi a favore del Settore Agricolo e Agroalimentare” ed in conformità alla DGR 136  del 27.03.2012, definite dalla Regione le disposizioni per il finanziamento di progetti biennali  destinati alla realizzazione di interventi nel  settore ortofrutticolo con l’obiettivo di incrementare la qualità delle produzioni attraverso la promozione dei prodotti verso i consumatori e  gli operatori di settore, inducendo gli stessi all’acquisto. Le sei O.P. che fanno parte del Consorzio: L’O.P. C.I.C.O. (Consorzio Italiano Cooperative Ortofrutticole) è un consorzio di società cooperative agricole, costituito a sua volta in forma di società cooperativa agricola, in possesso del riconoscimento come Organizzazione di Produttori da parte della Regione Emilia-Romagna dal 25/11/1997.  La O.P. ha sede in Tresigallo (FE), via del Mare 57, dove gestisce la maggior parte del prodotto conferito dalle cooperative associate; invece la sua sede in Calabria è ad Altomonte.  Su una superficie complessivamente coltivata dagli associati alle Cooperative aderenti, pari a 5.766,8002 ettari, quella coltivata a pesche e nettarine è rispettivamente di 198,3898  ettari e di 391,7687 ettari, dei quali 35,5326 e 65,2341 ettari in territorio calabro. La produzione di pesche e di nettarine trattata nell’ultimo esercizio chiuso (campagna di produzione 2012), è stata rispettivamente di 1.164,606 tonnellate e 3.169,190 tonnellate, delle quali 871,171 e  2.775,235 tonnellate conferite dai soci. Mentre le quantità prodotte dai soci nella campagna 2013 è stata di 1.550,690  tonnellate di pesche e 4.601,203 tonnellate di nettarine, delle quali rispettivamente 829,281  tonnellate e 1.998,371 tonnellate prodotte dai soci calabresi. La compagine sociale che fa capo a C.I.C.O., attraverso le 7 cooperative associate, è di 372 produttori, mentre il fatturato realizzato nell’ultimo esercizio, chiuso il 30 giugno 2013, è stato di €  66.116.648. L’O.P. C.O.P.A.M. (Consorzio Ortofrutticolo Produttori Agrumicoli Meridionali) nasce nell’anno 2000 dall’idea di un gruppo di imprenditori e di giovani produttori agrumicoli di realizzare un organismo dedito a procurare esclusivamente il maggior numero di servizi e di opportunità ai propri associati. La sede sociale ed amministrativa dell’O.P. C.O.P.A.M. si trova a Varapodio in provincia di Reggio Calabria, le zone di operatività della stessa si estendono per statuto all’intero territorio nazionale ed internazionale, di fatto attualmente, le regioni presso le quali concentra la maggiore operatività sono la Calabria, la Sicilia e la Basilicata, interessando abbondantemente tutte le province. L’O.P. C.O.P.A.M. è gestita da un Consiglio di Amministrazione composto da tre membri (Presidente, Vice Presidente e Consigliere), eletti dall’Assemblea dei Soci, e sin dalla sua costituzione il Presidente e Legale Rappresentante è il Sig. Antonino D'AGOSTINO.  Ad oggi il totale complessivo degli associati che aderisce direttamente all’O.P. è di 46 cooperative distribuite in Calabria e in Sicilia. La quantità di pesche prodotte in media in un anno ammontano a 1.850 tonnellate con 61.000 ettari di terreni coltivati. Mentre le quantità di nettarine prodotte in media ammontano a 40.000 Kg con 1.5000 di ettari coltivati. Il fatturato del 2013 ammonta a € 525.826.91. L’O.P. Esperia è un’Organizzazione di Produttori con sede in Catanzaro ed una base associativa di circa 40 produttori, che detengono una superficie complessiva di circa 3.000 ettari, tutti nella Regione Calabria e principalmente nelle provincie di Catanzaro e Vibo Valentia (tranne un’azienda di circa 400 ettari ubicata nella Regione Lazio, provincia di Latina). I mercati verso cui è diretta la produzione sono quelli della GDO nazionale ed estera, l’esportazione in Paesi intra ed extra comunitari ed infine i mercati tradizionali del centro-nord Italia. Per quanto attiene pesche e nettarine i produttori associati sono 5 e coltivano circa 130 ettari di terreno con una produzione media annua di circa 2.800 tonnellate. Nel 2013 tale produzione si è attestata in circa 2.300 tonnellate con un fatturato di circa € 2.600.000. Altri 200 ettari investiti a pesche e nettarine fanno parte della succitata azienda ubicata in provincia di Latina. O.P. POMA: a sua sede è in Strada Privata Frigotirrena n. 1 - zona industriale di Battipaglia (SA) e il numero dei suoi soci produttori di pesche e nettarine è di 27.  Fa parte della più strutturata AOP ARMONIA Società Agricola Consortile srl, tra le maggiori AOP - Associazione di Organizzazioni di Produttori del Mezzogiorno, che nasce dall’unione con la OP Idea Natura. La superficie coltivata dalle 2 OP è prossima ai 1300 ettari e divisa principalmente tra Campania, Calabria, Basilicata e Puglia. Gli ettari coltivati a pesche e nettarine sono 211 e le quantità di pesche e nettarine prodotte in media ogni sono circa 45.000 quintali. Nel 2013 ha commercializzato 43.861 quintali tra pesche e nettarine con un fatturato di € 4.610.461. Il Consorzio SIBARIT consta di 11 cooperative socie cui aderiscono in totale 403 soci produttori: OSAS ORTOFRUTTICOLA, OSAS, GRUMARIA, AGRICOLA SALIMBENI, TORREVECCHIA, COTRAPA, SCHIARITI SRL, ORTOCAL, CLEMENFRUTTA, SOC.COOP. AGR. MORGIA, SOC.COOP. AGR. FERRANTE L’O.P. SIBARIT ha sotteso superfici di ettari coltivati a pesche 631.31 ettari e nettarine 716.56 ettari. La produzione media di pesche è di circa 120.000 quintali e di nettarine di 160.000 quintali. Nel 2013 i quintali prodotti sono stati 95.415.63 di pesche e 117.955.46 di nettarine. Il fatturato complessivo dell’O.P. nel 2013 è stato di oltre 45 milioni di Euro, di cui € 6.861.971,78 (pesche) e € 9.321.574,01 (nettarine). L’ Azienda Agricola Torre di Mezzo snc  nasce nel 1952 su una estensione di circa 243 ettari, di cui solo      il 20% coltivato a cereali, mentre la rimanente parte tenuta a pascoli naturali, colture estensive tipiche di quel periodo. Oggi, l'azienda agricola dispone  di una superficie di 280 ettari di cui 247 coltivati a pesche e nettarine. La quantità prodotta in media ogni anno è di circa 25.000 quintali di pesche, 30.000 di nettarine e 5.000 quintali di percoche. Per ottimizzare i costi di lavorazione e commercializzazione dei prodotti, nel 1999 è stata costituita la Torre di Mezzo OP Soc. Con. a r. l. con quote paritetiche tra l’Azienda Agricola Torre di Mezzo snc e l’Agricola Bonsai. La società non ha finalità di lucro ed ha per scopo il miglioramento della qualità dei prodotti ortofrutticoli, l’adeguamento del volume dell’offerta alle esigenze del mercato attraverso la concentrazione dell’offerta, la riduzione dei costi di produzione e la regolarizzazione dei prezzi, nonché il ricorso a pratiche colturali, a tecniche di produzione e di gestione dei residui che tutelino l’ambiente e favoriscono la biodiversità. Si interessa della vendita delle produzioni degli associati secondo le modalità fissate dalle norme  comunitarie e nazionali. Nel gruppo lavorano mediamente 2 Dirigenti, 12 Impiegati, 22 Salariati fissi,  400 salariati avventizi (di cui 150 maschi e  250 femmine). Il fatturato è di € 4.869.356,00. La sua sede è in Contrada Cammarata a Castrovillari. Per saperne di più: www.peschenettarinepremium.com

 
      Tell A Friend

     FONDO PER L' ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE. A CASTROVILLARI ARRIVONO PER L' ANNUALITA' 2011 SOLO 28. 696 EURO PER TUTTI GLI AVENTI DIRITTO. IL SINDACO LO POLITO: " SONO INDIGNATO, E' UNA VERA VERGOGNA " et  at:  10/04/2014  

FONDO PER L' ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE. A CASTROVILLARI ARRIVONO PER L' ANNUALITA'  2011 SOLO 28. 696 EURO PER TUTTI GLI AVENTI DIRITTO. IL SINDACO LO POLITO: " SONO INDIGNATO, E' UNA VERA VERGOGNA " - " Si riducono i trasferimenti della Regione Calabria per il sociale e a favore delle famiglie disagiate che arrivano anche con indicibili ritardi. Uno schiaffo al bisogno reale ed a chi e' a serio rischio di poverta' se si pensa che queste risorse si riferiscono all' annualità 2011! ".  Lo denuncia senza mezzi termini e alquanto scandalizzato il Sindaco di Castrovillari , Domenico Lo Polito, dopo esser venuto a conoscenza dagli Uffici comunali che " al capoluogo del Pollino sono stati trasmessi, quale fondo per l' accesso alle abitazioni di questi nuclei solo la misera somma di euro  28.696,22 a fronte di tutti i richiedenti ".  " Una sconcezza - ha rincarato la dose il primo cittadino - che moltiplica , pericolosamente , il forte disagio sociale e la protesta di chi, già duramente segnato dalla grave crisi economica, attendeva ciò per cui aveva diritto nel rispetto dei tempi e degli accrediti.” “Tale situazione-  ha ricordato Lo Polito in una vibrante dichiarazione resa alla stampa – è spiacevole, a dir poco scandalosa ed esprime, in un momento storico particolare e delicato della vita italiana, una inadeguata attenzione da parte delle istituzioni verso una sofferenza che riveste particolare rilevanza e bisognosa di atti di coraggio ed interventi programmati, dato che la fascia sociale destinataria è ben più ampia delle famiglie in attesa.” “Il diritto all’abitazione, poi – rilancia Lo Polito-, è imprescindibile per ciascun cittadino, che non può non  essere preso in seria considerazione e che urge di politiche strutturali di sollievo ben finalizzate, come quelle che devono consentire, a chi ha necessità, di pagare il fitto della casa.”  L’ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI. L' AMMINISTRAZIONE LO POLITO INVITA LE BAND MUSICALI A PARTECIPARE AL CONCERTO DEL 1 MAGGIO, FESTA DEL LAVORO, CHE SI TERRA' IN CITTA' et  at:  09/04/2014  

CASTROVILLARI. L' AMMINISTRAZIONE LO POLITO INVITA LE BAND MUSICALI A PARTECIPARE AL CONCERTO DEL 1° MAGGIO, FESTA DEL LAVORO,  CHE SI TERRA' IN CITTA' - Verso il concerto del primo maggio, Festa del Lavoro,  nel capoluogo del Pollino con le giovani formazioni espressive per vivere un momento tutto particolare. L' Amministrazione municipale di Castrovillari rende noto che le band musicali presenti sul territorio comunale che desiderano partecipare al Concerto del 1° maggio dovranno far pervenire la propria adesione o consegnando direttamente  l’istanza presso l’Ufficio  di Gabinetto del Sindaco, al primo piano di palazzo Gallo, o trasmettendola via mail a sindaco@comune.castrovillari.gov.it. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     L' ALTRA L' EUROPA CON TSIPRAS - " IL MEDITERRANEO E L' EUROPA " UN CONVEGNO PER PRESENTARE I CANDIDATI DELLA LISTA TSIPRAS ALLE PROSSIME ELEZIONI EUROPEE et  at:  08/04/2014  

Il Mediterraneo e l' Europa - Sabato 5 Aprile alle 17:30 il Circolo Cittadino di Castrovillari e' divenuto sede di un interessante momento di riflessione sul tema  " il Mediterraneo e l' Europa ". Il dibattito, organizzato dal circolo " La Sinistra "  di Castrovillari e moderato dal giornalista Luigi Pandolfi, ha inteso far conoscere alla cittadinanza due dei candidati locali alle elezioni europee del prossimo maggio per la lista " L’altra Europa con Tsipras ": Eleonora Forenza e Tonino Perna. La prima, ricercatrice precaria all' Università di Napoli, nel corso del suo intervento ha analizzato la moderna questione meridionale ponendola come questione continentale e sottolineando a piu' riprese la necessita' di ripartire dal Sud dell' Europa attraverso un ripensamento del rapporto lavoro-ambiente e maggiori incentivi alla cultura. La Forenza, rifacendosi al " pensiero meridiano " del sociologo Franco Cassano, ha dunque rivendicato il diritto dei paesi P.I.G.S. ( Portogallo, Italia, Grecia, Spagna), i più colpiti dall' attuale crisi economica, ad emanciparsi da valutazioni precostituite e negative, che li confinano in una posizione di subordinazione rispetto ai paesi capitalisti.  In seguito, il Professor Tonino Perna, ordinario di sociologia economica all’Università di Messina, è intervenuto con un accorato discorso nel quale ha messo in parallelo un Mediterraneo in fermento, rappresentato dai “compagni” greci e spagnoli che si battono quotidianamente per dare delle risposte concrete ai problemi della gente, e un sud Italia fermo, incapace di opporsi e reagire ad un sistema fallito. Perna ravvisa la causa di questa staticità nella mancanza di reti solidali di lavoratori, studenti e disoccupati organizzate al fine di combattere ogni giorno battaglie comuni. Secondo l’economista, dunque, l’unica via d’uscita alla crisi che attanaglia il nostro Sud è una nuova solidarietà di classe, che si accompagni ad un azzeramento del debito pubblico, ad una riduzione delle spese militari e ad investimenti sempre più cospicui nel campo dell’Università e della ricerca. “Oggi si sente tanto parlare di rinnovamento”- ha aggiunto infine Perna - “ io, invece propongo di puntare alla conservazione: dei diritti, dell’ambiente, dei cittadini, al fine di salvare il pianeta, le relazioni sociali, il valore della vita”. Degno di nota è stato, inoltre, l’intervento nel dibattito dell’ On. Mario Brunetti, esperto meridionalista il quale, nel parlare di un Sud dimenticato e di una questione meridionale spesso adombrata, di cui oggi non si parla quasi più, inserisce questa nella prospettiva più ampia di una questione mediterranea, che può essere risolta soltanto dando voce e giusta attenzione alle fasce più deboli. Chiara Fazio portavoce del circolo “La Sinistra”di Castrovillari

 
      Tell A Friend

     CIAK SI GIRA CON RENATO CONVERSO - LA CITTA' DI ROSSANO DIVENTA SET CINEMATOGRAFICO INSIEME AL LITORALE JONICO MARINO et  at:  07/04/2014  

Ciak si gira con Renato Converso - La citta' di Rossano diventa set cinematografico insieme al litorale Jonico marino. Al via le riprese del film ' La Zattera '. A darne notizia sono i cugini di Renato, Dorinda Ceraolo (artista del circo acquatico) ed il fratello Euristeo Ceraolo, noto per le sue battaglie particolari come il ripristino degli intercity Milano – Crotone.  Rossano, si legge in una nota, in questo mese di aprile si trasformerà in un set cinematografico per le riprese di un film che coinvolgerà piu' di 40 persone tra personaggi e comparse. La storia parla di due fratelli che si incontrano dopo tanti anni a Rossano e per festeggiare questo evento decidono di partire a bordo di una zattera con destinazione " Nikolaos " in Grecia. Avventure e disavventure in mezzo al mare con un finale che arriva direttamente al cuore. Sono in corso i sopralluoghi per individuare le " location " delle riprese, all’interno della cittadina Jonica.  Saranno le vie del centro storico e dello Scalo di Rossano che faranno da cornice a diverse scene della pellicola diretta dal regista Angelo Rizzo; attore protagonista il rossanese Renato Converso, che interpreterà Rocco, e Norberto Midani nel ruolo di Geppino, con la partecipazione dell’attrice cubana July del Rey e l'attrice spagnola Deborah Sánz, organizzatore Giorgio Ciceroni, direttore fotografia operatore Roberto Riccitelli, costumista Maria Fernandez. RENATO CONVERSO, nato a Rossano Calabro la notte di San Lorenzo del 1952,  “trapiantato” a Milano per lavoro, comico, attore, presentatore e scopritore di nuovi talenti, è autore di diversi libri di successo tra cui citiamo: “Comici mica da ridere!”, “Vino e Zucchero” e la sua recente opera in un Dvd <<Una storia così...tanto per ridere>> film documentario su “uno delle ultime maschere della commedia dell'arte”, così come lo definì successivamente il Corriere della Sera .  Per la televisione approda a Canale 5 nel programma “Raffaella Carrà show”, lavorando anche con artisti del calibro di Diego Abbatantuono, Massimo Boldi, Francesco Salvi, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Gianni Cajafa, e molti altri.  Nel 1984 crea, a Milano, il suo locale "La Corte dei Miracoli": cabaret che nel giro di pochi anni diventò tempio assoluto della risata. Dal suo locale sono passate più di 1 milione e 800 mila persone, tra le quali vi sono artisti, personaggi dello spettacolo e dello sport; sono usciti nomi illustri come il poeta catartico Flavio Oreglio, ma anche il Mago Forrest, Giacomo Poretti e Marina Massironi (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo), i Fichi D’India, Max Pisu, Max Pieriboni, Nando Timoteo, i Turbolenti, Marco Bazzoni e tanti altri ancora.  Renato, “maestro” di molti comici lanciati da trasmissioni di successo come Zelig e Colorado Cafè, si è spesso mostrato sensibile a tematiche sociali sostenendo anche l’iniziativa di Euristeo “precario-pendolare “ che, con la richiesta di una foto con i VIP (con lo slogan Vincere Il Precariato), ha mostrato solidarietà ai precari della scuola (in foto Euristeo e Renato a Rossano centro). Le comparse sul set, ragazzi e ragazze di vent'anni ma anche signori e signore di una certa età, sono tutte di Rossano e dintorni e vedono in queste riprese la possibilità di vivere "un'esperienza diversa dal solito".  La conferenza stampa è prevista per le 18 di Domenica 13 aprile presso l’hotel Scigliano ubicato in v.le Regina Margherita di Rossano Scalo (Cs).

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - IO FACCIO LA DIFFERENZA. DOMANI ( 8 APRILE 2014 ndr ) AL VIA GLI INCONTRI NELLE SCUOLE et  at:  07/04/2014  

CASTROVILLARI - IO FACCIO LA DIFFERENZA. DOMANI ( 8 APRILE 2014 ndr ) AL VIA GLI INCONTRI NELLE SCUOLE - Il progetto comunale di sensibilizzazione parte domani dal plesso di Via Roma affiancato da Recoil. Loiacono: giocando facciamo conoscere le regole ai cittadini di domani. Tutto pronto l' inizio del Piano di sensibilizzazione del Comune di Castrovillari " Io faccio la differenza ". Da domani 8 aprile 2014 fino a meta' maggio, attraverso il gioco, si rilanceranno a bambini e giovanissimi le tematiche di educazione ambientale legata alla raccolta differenziata nelle scuole primarie e secondarie della città del Pollino. Si parte dal plesso di Via Roma con il coinvolgimento di 150 bambini delle classi elementari nel primo dei sette appuntamenti di gioco educativo promossi nelle scuole attraverso l’assessorato allo Sviluppo Ambientale, guidato da Angelo Loiacono, l’Ufficio ambiente del Comune di Castrovillari, la ditta Femotet. Grazie alla disponibilità della dirigente scolastica del Villaggio Scolastico, Carmen Iannuzzi, e della responsabile del plesso, Mainieri, e di tutti gli insegnanti coinvolti, attraverso il gioco i bambini apprenderanno sul campo le modalità della raccolta differenziata, con il supporto dell’informatrice ambientale Marianna Affortunato. A salutare il primo intervento educativo nelle scuole di Castrovillari ci saranno il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, l’assessore allo sviluppo ambientale, Angelo Loiacono, il responsabile dell’Ufficio ambiente del comune, Franco Bianchimani, ed il responsabile della ditta Femotet, appaltatrice del servizio di pulizia della città, Goffredo Labozzetta. Insieme a loro anche Carmine Brescia, direttore di Alessco, Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia di Cosenza, che propone Recoil, la campagna di sensibilizzazione per la raccolta dell’olio usato per la produzione di Biodiesel, in sinergia con il progetto on the road del comune. «Crediamo molto nel valore educativo degli incontri nelle scuole. I bambini di oggi sono il nostro futuro domani e poter dialogare con loro direttamente, educare giocando è per noi un valore essenziale per costruire una qualità ambientale che parte dalle case, passa attraverso la vita quotidiana ed arriva nel territorio con gesti semplice ma che danno valore e contenuto. Io faccio la differenza, lo slogan che ci guiderà lungo questo viaggio nelle scuole e tra i quartieri della città, - spiega Angelo Loiacono - vuole sottolineare proprio questo aspetto. Ogni giorno possiamo decidere da che parte stare e come costruire il futuro per noi e per i nostri figli. Fare la differenziata e farla bene ci farà fare la differenza in termini di salute, qualità ambientale, vivibilità del territorio». Il 9 aprile il progetto comunale, insieme a Recoil, si sposta nel Villaggio Scolastico dove resterà fino a venerdì 11 aprile. Per i giornalisti che fossero interessati ad effettuare interviste e riprese delle attività l’appuntamento è per il 9 aprile dalle ore 9.30 fino alle 12.30. Assessorato allo Sviluppo Ambientale Comune di Castrovillari

 
      Tell A Friend

     CONCLUSA LA SECONDA EDIZIONE DEL " CORSO DI PRIMO SOCCORSO ANIMALI FERITI " et  at:  07/04/2014  

Comunicato - Corso di primo soccorso animali feriti, si e' conclusa la seconda edizione. Grande partecipazione sabato 5 e domenica 6 Aprile 2014 per laseconda edizione del " Corso di primo soccorso animali feriti ", ennesima iniziativa di sensibilizzazione promossa dal gruppo " Passione Animali " dell' associazione " Solidarietà e Partecipazione " di Castrovillari.Un corso che ha dato informazioni su come comportarsi nelle emergenze che possono riguardare il proprio animale o un animale randagio. Nozioni di primo soccorso quindi utili, non solo per il proprietario ma anche nei confronti dei poveri cani e gatti randagi che, giornalmente, sono vittime di incidenti e che, chiunque ami realmente gli animali non può non sentire l'impulso di aiutare. Relatori dell' interessante corso sono stati anche quest' anno la dott.ssa Giada Gugliotta e il dott. Francesco Spano', medici veterinari di Castrovillari.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI VILLETTA " LA PETROSA ", MOMUMENTO DEL DEGRADO DEI GIOVANI. LETTERA APERTA ALLE ISTITUZIONI CIVILI E MILITARI et  at:  06/04/2014  

Villetta " La Petrosa ", momumento del degrado dei giovani: Recita cosi' la lettera aperta inviata dai cittadini del quartiere in merito al degrado ed allo scempio che si puo' osservare recandovisi. Una missiva che volutamente e' stata inviata a tutte le forze in gioco da quelle puramente istituzionali ( vescovo e parroco inclusi ) alle forze dell' ordine. E' un grido di allarme che viene dai cittadini del quartiere che deve far riflettere sull' educazione civica delle nuove generazioni che ancora faticano a rispettare cio' che e' anche loro. Una lettera denuncia dunque che vuol far si' risaltare lo stato dei luoghi ma anche far riflettere su che tipo di comunita' stiamo creando. Potete scaricare la foto della lettera ingrandita facendo clic qui. Di seguito lo sfogo di uno dei cittadini residenti, buona lettura - Mi permetto di rappresentare i cittadini onesti e civili che vogliono esprimere il loro dissenso rispetto a quanti si comportano in maniera irrispettosa nei confronti del prossimo. Mi rivolgo alle istituzioni di base della nostra società quali la famiglia, la scuola e la chiesa, che sono i tutori dei valori della nostra civiltà. Sono queste  Istituzioni che devono correggere i comportamenti  improntati alla scostumatezza, alla mancanza di rispetto e che spesso generano violenze vandaliche, atti  compiuti, purtroppo, dalle generazioni emergenti.  Il mio  vuole essere un atto di riflessione che scuota le coscienze affinché , chi ha il ruolo di educatore,  ab-bia la volontà di riproporre i principi sui  quali l’uomo ha fondato la propria esistenza. La famiglia ha il ruolo fondamentale  di correggere  e consigliare le scelte   per una corretta crescita e quin-di farsi carico di  educare;   la scuola ha il compito di istruire e far acquisire il senso della  convivenza collet-tiva; la chiesa, infine,  deve farsi anche carico di spingere i giovani a rispettare i valori  inculcati dalla fami-glia e dalla scuola.Ai ragazzi garbati si chiede di essere di esempio per gli altri  spingendoli ad emularli   non  partecipando ad atti di vandalismo, ma opponendosi e facendo  capire loro che basta poco a rovinare un bene, mentre il sacrificio per  realizzarlo o ripristinarlo sicuramente avrà un costo monetario e morale di elevata entità. Chi deturpa gli ambienti, mostrando inciviltà, non rispettando le strutture pubbliche e private, rovina la vi-vibilità di tutti, compresa la sua. È bene invitarlo  a riflettere guardando le immagini che seguono, utilizzate come esempio di ciò che non si deve compiere. Questa orribile testimonianza volendola inserire in un pro-gramma rieducativo, può prendere  il nome di <<MUSEO DELL’ INCIVILTA’>>. Qui viene mostrato il fallimento della nostra società, perché  tutti siamo responsabili della perdita dei nostri valori, che invece si possono  ancora salvare  intervenendo con una corretta educazione. Ricordiamoci tutti di essere altruisti :  per avere, prima bisogna dare.  E poi, quale scopo ha danneggiare gli altri?....Nessuno ! Pensateci , ha solo delle conseguenze  negative:“  il male infatti è facile da compiere,  mentre la sua riparazione ha un  elevato prezzo da pagare, con ricaduta su chi lo compie e sulle generazioni  che verranno. Per avere un mondo migliore occorre vivere con amore. Concludo ringraziandovi per l’ attenzione dedicatami e con la  speranza  che quanto detto  non cada nell’oblio delle nostre menti. Qui trovi il servizio che abbiamo realizzato in merito giorni addietro.

 
      Tell A Friend

     PREMI E RICONOSCIMENTI PER IL LIONS CLUB DI CASTROVILLARI et  at:  03/04/2014  

COMUNICATO STAMPA - Premi e riconoscimenti per il Lions Club di Castrovillari. CASTROVILLARI -  31 Marzo 2014 - E' stata una serata ricca di eventi quella del Lions Club di Castrovillari che ha festeggiato il suo 52 compleanno durante la  Charter Night,tenutasi sabato 29 marzo presso il Jolly Hotel di Castrovillari alla presenza del Governatore del Distretto 108 YA, Luigi Buffardi e di molte autorità lionistiche e civili che hanno presenziato alla cerimonia.  Il presidente del club, Enzo Salituri, dopo aver ringraziato gli invitati alla cerimonia, nella sua relazione ha richiamato i services realizzati nel corso dei mesi passati e di quelli in programma non ancora conseguiti. A fine del suo intervento ha consegnato il premio per il service internazionale “Un Poster per la Pace” all’alunna Ester Valente, dell’Istituto Omnicomprensivo di Frascineto, che con il disegno da lei realizzato ha raggiunto il secondo posto tra i 4220 giovani partecipanti alla 26ͣ edizione del Concorso distrettuale. Concorso, come ha ricordato il presidente Salituri, istituito nel Altri importanti onorificenze sono state consegnate a Ines Barone e Sergio Gimigliano. Personalità che si sono distinte nella loro impresa, indicate dai soci del club al distretto lions. È stato lo stesso coordinatore del services distrettuale “Eccellenze nelle Imprese”, .Pasquale Bruscino, a tracciare le finalità del riconoscimento e consegnare la prestigiosa onorificienza lionistica che valorizza le eccellenze individuando quelle persone sul territorio che si sono distinte per la passione, la creatività, la fantasia, la dedizione nella loro azione quotidiana in diversi campi professionali. Ines Barone, è ricercatrice in “Biochimica Cellulare ed attività dei farmaci in oncologia”, e dopo un periodo di permanenza in America ha scelto di tornare in Calabria per continuare i suoi studi in particolare sul tumore mammario, grazie ad una borsa di studio europea, presso i laboratori di patologia generale dell’Università della Calabria.  Sergio Gimigliano, è un giovane e famoso ideatore e organizzatore di eventi culturali, in particolare del “PEPERONCINO JAZZ FESTIVAL”, rassegna itinerante di musica jazz giunta quest’anno alla sua 13° edizione divenuta appuntamento importante del panorama musicale italiano. A seguire gli interventi del I Vice Governatore, Liliana Caruso e del Past Governatore, Gianfranco Sava. Infine Il Governatore Buffardi, ha consegnato, successivamente a Nadia Carnevale il prestigioso Premio Excellence, come segno di riconoscimento della sua eccellente leadership, per essersi distinta nel servizio alla comunità, nella crescita associativa, nella comunicazione e nella gestione organizzativa del club. Mentre, al presidente Salituri e a Luigi Postorivo è andato il riconoscimento per la loro appartenenza al club e per l’impegno profuso rispettivamente in trentacinque e venti anni di attività associativa.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, CHIUSURA ESERCIZIO COMMERCIALE COMPRO ORO PER REVOCA LICENZA et  at:  04/03/2014  

CASTROVILLARI, CHIUSURA ESERCIZIO COMMERCIALE COMPRO ORO – PER REVOCA LICENZA. Per opportuna notizia, si comunica che personale dipendente del Commissariato di P.S. di Castrovillari, diretti dal Dr. Raffaele De Marco,  eseguiva il provvedimento emesso dal sig. Questore di Cosenza – relativo alla revoca della licenza per l’esercizio di commercio al dettaglio di oggetti preziosi  “compro oro” , nei confronti del titolare B.R.F. di anni 50. Qualche giorno addietro, lo stesso titolare era stato deferito alla locale A.G. per il reato di concorso  con altre persone in ricettazione di oggetti in oro. I preziosi, sottoposti  a sequestro dagli Agenti nel corso di un controllo amministrativo, erano risultati di provenienza illecita, poichè riconosciuti dal legittimo proprietario, vittima di un furto in abitazione, perpetrato proprio in questo centro cittadino. Il commerciante B.R.F. – in passato era stato già destinatario di un provvedimento di sospensione temporanea della licenza per la reiterata omessa registrazione giornaliera di alcuni oggetti in oro nel relativo registro di carico, vidimato dall’Autorità di Pubblica Sicurezza. Controlli di polizia tuttora in corso presso esercenti attività compro oro dislocati sul territorio del pollino e della sibaritide. Commissariato P.S. Castrovillari

 
      Tell A Friend

     UDC CASSANO ALL' IONIO GRUPPO CONSILIARE. COMUNICATO STAMPA et  at:  03/04/2014  

UDC CASSANO ALL’IONIO – GRUPPO CONSILIARE. COMUNICATO STAMPA - La venuta del Papa a Cassano è una opportunità per il nostro popolo onesto che ha voglia di voltar pagina dopo la morte del piccolo Coco' Campolongo e di don Lazzaro Longobardi ,isolando tutti quei fenomeni che danno alla nostra terra una immagine negativa e impediscono ogni forma di sviluppo. Rispetto ad un evento cosi importante per la nostra comunità ,che per una giornata sarà al centro del mondo , ognuno di noi deve sentirsi coinvolto in prima persona . La visita di Papa Francesco potrà avere ripercussioni positive per la Città di Cassano e per l’intera Calabria ,non soltanto dal punto di vista ecclesiale , ma anche e soprattutto sociale . La Chiesa , che costituisce una istituzione centrale nella formazione dei giovani è da sempre impegnata per arginare la criminalità e tutti quei fenomeni tipici del sottosviluppo economico, ma sono sicuro che anche la politica saprà fare altrettanto. La visita del Papa oltre che rappresentare per i cassanesi motivo di grande gioia e soddisfazione è anche una forte esortazione alla speranza e l’occasione per porre al centro dell’azione pubblica la persona umana con i suoi bisogni in un forte momento di grande crisi sociale . Siamo fortemente grati al nostro amato Vescovo Don Nunzio Galantino per aver regalato alla nostra  comunità la grande gioia di questo momento storico importante che vedrà la presenza di Papa Francesco  suscitando in ognuno di noi forti emozioni. MIMMO LIONE CAPOGRUPPO UDC-CASSANO

 
      Tell A Friend

     A MORANO CALABRO DOMENICA 6 APRILE CONCERTO DEDICATO AL GENIO DI GIOACCHINO ROSSINI. et  at:  03/04/2014  

Comunicato stampa TeatroMusica - A Morano Calabro domenica 6 aprile concerto dedicato al genio di Gioacchino Rossini. Morano Calabro – A Teatromusica dopo tanto teatro arriva la musica. Infatti, domenica  6  aprile alle 20,00, risuoneranno nell’auditorium comunale le celeberrime arie di Gioacchino Rossini in un concerto dedicato al suo genio. Un appuntamento da non perdere con l’orchestra di fiati di Morano Calabro, guidata dal M° Massimo Celiberto. Non nuova a eventi di questo genere, l’orchestra che conta 45 elementi, annovera un vasto repertorio (tra cui il Nabucco di Verdi, l’Elisir d’Amore di Donizetti, La Cenerentola di Rossini) che ha portato in scena su numerosi palcoscenici italiani e all’estero. Nel concerto saranno eseguite arie tratte da Il barbiere di Siviglia, L'italiana in Algeri, La gazza ladra, Guglielmo Tell, La donna del lago e Cenerentola. Interpretate dalle raffinate e magistrali voci del soprano Rosaria Buscemi, del baritono Daniele Muscolino e del basso Michele Bruno. La XIII stagione di TeatroMusica continua domenica 27 aprile con “L’orologio a pendolo” della Compagnia teatrale “E. Petrolini” di Barcellona Pozzo di Gotto.  DOMENICO DONATO per l’ufficio stampa di TEATROMUSICA

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - PAGATI DEBITI NEL SETTORE RIFIUTI. 1.247.608,65 PER I PERIODI 2005 2006 - 2007- 2008 et  at:  03/04/2014  

CASTROVILLARI - PAGATI DEBITI NEL SETTORE RIFIUTI. 1.247.608,65€ PER I PERIODI 2005 – 2006 - 2007- 2008 - Lo Polito e Loiacono: " Vogliamo lasciare una citta' migliore alle future generazioni ". Pagare i debiti pregressi per lo smaltimento rifiuti contratti con l’Ufficio del Commissario regionale, ma allo stesso tempo creare un risparmio per le casse comunali, e quindi tutelare al meglio i cittadini. E’ in questa ottica che va letto il pagamento della consistente somma debitoria nei confronti della Regione Calabria effettuata  il 31 marzo scorso, ultima data utile per beneficiare del comma 618 dell’articolo 1 riferito alla Legge di Stabilità 2014 numero 147 del 27.12.2013, che consente agli enti pubblici di estinguere il pagamento con «esclusione degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo previsti – si legge nel deliberato - dall’articolo 20 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n°602, e successive modificazioni, nonché degli interessi di mora previsti dall’articolo 30 del medesimo decreto del Presidente della Repubblica n°602 del 1973, e successive modificazioni».Una rata unica di 1.247.608,65€ (un milioneduecentoquarantasettemilaseicentootto, 65€) riferita alle annualità che vanno dal 2005 al 2008 che ha permesso il risparmio di circa 140 mila euro di interessi e sanzioni. «Uno sforzo prodotto non indifferente – commenta l’assessore allo sviluppo ambientale, Angelo Loiacono – quello fatto per recuperare le somme dovute alla Regione per il pagamento della tariffa di smaltimento rifiuti in discarica, che si colloca nel lavoro di tutela della spesa e nella volontà di creare il maggiore risparmio possibile per le casse dell’ente già gravate dalla spending review imposta a livello centrale dal Governo con minori trasferimenti agli enti comunali». Una scelta attuata nel pieno rispetto dei controlli effettuati sulle somme richieste e dovute agli uffici regionali che fino ad ora non erano stati pagati, ed oggi saldati alla Regione Calabria beneficiando dei fondi assegnati in base al Decreto Legge 8.4.2013 n° 35 convertito con modificazioni dalla Legge 6 giugno 2013, n°64. Queste somme oggi diventano una «eredità pesante per l’azione amministrativa in corso costretta – ha aggiunto Domenico Lo Polito, Sindaco di Castrovillari – a pagare ancora i debiti riferiti alle precedenti amministrazioni». Attraverso una delibera di giunta riferita al piano di rientro delle cartelle di Equitalia emesse per il periodo degli anni 2005 – 2006 - 2007- 2008 riferite alla tariffa di smaltimento rifiuti il Comune ha deciso, a fronte di un risparmio di circa 140 mila euro tra interessi e sanzioni, di saldare in unica rata, nel tempo massimo stabilito dagli uffici regionali, le somme dovute per cercare di creare quanto più risparmio possibile su eventuali altri addebiti derivanti da more dovute alle lungaggini del mancato pagamento del debito.«Anche in questo senso si caratterizza la nostra azione di tutela e rispetto dei cittadini, onorando i debiti dovuti dal Comune di Castrovillari, con un occhio alle casse comunali, sapendo che ciò che amministriamo oggi non è di nostra proprietà ma della collettività che ci chiama ad essere oculati nella spesa, attenti al risparmio, rispettosi degli impegni presi, pensando quotidianamente alle prossime generazioni». Su tali somme esiste un contenzioso tra il Comune di Castrovillari e l’Ufficio del Commissario davanti alla Commissione Tributaria, Tar Lazio e Cds, rispetto alla quale l’amministrazione Lo Polito ha comunque inteso aderire alla definizione prevista dal comma 620 della legge 147/2013 per evitare ulteriori aggravi di spesa sul bilancio dell’Ente, fatte salve le eventuali nuove determinazioni necessarie dopo l’emanazione delle sentenze di merito.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - ACCUSE E RISPOSTE CIRCA LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, I COMUNICATI et  at:  03/04/2014  

Castrovillari - Accuse e risposte circa la comunicazione istituzionale, i comunicati - COMUNICATO STAMPA LISTE CIVICHE - Il maldestro tentativo dell' Amministrazione lo Polito di coinvolgere in maniera surrettizia le Liste Civiche di Solidarieta'  e Partecipazione in un utilizzo assai discutibile del denaro pubblico, e' stato smascherato pubblicamente. Infatti, l' ultima trovata, per fare propaganda elettorale con i soldi pubblici (determinazione n. 61 del 12/2/2014), in vista delle prossime consultazioni europee e, molto probabilmente, a breve anche regionali, ha avuto e avrà la più ferma opposizione delle Liste Civiche che non parteciperanno ad altre trasmissioni televisive, dopo aver denunciato il fatto. Che il Sindaco Lo Polito pensi di avere a che fare con sudditi e non con cittadini –Consiglieri di minoranza compresi- è testimoniato, poi, dall’incredibile e incresciosa nota in cui lo stesso Sindaco si arroga addirittura il diritto di “autorizzare” la partecipazione alle trasmissioni dei rappresentanti della minoranza. Crede forse di poter disporre di una sorta di censura preventiva come si usava in altri tempi e sotto altri regimi?  Ed è evidentemente paradossale che l’amministrazione Lo Polito, da un lato non intenda trasmettere in TV i Consigli Comunali, momento centrale della vita politica di Castrovillari, con il pretesto della difficoltà finanziaria e quindi della  mancanza di fondi (in realtà per evitare che i cittadini vedano le magre figure che questa maggioranza fa nei momenti che contano), e dall’altro spenda ben 3.000 euro (per soli due mesi!) per trasmettere “comizi” televisivi (che hanno il vantaggio di non avere contraddittorio). Per non parlare poi dei 12.500 euro erogati in favore di un’associazione (determinazione n. 103 del 13/3/2014) -forse nelle grazie di questa amministrazione?-, per promuovere una non meglio specificata attività “amministrativo-politico-culturale-sociale-ricreativa”  (e chi più ne ha più ne metta…) …. via web.  In buona sostanza 15.500 euro di soldi dei castrovillaresi sperperati in propaganda. Mentre la città è in ginocchio, le buche sulle strade aumentano, la manutenzione di Castrovillari langue… Noi delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione ci siamo sempre battuti per la trasmissione dei Consigli Comunali, anche durante la precedente amministrazione a guida Blaiotta, e con noi c’era anche il PD e Mimmo Lo Polito. E’ proprio il caso di dire: “passata la festa gabbato lo Santo”! Anche in questa consiliatura abbiamo difeso fortemente il diritto dei castrovillaresi all’informazione, chiedendo reiteratamente di abbinare alla diffusione via web, la trasmissione televisiva dei lavori del Consiglio Comunale.  Ci siamo auto-tassati, insieme alle altre forze politiche di minoranza, per consentire la diffusione televisiva dei lavori consiliari.  Solidarietà e Partecipazione fa da anni opera di informazione ai cittadini con vari mezzi: giornali radio televisione, ma questa attività la fa con soldi propri e non prendendoli dalle tasche dei castrovillaresi già in ginocchio, compresi quelli che affollano i servizi sociali senza ricevere risposte adeguate. E la città continua nel suo inarrestabile declino. Coordinamento politico delle Liste Civiche di Solidarietà e Partecipazione - LA RISPOSTA DEL SINDACO LO POLITO - Il comunicato delle liste civiche è davvero povero di spirito. Parla di sprechi a questa giunta quando i risultati della gestione hanno risultati diversi, e riferisce gli stessi alla spesa di euro 3.000,00 per comunicazione amministrativa ed euro 12.500,00 per un’associazione che ha prestato attività in favore del comune. Sarebbe facile rispondere che i tremila euro sono stati pagati con i mancati rimborsi per le missioni degli amministratori di qualche mese, che sindaco ed assessori pur avendone diritto (come sempre fatto nel passato da tutti gli amministratori che li hanno regolarmente percepiti) non hanno mai richiesto e percepito e, quindi lasciati nelle casse dell’ente, ed i 12.500,00 euro con la mancata percezione dell’indennità di sei mesi cui il sindaco ha rinunciato dimezzandosi l’indennità spettante per legge.  Dei soldi spettanti agli amministratori, di loro pertinenza, saranno gli stessi liberi di destinarli ai fini che ritengono? Quello che è assurdo è rappresentato dal qualunquismo spicciolo di cui è intriso il comunicato. Sanno per caso quale attività è stata svolta dall’associazione che ha percepito i 12.500,00 euro comprensivi di iva? Leggessero gli atti e si renderanno conto che oltre alla presentazione di progetti per attingere finanziamenti ed alla preparazione e cura di iniziative del comune vi è anche l’attività di sbobinamento degli interventi dei consiglieri in consiglio comunale di cui il rappresentante delle liste civiche, Santagada Giuseppe, ha preteso la trascrizione integrale. Siamo davvero all’assurdo. Vuole far  risparmiare all’ente il consigliere Santagada: passasse lui e gli altri, giornate intere, a trascrivere da bobina a carta i propri interventi. Così come risulta assurdo che si contestino i tremila euro per l’informazione amministrativa, cui sono chiamati maggioranza ed opposizione, per informare la città di quanto fatto e non fatto. Ricercassero nella loro mente e negli atti, altri casi in cui l’amministrazione comunale ha riservato spazio televisivo alla minoranza per esporre le proprie opinioni. Per la cronaca tutti i consigli comunali sono stati trasmessi in diretta televisiva streaming. Il sindaco  Mimmo lo Polito

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - 29 MARZO TEATRO SYBARIS CONVEGNO SULLE PROSPETTIVE DELLA STRADA FERRATA CALABRO-LUCANA, IL BINARIO GIUSTO PER CONIUGARE ED INTEGRARE ESISTENTE ,TURISMO, CRESCITA E SOSTENIBILITA' et  at:  30/03/2014  

 CASTROVILLARI - 29 MARZO TEATRO SYBARIS CONVEGNO SULLE PROSPETTIVE DELLA STRADA FERRATA CALABRO-LUCANA, IL BINARIO GIUSTO PER CONIUGARE ED INTEGRARE ESISTENTE ,TURISMO, CRESCITA E SOSTENIBILITA' - I LAVORI SONO STATI INTRODOTTI DALL' ASSESSORE GIOVANNA CAZSTAGNARO A CUI SONO SEGUITI I SALUTI DEL SINDACO, DOMENICO LO POLITO, LA RELAZIONE GUIDA E' STATA AFFIDATA A DOMENICO GATTUSO, DOCENTE DI “TRASPORTI URBANI E METROPOLITANI” DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI “MEDITERRANEA” DI REGGIO CALABRIA. SONO INTERVENUTI L' ON. GIANNI PITTELLA VICE PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO E L' EX PRESIDENTE DELLA COMUNITÀ MONTANA ITALO-ARBERËSHË LUIGI PANDOLFI.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, COSTITUITO IL GRUPPO CONSILIARE " VERSO IL PSE ": NE FANNO PARTE D’ INGIANNA E DOLCE et  at:  29/03/2014  

COMUNICATO STAMPA - I consiglieri comunali Giovanna D' Ingianna e Franco Dolce, alla luce delle dinamiche politiche nazionali e sovranazionali che vedono sempre piu' la necessita' di una unita' chiara di indirizzi che fanno riferimento ad una sinistra riformista intrisa dei valori riferiti alla tutela dei piu' deboli, nella accezione più ampia e, nella convinzione che tali finalita' trovano riferimento nei valori tradizionali del Partito Socialista Europeo, concordano, a tale fine, di costituire all’interno del Consiglio Comunale di Castrovillari, il Gruppo unico consigliare denominato: " Verso il PSE " il cui capo gruppo è indicato nella persona del consigliere Giovanna D’Ingianna. f.to Giovanna D’Ingianna - f.to Franco Dolce

 
      Tell A Friend

     PAPA FRANCESCO A GIUGNO A CASSANO JONIO, LA NOTIZIA ANNUNCIATA DA DON NUNZIO GALANTINO VESCOVO DELLA DIOCESI et  at:  29/03/2014  

Papa Francesco a giugno a Cassano Jonio, la notizia annunciata da don Nunzio Galantino vescovo della diocesi - Giovedi', 27 Marzo 2014, assieme al Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, sono stato ricevuto in udienza privata (09,00 - 09,45) da Papa Francesco. Prima ancora che iniziasse il nostro dialogo intorno ai temi oggetto dell'udienza, il Santo Padre mi ha comunicato la sua intenzione di venire in visita a Cassano.Il settore addetto della Segreteria di Stato farà conoscere, spero entro la prossima settimana, la data esatta e le modalità di massima della visita che il Santo Padre farà alla nostra Diocesi. Perché il Papa a Cassano? É stato il Papa stesso a dirmi quale motivo lo porta a farsi pellegrino nel nostro territorio. Innanzitutto mantenere la parola e quindi dare seguito a quanto Egli stesso aveva scritto ai "Sacerdoti, Consacrati e fedeli della Diocesi di Cassano all'Jonio". «Non ho ancora avuto il piacere di conoscervi di persona - scriveva Papa Francesco il 28 Dicembre 2013 - ma spero di poterlo fare presto». Ed ecco realizzata la speranza e mantenuta la promessa; in risposta anche alla richiesta che i nostri Sacerdoti avevano avanzato in una lettera indirizzata al Santo Padre. «Desideriamo incontrarla e conoscerla - si leggeva in quella lettera -. Non ci basta incrociare il suo sguardo in televisione o sui giornali. E come possiamo avvicinarLa, se non ci viene incontro?». Non solo. La visita del Papa vuole essere l'occasione per chiedere - guardandoci negli occhi e dopo averlo fatto per iscritto - di essere "compreso" e "perdonato" e, come Egli stesso mi ha ripetuto più volte Giovedì mattina, per "chiedere scusa". La visita del Papa: un evento di Chiesa - La visita del Santo Padre è un evento di Chiesa! Il Papa verrà per incontrare la Comunità di credenti che testimonia il Signore Risorto nel territorio della nostra Diocesi. Accanto alle motivazioni immediate che hanno provocato questa visita, la presenza del Santo Padre è un segno forte e concreto della vicinanza del Signore a un territorio - il nostro - che sente forte il bisogno di essere "confermato nella fede" e recuperato in maniera sempre più forte a una vita degna di essere vissuta.  Gli episodi che hanno recentemente insanguinato in maniera efferata il nostro territorio - l'ultimo, la morte violenta di Padre Lazzaro - sono solo la spia eclatante di un disagio che attende risposte. E la nostra Chiesa non può limitarsi, come ho già detto in particolare ai Sacerdoti, a contare vittime o a celebrare funerali.  La passione con la quale Papa Francesco sta testimoniando e traducendo in pratica il Vangelo non lascia alibi a nessuno. Tutti, come singoli e come comunità, dobbiamo "metterci del nostro" perché questa nostra terra sia realmente una terra benedetta. E lo sarà nella misura in cui i credenti per primi sentiranno forte la passione di testimoniare Gesù, caricando di senso nuovo quanto "si è sempre fatto": se nonostante le tante forme di presenza religiosa il nostro territorio è costretto a registrare ancora violenza, sopraffazione, corruzione e disagi di ogni genere, vuol dire che il modo in cui noi, come Chiesa, viviamo, non tocca i bisogni veri e non incarna in maniera coerente il Vangelo che ci è stato affidato. La visita del Papa: non solo evento di Chiesa - Sì, la visita del Santo Padre è un evento di Chiesa. Ma proprio perché la Chiesa vive - e deve farlo sempre di più - per strada, la presenza del Santo Padre può e deve significare qualcosa anche per quanti non sono vicini alla Chiesa e comunque abitano il nostro territorio.  La visita del Santo Padre sarà un evento importante anche per queste persone solo se tutti noi che siamo più direttamente interessati all'evento, sapremo prepararlo e viverlo evitando tutto ciò che può banalizzare un evento di grazia, come la presenza di Papa Francesco a Cassano. Qualche prima ed immediata indicazione - É per questo che mi permetto di dare qualche prima ed immediata indicazione, ripromettendomi di tornarvi sopra quando conosceremo anche i dettagli della visita pastorale del Santo Padre. So anche - conoscendo la buona fede di gran parte di voi - che quanto sto per dire può risultare superfluo. Ma permettete che lo dica lo stesso. 1. La visita del Papa non può e non deve rappresentare un capitolo di spesa ingiustificata né per la Chiesa Diocesana né per le Amministrazione Comunali, in particolare per quella di Cassano. Per questo chiedo che non si proceda a interventi di maquillage occasionali, tesi solo a rendere la città ed il percorso presentabili agli occhi del Papa e del suo seguito. Se si prevede di realizzare qualche intervento, deve trattarsi di interventi strutturali e duraturi per il bene della città. Se proprio vogliamo realizzare qualche intervento che faccia ricordare con riconoscenza la visita del Santo Padre, si studi fin d'ora il risanamento di parti (anche limitate) della città nelle quali è ancora oggettivamente difficile vivere in maniera sicura e dignitosa. Anche se il Santo Padre non dovesse passare attraverso quei vicoli, sarebbe bello poter dire, ad esempio, che il risanamento di una parte del Centro storico o l'illuminazione di una parte di esso sono stati realizzati in occasione della visita del Papa. 2. A nessuno è preclusa la possibilità di contribuire, nei modi e a seconda delle possibilità personali, alle spese che certamente comporterà la visita del Santo Padre. A patto però che tutto venga regolarmente registrato e reso pubblico da parte di un Comitato preparatorio. E poi, a patto che ci sia la consapevolezza da parte di eventuali donatori che il proprio contributo non dà diritto a trattamenti di preferenza o a prime file. Chi prevede di non poter accettare questa condizione è dispensato dal dare il proprio contributo. 3. Colgo questa occasione per invitare a tenersi alla larga dalla tentazione di promettere trattamenti di favore o posti privilegiati a chicchessia. Né venite a chiederli a me. Gli unici privilegiati saranno gli ammalati e quanti da tempo vengono seguiti dalla Caritas Diocesana. La prima fila è per loro. A questo proposito, si studierà il modo di permettere una rappresentanza di tutto il territorio. 4. Siamo tutti dispensati dal proporre luoghi o strutture particolari da far visitare al Santo Padre. So che tutte - per motivi storici, per ragioni morali ecc. - meritano grande attenzione. La visita del Papa prevede la sua presenza solo in luoghi che concorderemo con la Segreteria di Stato. Chiedere scusa con i fatti! Ecco un modo serio per prepararci alla visita del Santo Padre. Accanto - ma se volete anche prima e più che esteriormente - è necessario che tutti ci prepariamo ad accogliere Papa Francesco con gesti significativi.  Come? Partendo dalla motivazione che il Papa stesso ha dato alla sua visita: «Vengo per chiedere scusa», ha detto. Voglio proporre ai singoli, alle comunità, alle associazioni, ai gruppi, ai movimenti e alle realtà che intendono prepararsi all'evento un percorso semplice e concreto.  Pongo il percorso di preparazione alla visita del Papa sotto lo slogan: Anche noi vogliamo chiedere scusa. Consapevole, come ci insegna il Papa, che chieder scusa vuol dire impegnarsi a correggere ciò che non va bene. - Chiedere scusa ai poveri - quelli che girano per le nostre strade - per averli lasciati soli e senza voce, continuando - senza farci scrupolo - a sprecare sia personalmente sia comunitariamente. - Chiedere scusa ai non credenti o agli indifferenti, quando abbiamo continuato a proporre e a vivere la nostra religiosità senza chiederci se quello che stavamo facendo o dicendo poteva avere un senso anche per loro. - Chiedere scusa ai nostri ragazzi, quando abbiamo pensato con troppa facilità che bastassero le parole e abbiamo di fatto abdicato al dovere di essere esempi credibili per loro - Chiedere scusa ai nostri giovani, quando ci siamo accontentati di dire che essi "sono il futuro della società", ma ne abbiamo ignorato i bisogni reali e non abbiamo fatto niente per sostenere i loro sogni. - Chiedere scusa al nostro territorio, spesso ridotto a luogo solo da sfruttare e da sfregiare - facendoci beffe di ogni forma di legalità - e non a luogo da far fruttificare per il bene comune. Buon lavoro a tutti. Il Signore accompagni il nostro cammino di preparazione all'incontro con Papa Francesco. don Nunzio Galantino

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, FRANA MADONNA DEL CASTELLO DUE ANNI E LI DIMOSTRA et  at:  28/03/2014  

Castrovillari, frana Madonna del Castello due anni e li dimostra - Sono ormai trascorsi due anni da quando il primo smottamento ha interessato la strada che conduce al santuario della Madonna del Castello nel corso dei quali si sono succedute visite di personalita' politiche che occupano ruoli decisionali. In attesa di un progetto che si aspetta venga da qualcuno visionato e magari approvato il fenomeno franoso prosegue ormai senza nemmeno controlli tecnici. In fondo a che servono i sensori, il movimento franoso e' visibile ad occhio nudo. La domanda che sorge spontanea e': una volta che la frana avra' interessato per meta' il piazzale antistante il santuario ed esso stesso  santuario, sara' venuto giu', a cosa servira' intervenire in quel punto? Mancano forse le motivazioni a questa cittadinanza per accamparsi in una tenda e protestare ad oltranza fino a quando non si trovano i mezzi e i modi per risolvere il problema. In Italia e' ormai un alibi per la classe politica nascondersi dietro le problematiche economiche spesso, invece,  sembra sia priva di iniziative e votata al " panta rei " piu' integralista e becero possibile. Intanto, la chiesa per antonomasia dei castrovillaresi, rischia grosso, ma sembriamo essere impotenti di fronte a cosi' tanta incapacita' di azione, progetti da vagliare da una miriade di uffici e ufficetti e, accuse e sotto accuse. La verita' e' che non si e' mai sentito nemmeno un prete protestare, semplicemente chiedendo ai propri fedeli di seguirli per l' omelia domenicale proprio sul colle per toccare con mano il pericolo che quel luogo vive. Nel corso di questi due anni il parroco di Santa Maria del Castello, don Carmine De Bartolo e' stato lasciato sempre piu' solo al di la' dei pochi che rimangono a tenere accesa la luce su una questione la cui fine e' annunciata se non vi si pone rimedio. Bisogna che sia la gente con un proprio moto a farsi promotrice di un' azione concreta, non ci sono caste da difendere o diritti negati ( tribunale e ospedale docet) si tratta di amore per il proprio patrimonio artistico e archeologico e di fede, qualcosa che interessa tutti ed anche la chiesa che, ribadiamo, ha le sue colpe nel lasciare solo il rettore del Santuario contro tanta inutile burocrazia.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - ACCESSO AL CREDITO SOCIALE, IL SINDACO COMUNICA I NUOVI INDICI DI PARTECIPAZIONE et  at:  28/03/2014  

CASTROVILLARI/ ACCESSO AL CREDITO SOCIALE A FAVORE DI COLORO CHE VERSANO IN SITUAZIONI DI TEMPORANEA DIFFICOLTA' ECONOMICA. IL SINDACO LO POLITO INFORMA LA CITTA' SUI NUOVI PARAMETRI - Novita' per accedere al credito sociale il cui avviso  e' stato pubblicato  sul Bollettino Ufficiale n.13 della Regione Calabria il 24 marzo scorso. A riguardo il Sindaco, Domenico Lo Polito, rende noto che, in base a recenti comunicazioni pervenute all' Ente, " i requisiti reddituali delle persone  in condizioni di particolare vulnerabilita'   economica e sociale sono stati innalzati e, pertanto,  per accedervi il reddito  familiare complessivo lordo non deve essere superiore ai 17mila e 500 euro e fino a 32mila e 500 euro sulla base della composizione del nucleo familiare calcolato sull’ultima dichiarazione dei redditi." Così si potranno ottenere prestiti per un importo massimo di 10mila euro, a favore di persone appartenenti a famiglie residenti in Calabria, che dovranno essere restituiti entro 5 anni e su cui sarà applicato un tasso d’interesse pari all’1%.  “Il micro credito sociale è uno strumento di contrasto alla povertà assoluta, a sostegno di persone in condizioni di particolare disagio economico o sociale che si avvale di un fondo di rotazione regionale attraverso il quale verranno erogati i finanziamenti a beneficio dei più deboli .” L’Avviso  è pubblicato anche sul sito  www.regione.calabria.it , nella sezione Calabria Formazione e Lavoro.  L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, ISTITUZIONALIZZATO IL PREMIO " LAVORATORE DELL' ANNO ". LA PREMIAZIONE IL I MAGGIO et  at:  28/03/2014  

CASTROVILLARI. LA GIUNTA LO POLITO ISTITUZIONALIZZA  IL PREMIO " LAVORATORE DELL' ANNO ", PER CHI OPERA NEL PUBBLICO O PRIVATO SUL TERRITORIO COMUNALE,  CHE SI TERRA' OGNI PRIMO DI MAGGIO - Nel segno della persona, del lavoro e del bene comune. La Giunta municipale di Castrovillari ha deliberato questa mattina l' istituzionalizzazione del premio " Lavoratore dell' Anno " tra coloro che, dipendenti pubblici o privati, prestano servizio sul Territorio comunale. Lo ha reso noto il Sindaco Domenico Lo Polito, a termine della seduta, spiegando che il Premio sarà intitolato  al compianto Franco Morelli, già dipendente comunale e deceduto in costanza di rapporto di lavoro. Un uomo, Morelli, con un grande senso di responsabilità' e di appartenenza che profondeva con semplicità ed impegno nel proprio lavoro, mettendosi, con capacità e dedizione, a disposizione del cittadino svolgendo la sua funzione con grande spirito di servizio. “Il Premio, che già lo scorso anno ha visto  come assegnatario il dipendente della Femotet, Mimmo Musmanno,- ha ricordato il primo cittadino- verrà  ogni anno conferito il primo di maggio, Giornata della Festa del Lavoro.” “Un’iniziativa- ha aggiunto Lo Polito- che va nella direzione di cosa intende questa Amministrazione per lavoro, rilanciando le vere ragioni che devono sempre sottendere a questo, a partire da quell’etica che nessuno può bypassare. Oggi, più che mai, - spiega- siamo chiamati a riscoprire cosa significa vivere il proprio lavoro in un modo che, rispondendo  al proprio bisogno, possa essere anche risposta a quello di tutti.” L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI, PARROCCHIA DI SAN GIROLAMO AL VIA IL PROGETTO EVER GREEN et  at:  27/03/2014  

Comunicato stampa - Parrocchia San Girolamo – Castrovillari Progetto " EVER GREEN " - AL VIA " EVER GREEN ", PROGETTO DI AGGREGAZIONE PER LA TERZA ETA'  PROMOSSO DALLA  PARROCCHIA SAN GIROLAMO  - CASTROVILLARI.  L' obiettivo del progetto e' offrire uno spazio di aggregazione per gli adulti ( anziani e non ) attraverso opportunita' di partecipazione, integrazione, attivita' culturali e di svago, che permettano di riconoscere e valorizzare le risorse e le capacita' proprie.  Il  progetto " EVER GREEN " e' realizzato dalla Parrocchia San Girolamo di Castrovillari con la collaborazione  della Caritas Diocesana e finanziato con i fondi CEI dell’8Xmille.  L’idea nasce dal  desiderio di favorire relazioni positive e di reciprocità tra persone che, desiderose di condividere il proprio tempo libero, vogliono ritrovarsi insieme. Poiché ogni stagione della vita è occasione di reciproco arricchimento per tutti e ogni persona può ricevere e dare ciò che la vita le ha consegnato, i beneficiari del progetto potranno incontrarsi più volte la settimana per  attività guidate da animatori volontari della Parrocchia.  Attività ludico-ricreative e culturali, cineforum, attività teatrali e di intrattenimento, musica ed escursioni saranno le proposte di animazione che il Progetto offre. Ufficio stampa

 
      Tell A Friend

     L' ENTE PARCO ALL' ECOTUR, LA BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO VERDEBLU et  at:  27/03/2014  

L' Ente Parco all' Ecotur, la Borsa internazionale del turismo VerdeBlu - L' Ente Parco partecipera', successivamente, dal 31 marzo al 1° aprile, a Lanciano, in Abruzzo, anche a Ecotur, la Borsa internazionale del turismo VerdeBlu che presenta, tra l’altro, il Nature Tourist Workshop al quale parteciperanno 60 tour operatore italiani ed esteri. Ecotur, l' appuntamento dell' anno piu' atteso per i professionisti del settore, borsa tra le piu' produttive del panorama italiano, rappresenta un' occasione unica ed esclusiva per quanti cercano sul mercato turistico concreti momenti di promozione e collaborazione commerciale per il prodotto " turismo natura ". Durante l’evento sarà presentato com’è consuetudine il rapporto Ecotur.  In quello del 2013, il decimo, il Parco del Pollino e' stato indicato quale il sesto parco piu' richiesto dai tour operator. Classificandosi dopo Parchi storici come il Parco nazionale d’Abruzzo (primo) e, a seguire, il Gran Paradiso, il Parco dello Stelvio, le Cinque terre e il Parco delle Dolomiti bellunesi. Anche in quest’occasione, il Parco promuoverà le sue bellezze e il sistema ricettivo, sempre più in grado di offrire ospitalità di qualità e servizi turistici ottimali per far godere ai turisti esperienze in natura uniche.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI/SALA AUTOPTICA IL SINDACO LO POLITO SCRIVE ALL' ASP ED ALLA PROCURA CHIEDENDO ALL' AZIENDA OSPEDALIERA DI ATTREZZARE UNA SALA DEDICATA NELL' OSPEDALE. et  at:  27/03/2014  

CASTROVILLARI/SALA AUTOPTICA. IL SINDACO LO POLITO SCRIVE ALL' ASP ED ALLA PROCURA CHIEDENDO ALL' AZIENDA OSPEDALIERA DI ATTREZZARE UNA SALA DEDICATA NELL' OSPEDALE  DEL LUOGO PER NON CREARE  DISAGI AI CITTADINI CHE VANNO A TROVARE I PROPRI CARI E CHE IL PIU' DELLE VOLTE NON VENGONO AVVERTITI  DELL' IMPOSSIBILITA' DI ACCESSO AL CIMITERO A CAUSA DI TALI <INTERVENTI> - Il Sindaco della citta' di Castrovillari, Domenico Lo Polito, ha inviato una lettera al Direttore Generale dell' Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza ed al Procuratore della Repubblica  presso il Tribunale del posto, in merito a tempi e modi riguardanti gli esami autoptici che vengono eseguiti presso la sala mortuaria del Cimitero del capoluogo del Pollino, determinando disagi tra quanti si recano a trovare i propri cari. Per tale motivo il primo cittadino ha chiesto all’ASP di attrezzare una sala autoptica autonoma presso il locale nosocomio anche al fine di rispettare il regolamento locale di polizia mortuaria. Nella missiva Lo Polito scrive “…Mi riferisco all’uso della sala autoptica presso la sala mortuaria del cimitero di Castrovillari. Capita che in occasione di autopsie, che vengono fatte in orario di apertura al pubblico del cimitero, venga chiusa l’intera struttura con impossibilità totale di accesso per i visitatori che, in assenza di preventiva comunicazione, sono all’oscuro della chiusura.” “Ecco perché – spiega il sindaco- mi trovo costretto a richiedere di razionalizzare l’uso della sala stessa interdicendo, quando occorre effettuare un’autopsia, l’uso in una zona delimitata e consentendo l’accesso al resto del cimitero ovvero utilizzandola in orario di chiusura al pubblico.” L’iniziativa era stata anticipata anche dal consigliere comunale Dario D’Atri che con il Sindaco sta sollecitando la richiesta della realizzazione presso le sale mortuarie dell’ospedale di Castrovillari. L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI. SUOR FEDERANGELA NEL RICORDO DEL SINDACO LO POLITO et  at:  27/03/2014  

La dipartita  di Suor Federangela non colpisce solo l' Ordine a cui apparteneva e la Chiesa locale, ma rattrista tanti che l' hanno conosciuta, famiglie in particolare per ciò che ha significato nell’Istituto Vittorio Veneto di Castrovillari riguardo l’educazione, la didattica ed il Suo Servizio. Una guida ed un punto di riferimento, da quando lo coordinava,  per un Istituto che da sempre ha guardato al più piccolo come persona da aiutare a far crescere. E’ in queste poche parole che si potrebbe sintetizzare la missione della religiosa nella scuola, nata a servizio delle giovani generazioni in un Meridione, quando venne innalzata , che aveva bisogno di tutti per crescere e progredire. Una figura, quella di Suor Federangela,  difficile da dimenticare anche per il suo modo di porsi e determinarsi a tutela e per una educazione attenta alla persona in quanto tale. E’ con queste semplici considerazione che desidero accomiatarmi da lei, che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare come genitore, anch’io, di figli che hanno frequentato l’Istituto. Addio Suor Federangela! Sono convinto che pregherà per quest’Opera importante che la città, grazie soprattutto all’amore, dedizione ed abnegazione delle Suore di Carità di Santa Maria, a cui apparteneva, desidera tramandare con senso di responsabilità. Il Sindaco f.to Domenico Lo Polito

 
      Tell A Friend

     SEQUESTRATO IL DEPURATORE CONSORTILE DI ROTONDA. OPERAZIONE CONGIUNTA CON I CARABINIERI. SIGILLI ANCHE AD UNA CONDOTTA FOGNARIA et  at:  27/03/2014  

COMUNICATO STAMPA - Sequestrato il depuratore Consortile di Rotonda. Operazione congiunta con i Carabinieri. Sigilli anche ad una condotta fognaria . ROTONDA - 27 MARZO 2014 - Gli uomini del Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Rotonda su delega delle Procura della Repubblica di Lagonegro (PZ), unitamente ai Carabinieri della locale Stazione, hanno posto sotto sequestro preventivo l' impianto di depurazione consortile del Comune di Rotonda (Pz) ubicato  in località " Paragalline ". Il provvedimento si e' reso necessario in quanto gli accertamenti eseguiti dal personale hanno evidenziato carenze nelle autorizzazioni e violazioni sullo smaltimento dei rifiuti liquidi e solidi provenienti dai processi di depurazione. Le indagini sono iniziate con gli accertamenti su di una perdita dell’impianto, che provocava lo sversamento dei liquidi direttamente sul terreno e nelle acque del torrente “Mercure”. Pertanto è stata posta sotto sequestro anche la condotta che convoglia  gli scarichi fognari, provenienti dalla frazione “Pedali” di Viggianello (Pz), nell’impianto di depurazione. A seguito di tali controlli tre persone coinvolte nella gestione dell’impianto sono state deferite all’autorità giudiziaria.

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI/PSC. IL CONCORSO PENSATO DALL' AMMINISTRAZIONE LO POLITO PER LE SCUOLE PRIMARIE SUL PAESAGGIO E' ARRIVATO AL TERMINE et  at:  27/03/2014  

CASTROVILLARI/PSC. IL CONCORSO PENSATO DALL' AMMINISTRAZIONE LO POLITO PER LE SCUOLE PRIMARIE SUL PAESAGGIO E' ARRIVATO AL TERMINE. NEL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE I RICONOSCIMENTI ALLE CLASSI VINCITRICI DEL PLESSO DI VIA ROMA - Il Concorso d' Idee " Un progetto comune per Il Piano Strutturale Comunale : Lascio il segno con un disegno ", voluto dall' Amministrazione comunale Lo Polito di Castrovillari - Assessorato allo Sviluppo Territoriale e lanciato in occasione della Giornata che celebra i diritti dell'infanzia e dell' adolescenza, e' arrivato al suo capolinea. Le classi vincitrici ex equo sono la III e la IV A del I Circolo " Villaggio Scolastico " plesso di Via Roma, le quali verranno pubblicamente premiate durante il prossimo Consiglio Comunale. I disegni selezionati dalla Commissione esaminatrice sono stati quelli ritenuti più rappresentativi dei connotati urbani della città. In essi si sono intraviste le impressioni. " Queste  faranno da cornice e da simbolo- spiega l' Assessore Giovanna Castagnaro-   al futuro Piano di sviluppo strategico di Castrovillari, in quanto verranno utilizzati nella Testata di presentazione delle tavole tematiche, quale contributo delle giovani generazioni alla città del futuro che si sta delineando.” Il concorso di idee rivolto a tutti gli alunni delle scuole primarie è stato finalizzato da un verso a stimolarne la creatività e la sensibilità dei più piccoli, dall’altro a coinvolgerli in una presa di coscienza diretta e obiettiva verso l’ambiente in cui essi vivono.  L’iniziativa, nata anche da un’idea del geometra Natale Tollot facente parte dell’Ufficio del Piano,  si è tenuta nell’ambito delle attività di redazione del nuovo strumento urbanistico e per includere ogni idea migliorativa importante per dare corpo ad uno sviluppo sostenibile. “Coinvolgere bambini e ragazzi nella progettazione degli spazi della città e nella pianificazione del territorio- hanno dichiarato l’Assessore Castagnaro ed il Consigliere comunale con delega alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Russo-  è cosa virtuosa, poiché porta a creare luoghi con qualità specifiche, innovative e rispondenti alle idee di spazio che le fasce più giovani, permettendo all’Amministrazione – ha aggiunto Castagnaro- di comprendere meglio come qualificare il paesaggio urbano e renderlo  fruibile.” “Un plauso alla dirigente scolastica Carmen Iannuzzi ed alle maestre Maria Mainieri, Ippolita Gallo, Angela Gentile, Maria Giovanna Macrini e Francesca Orefice, impegnate nel Concorso- sottolineano Castagnaro e Russo -, che hanno saputo indirizzare le energie dei discendi verso un progetto, bisognoso di essere realizzato nella condivisione più partecipata possibile.” “Questo modo di operare- secondo il consigliere Giuseppe Russo- consente di sviluppare le capacità di apprendimento, il senso di cittadinanza e di identità locale dei giovanissimi, conferendo agli adulti, poi,  una visione più completa degli ambienti dove si svolge quotidianamente la vita.” L’Ufficio Stampa del Comune di Castrovillari (g.br.)

 
      Tell A Friend

     CASTROVILLARI - PALAZZETTO DELLO SPORT: TE LO SOGNI? et  at:  27/03/2014  

Castrovillari - Palazzetto dello sport: Te lo sogni? Di recente il Presidente della Provincia Gerardo Oliverio e il sindaco Lo Polito si sono espressi sul palazzetto dello sport che dovrebbe nascere a Castrovillari ma allo stato tutto continua a tacere. La provincia intanto continua ad appaltare progettazione ed esecuzione di impianti nei centri vicini per Mormanno ad esempio e' stato pubblicato  il bando per la Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di costruzione di un impianto sportivo polivalente per un importo complessivo di € 870.000,00 IVA esclusa. A Castrovillari la situazione in merito non e' buona e il rischio di perdere l' opportunita' e' alta, purtroppo e duole dirlo anche qui si notano i segni della cattiva amministrazione, tra progetti insensati e lunghi e costosi rallentamenti burocratico-amministrativi. Nel video che vi proponiamo le dichiarazioni in merito del sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, del Presidente della Commissione consiliare allo sport di Castrovillari, Onofrio Massarotti e del Presidente della Provincia di Cosenza, Gerardo Oliverio. Ricordiamo che la realizzazione della struttura e' stata deliberata dalla Provincia di Cosenza il 3 marzo 2008 ( qui trovi il link di riferimento ). Il  progetto presentato nel 2010 prevedeva un intervento su 14.900,00 mq di cui 3.000,00 mq occupati dall'opera ed i restanti 11.900,00 mq destinati agli spazi esterni: viabilità, parcheggi ed aree a verde, previsto per circa 1000 spettatori, distribuiti su due tribune con parcheggi per 135 posti auto (di cui 12 posti per i diversamente abili), di 8 posti autobus ed ulteriori parcheggi per gli atleti (12 posti auto e 2 posti autobus) e per i mezzi di soccorso e sicurezza.Buona visione.

 
      Tell A Friend

     LAV - LIBERTA' PER I DELFINI, IL 29 - 30 MARZO E IL 5 APRILE LA LAV IN PIAZZA ANCHE A COSENZA. SOTTOSCRIVI LA PETIZIONE DI LAV E MAREVIVO PER DIRE BASTA ALLE PRIGIONI D' ACQUA. et  at:  27/03/2014  

Comunicato stampa LAV - LIBERTA' PER I DELFINI, IL 29 - 30 MARZO E IL 5 APRILE LA LAV IN PIAZZA ANCHE A COSENZA. SOTTOSCRIVI LA PETIZIONE DI LAV E MAREVIVO PER DIRE BASTA ALLE PRIGIONI D' ACQUA. CON L'UOVO DI PASQUA LAV FAI UN DONO AGLI ANIMALI! Mai piu' zoo d'acqua, mai più delfini-clown! A chiederlo è la LAV in una nuova petizione di LAV e Marevivo che si potrà firmare in centinaia di piazze italiane sabato 29 e domenica 30 marzo e il 5 e 6 aprile. A COSENZA PUOI FIRMARE PRESSO IL TAVOLO LAV ALLESTITO IN PIAZZA XI SETTEMBRE. Con questa petizione LAV e Marevivo intendono chiedere al Governo e al Parlamento una nuova legge che vieti l'importazione di delfini e di altri cetacei a fini di spettacolo. E con il tuo aiuto potremo realizzare anche un altro progetto di straordinaria importanza: la costruzione del primo "rifugio per i delfini" in un'area di mare protetta, che possa accogliere i cetacei provenienti da strutture dismesse. Si tratta di un grande progetto finalizzato a reinserire questi mammiferi nel loro habitat naturale, per restituirgli la libertà purtroppo negata nei delfinari: per realizzarlo abbiamo bisogno anche del tuo sostegno. Ai cittadini chiediamo di non andare a visitare i delfinari, per non essere complici di questa inaccettabile prigionia, e di sostenere la nostra campagna sottoscrivendo questa petizione. Inoltre, presso i tavoli LAV, il 29 e 30 marzo e il 5 e 6 aprile, sarà possibile sostenere questa campagna scegliendo le nostre tradizionali uova di Pasqua, in buonissimo cioccolato fondente del commercio equo e solidale: un dono generoso per amici e parenti e per gli animali che in questo modo ci aiuterete a salvare. "Le nostre investigazioni confermano che in Italia i delfinari non hanno alcuna funzione educativa né scientifica o di conservazione della specie, ovvero non rispettano queste caratteristiche obbligatorie per legge, facendo invece spettacolo: un inganno che i cittadini devono conoscere e a cui dobbiamo mettere fine, a tutela degli animali imprigionati in questa forzata cattività - dichiarano Laura Gentile (Marevivo) e Roberto Bennati (LAV) - La denuncia di queste violazioni ha determinato un primo risultato: il sequestro dei delfini del Delfinario di Rimini, emblema degli zoo d'acqua". Puoi condividere con noi l'impegno in favore degli animali, diventando un volontario LAV: contattaci (tel. 3204795565) per dedicare qualche ora a questa o ad altre campagne in favore dei diritti degli animali. Ufficio stampa LAV di Cosenza: tel. 3204795565. Ufficio Stampa LAV Sede nazionale: tel. 06 4461325 - www.lav.it

 
      Tell A Friend

     DOMENICA 30 MARZO A MORANO CALABRO LA FILODRAMMATICA SCILLESE PORTA IN SCENA " CINCU FIMMINI E NU TARI' ". et  at:  27/03/2014  

Comunicato stampa TEATROMUSICA - Domenica 30 marzo a Morano Calabro la Filodrammatica Scillese porta in scena " Cincu fimmini e nu tarì ". Morano Calabro - " Cincu fimmini e nu tari' " e' il titolo della commedia che sara' in scena domenica  30 marzo alle 18,30 all' auditorium comunale di Morano Calabro. Lo spettacolo della Filodrammatica Scillese " Lorenzo Pontillo " e' inserito nella tredicesima rassegna di TeatroMusica, ideata ed organizzata da L' Allegra Ribalta con il patrocinio del comune di Morano Calabro. " Cincu fimmini e nu tari' " e' una commedia brillante in tre atti di Pino Giambrone, diretta da Filippo Teramo che parla di una peculiarita' del popolo siciliano: l' arte dell’arrangiarsi. Il popolo siciliano che ha avuto nella storia ben tredici dominatori, non si è fatto sottomettere da alcune di esse, mentre ha acquistato da esse contributi culturali e linguistici, senza mai perdere i loro “quattro caratteri” distintivi di popolo, costituiti dall’intelligenza, dalla diffidenza, dall’umorismo e, appunto, dall’arte dell’arrangiarsi. Il Siciliano “uno ne pensa e cento ne fà”, e così il personaggio principale di questa commedia, “u zu Tatanu Zarbu” ha saputo, in pieno, accentrarsi queste caratteristiche che lo contraddistinguono dagli altri suoi simili, esasperando conflitti tra apparenza e realtà, tra normalità e anormalità. Esso è uno “sbrigafaccenne”, che fa la spola tra il suo paesino, nell’entroterra siciliano e Palermo. Riceve anche commissioni per le giocate del lotto. Il destino gli è fatale, dimentica di giocare un terno commissionato dal catanese Alfiu Santaita, che fortunatamente o sfortunatamente esce nella ruota di Palermo. Alfiu, persona rigorosamente aliena da compromessi, vuole a tutti i costi rimborsata la vincita a qualunque costo, altrimenti bisogna pagare con la vita lo sgarbo ricevuto. Entrano poi nella vicenda il barone Paolo Trupia, titolo comprato a suon di quattrini, con la moglie Vicia Naca e i due figli gemelli, Pepeddu e Caliddu, che ricorrono alla famiglia Zarbu per stipulare un contratto di fidanzamento con due delle quattro figlie, Agnesina, Catarina, Rusinedda e Assuntina, ancora da maritare. E la storia va avanti con questi personaggi, tra una serie di equivoci e di trovate sceniche, che si rivelano davvero esilaranti. Tra le più recenti produzioni della Filodrammatica Scillese, che organizza anche la rassegna teatrale Scilla Teatro Festival, ricordiamo Un terno al lotto, A Furtuna và e veni, Lo Spione, Troppa Grazia San Giuseppe, Testimoni Oculari e Assu i coppi e tri i bastuni. Il prossimo appuntamento di TeatroMusica è fissato per domenica 6 aprile con il Concerto lirico sinfonico, eseguito dall’Orchestra di Fiati di Morano, dedicato al genio di Gioacchino Rossini. DOMENICO DONATO UFFICIO STAMPA TEATROMUSICA

 
      Tell A Friend

First Page   Prev. Page   Next Page   Last Page   
Categories:

Archivio Notizie



RSS Feed