Castrovillari/Comitato per la tutela della salute e dell' ospedale: " Proposta organizzativa per la diagnostica dell' infezione da SARS-CoV2 nell' area di Castrovillari e Territorio " et  at:  12/11/2020  

Castrovillari/Comitato per la tutela della salute e dell' ospedale: " Proposta organizzativa per la diagnostica dell' infezione da SARS-CoV2 nell' area di Castrovillari e Territorio ". Facendo seguito alla nota del 30 ottobre u.s., vogliamo qui, come Comitato delle Associazioni in calce riportate, anzitutto dolerci dell’incomprensibile e per molti versi censurabile mancato riscontro delle SS.LL. rispetto alla nostra offerta di fattiva collaborazione nell’affrontare i problemi legati alla pandemia da SARS-Cov-2. Come è noto, l’inclusione in “Zona Rossa” della Calabria è l’esito non tanto dell’ampiezza della diffusione del coronavirus nella nostra Regione, quanto della inadeguatezza della organizzazione del suo sistema sanitario ed è perciò ulteriormente sorprendente che non si metta mano a tutte le energie e alle gratuite disponibilità che possano essere utilizzate e coinvolte per fronteggiare l’attuale, drammatica situazione. Ovviamente, quanto detto non comporta certo il ritiro della nostra disponibilità, ma, anzi, la conferma e la rafforza.  Noi crediamo che la cosiddetta “prima ondata” pandemica, che, di fatto, ha sostanzialmente risparmiato la nostra Regione, dandoci teoricamente il tempo per adeguare le strutture sanitarie ad una purtroppo facilmente prevedibile “seconda ondata”, sia stata una grande occasione sprecata, a tutto danno dei Calabresi. Non sarebbe comprensibile, né giustificabile, se ulteriori ritardi si aggiungessero ai precedenti, ora che il nuovo coronavirus è purtroppo ben presente su tutto il territorio nazionale. E crediamo altresì che la sanità pubblica –efficiente e a costi contenuti, in quanto non orientata al profitto economico- possa e debba svolgere fino in fondo il proprio ruolo, lasciando a quella privata quello limitato a campi e settori che la sanità pubblica non possa in alcun modo presidiare. Non ci risulta che tra questi ci sia necessariamente anche il processamento dei test per individuare i contagiati da SARS-Cov-2. Ed è per questo che siamo qui a sollecitare l’immediato utilizzo del Laboratorio Analisi dell’Ospedale spoke di Castrovillari, quale Centro diagnostico per l’infezione da SARS-Cov-2, riproponendoci, ove richiesti, quali interlocutori e, come detto, gratuiti collaboratori per tutte le ormai urgentissime iniziative necessarie.

 

      Tell A Friend




RSS Feed