CALCIO, FINALE SPAREGGI DI ECCELLENZA STAGIONE 2017-2018: CASTROVILLARI-AGROPOLI
et  at:  11/06/2018  

 Calcio, finale spareggi di Eccellenza stagione 2017-2018: CASTROVILLARI-AGROPOLI 1-0. Castrovillari: Andreoli 6, De Lucia 6, Akrapovic 6,5, Benincasa 7, De Guardia 6,5, Miceli 6,5, Caligiuri ( ’99 ) 6 ( 8’ st Grosso ( ’99 ) 6 ), Di Domenico ( ’98 ) 6,5 ( 37’ st Sgueglia ( ’98 ) 6 ), Catania 6 ( 8’ st Musacco 6,5 ), De simone 7 ( 37’ st Curcio 6 ), Monteiro 6,5, In panchina: Caputo, Gagliardi ( ’99 ), Auriemma ( ’00 ). Allenatore: Francesco Ferraro. Agropoli: Spicuzza 6, De Foglio ( ’98 ) 5,5 ( 25’ st Gullo 5,5 ), Iommazzo 6, Giura 6 ( 19’ st D’ Attilio ), Pascuccio 6, Di Deo 6, Capozzoli 6, Santonicola 5,5 ( 30’ st Natiello sv ), Bozzi 5,5 ( 30’ st Apicella sv ), Guadagno ( ’00 ) 5,5 ( 38’ st Maione P. sv ), Maione V. 5. In panchina: Gesualdi, Di Filippo ( ’00 ). Allenatore: Massimiliano Olivieri. Note: Spettatori: 2.500 circa. Ammoniti: Andreoli ( C ), De Lucia ( C ), Di Domenico ( C ), Pascuccio ( A ), Santonicola ( A ), Spicuzza ( A ). Espulso: Maione V. ( A ) al 17’ per somma di ammonizioni. Angoli 4-4. Recupero: 1’ 1 pt, 7’ 2st. – E’ serie D, dopo un anno di purgatorio il Castrovillari ritorna nella massima serie dilettantistica, è grande festa ai piedi del Pollino per l’ obiettivo raggiunto, un coinvolgimento che si è tradotto in una città vestita di rossonero. E’ stata un’ annata da incorniciare per molti versi, soprattutto se si pensa a come è iniziata quest’ ennesima avventura. All’ inizio erano in pochi a credere nel salto di categoria, e quando il 17 agosto un manipolo di uomini si è ritrovato a San Donato di Ninea per attuare una sorta di mini ritiro in tutta fretta e con pochi uomini le speranze del salto di categoria erano ben poche. Ma la squadra affidata inizialmente a mister Carnevale è riuscita a creare un gruppo che se pur modificato a dicembre ha finito per cementarsi ancor di più grazie anche all’ arrivo di uomini come Alessandro Miceli che conoscevano fin troppo bene l’ ambiente non fosse altro che per averci giocato fino a tre mesi prima. A proposito di Luigi Carnevale è d’ obbligo oltre che mettere in evidenza la grande professionalità e serietà anche la sportività, via Whatsapp ha rilanciato i complimenti a Francesco Ferraro per il traguardo raggiunto. Ed a proposito di quest’ ultimo è impossibile non tesserne le lodi anzitutto come gran lavoratore, instancabile e serio che è stato capace di tenere sul pezzo la squadra fino all’ ultimo secondo e soprattutto puntare su alcune pedine per lui importanti, il bacio in fronte a Di Domenico subito dopo il cambio la dice lunga su quello che è stato capace di creare il tecnico di Polistena in soli sei mesi. E’ stata una cavalcata lunghissima e sofferta, una sfida che si è arricchita del carattere interregionale, superando prima l’ ostacolo siciliano e poi quello campano. L’ Agropoli è stata una degna squadra da incontrare in finale e deve recriminare non poco per non aver capitalizzato l’ importante lavoro fatto nella gara di andata e soprattutto la disattenzione nei minuti finali che è costato non solo il pari casalingo ma un certo contraccolpo psicologico associato anche alla perdita di qualche uomo per squalifica. Al “ Mimmo Rende “ i campani non sono riusciti a riprodurre la prova casalinga redendosi mai pericolosi. Passando alla cronaca della partita l’ Agropoli al primo minuto con Di Deo prova a colpire dal limite ma il tiro è debole e Andreoli para senza problemi, all’ 11’ ci prova Catania in rovesciata ben imbeccato da De Simone ma la palla finisce alta sulla traversa. Al 26’ è Benincasa a provarci ma Spicuzza è pronto a smanacciare. Due minuti dopo De Simone ci prova al volo ma la palla finisce alta. Il primo tempo si chiude con il Castrovillari in vantaggio ma solo ai punti il che nel calcio non vuol dire nulla. Al rientro degli spogliatoi i “ lupi del Pollino “ sembrano aver acquisito maggior convinzione ed al 54’ il neo entrato Grosso prova l’ eurogol con una tiro dalla distanza ma Spicuzza devia in angolo. Al 62’ l’ Agropoli rimane in dieci, a causa dell’ espulsione per doppia ammonizione di Maione V. mister Olivieri avrà qualcosa da dire circa la decisione dell’ arbitro a fine gara, ma non la potrà definire determinante, i campani da subito hanno fatto vedere che non avevano la stessa verve della gara di andata. Ad ogni modo dieci minuti dopo il Castrovillari va a segno, è il bomber della stagione rossonera Armando De Simone a metterla dentro, bravo a mantenersi sul filo del fuorigioco su lancio lungo di capitan Miceli ed a battere un incolpevole Spicuzza in uscita. Nonostante i cambi per tentare di inserire forze fresche l’ Agropoli non riuscirà a fare granchè, e il Castrovillari riuscirà ad amministrare la gara fino alla fine.  Buona visione.   QUI TROVI IL FILE VIDEO IN FORMATO 3GP/MP4


      Tell A Friend

 

 

 

 




RSS Feed