I CONSIGLIERI DELLE LISTE CIVICHE: SANTAGADA, LAGHI E GUARAGNA CHIEDONO LA REVOCA DELL' ORDINANZA CHE HA DISPOSTO IL DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE SU VIA XX SETTEMBRE et  at:  04/04/2019  

I consiglieri delle Liste civiche: Santagada, Laghi e Guaragna chiedono la revoca dell' ordinanza che ha disposto il doppio senso di circolazione su via XX Settembre - Di seguito la nota protocollata presso l' ufficio il 4 aprile 2019: I sottoscritti consiglieri comunali Maria Antonietta Guaragna, del gruppo Castrovillari Città Viva, Ferdinando Laghi del gruppo Solidarietà e Partecipazione e Giuseppe Santagada del gruppo Castrovillari Solidale, premesso che in data 14.03.2019 gli scriventi consiglieri e i cittadini apprendevano, da un comunicato diramato dall’ufficio stampa del comune di Castrovillari, l’istituzione a partire dal 19 marzo 2019 del doppio senso di marcia su via XX settembre, dall’intersezione con via Pollino a quella con piazza Giovanni XXIII, a modifica del piano di circolazione stradale che prevedeva in tale tratto il senso unico di marcia. Che tale modifica del piano traffico è stata sollecitata dal Sindaco con comunicazione al comandante della Polizia Municipale con invito a far rispettare quanto disposto con ordinanza sindacale n. 5103 del 17.02.2014, mai applicata dagli uffici destinatari; Il Consiglio comunale cittadino ha adottato e successivamente approvato, con deliberazione n. 88 del 28.08.2002 il Piano Urbano del Traffico, previa approvazione delle osservazioni e controdeduzioni; Gli scriventi consiglieri a seguito di interrogazione sulla vicenda presentata nel corso del consiglio comunale del 28.03.2019, hanno appreso dal Sindaco che la sperimentazione del doppio senso di circolazione ha durata di 15 giorni, al termine dei quali il Comandante della Polizia Municipale provvederà a redigere specifica relazione, sulla cui base si adotterà la determinazione finale sulla permanenza o meno del doppio senso di circolazione; considerato che il piano Urbano del Traffico è stato approvato sulla base di uno studio, affidato a professionisti, che aveva lo scopo di fluidificare il traffico ed evitare congestioni in entrata e in uscita dalla città, e tale strumento non può essere modificato da ordinanza sindacale, dovendosi la competenza riferire al Consiglio Comunale; Che il doppio senso di circolazione allunga i tempi di percorrenza del tratto in questione, in entrambi i sensi di marcia e in modo più consistente verso il centro cittadino, intasa la circolazione dei veicoli nelle arterie che si immettono su via XX Settembre e aumenta la pericolosità in corrispondenza delle intersezioni, in particolare quelle di via Pollino e viale della libertà, quest'ultima già interessata dall'apposizione dei dossi rallentatori proprio per ridurne il grado di pericolo; Che l’istituzione del doppio senso di marcia nel tratto in questione non apporta benefici alla circolazione, poiché la fluidificazione del traffico e la riduzione dei tempi di percorrenza in direzione del ponte Caldora sono limitati sia dal traffico proveniente dalle principali arterie dorsali, sia dalla presenza dei parcheggi, che probabilmente potrebbero essere eliminati, ma essendo a pagamento lungo tutto il tratto in questione, andrebbe modificato l'atto deliberativo che ha individuato le aree di parcheggio a pagamento, con conseguente modifica in negativo dei parametri economici posti a base della gara per la relativa gestione esterna (già ridotti da 60 a 50 mila euro) in un contesto finanziario già delicatissimo, atteso che lo spettro del dissesto ha già varcato le soglie del municipio. Che nel corso dei 15 giorni di sperimentazione il tratto in questione è stato teatro di diversi incidenti, imputabili anche all’assenza di idonea segnaletica verticale e orizzontale; che il doppio senso di circolazione, per il maggiore afflusso di traffico veicolare che determina, unito alla presenza dei parcheggi a pagamento lungo tutto il tratto viario,   crea intralcio ai mezzi di soccorso in caso di incidente, allungando i tempi di percorrenza; che non sussistono oggettive esigenze di modifica del senso unico di marcia, né sono stati individuati criteri oggettivi sulla cui base adottare la modifica del Piano Urbano del Traffico, in ogni caso di pertinenza del Consiglio Comunale. Che la modifica introdotta contrasta con gli obiettivi ed indicatori fissati dal codice della strada, ossia 1) il miglioramento delle condizioni di circolazione (movimento e sosta), 2) il miglioramento della sicurezza stradale (riduzione degli incidenti stradali), 3) la riduzione degli inquinamenti atmosferico ed acustico, 4) il risparmio energetico; Che dubbi sorgono anche sulla idoneità della carreggiata, in termini di larghezza, ad ospitare due corsie di senso di marcia opposto unitamente allo spazio per i parcheggi;  Che i 15 giorni di sperimentazione terminano alla data odierna del 4.04.2019; Tanto premesso e considerato i sottoscritti consiglieri comunali  C H I E D O N O la revoca dei provvedimenti con i quali è stato disposto il doppio senso di marcia su via XX settembre, dall’intersezione con via Pollino a quella con piazza Giovanni XXIII, con conseguente ripristino del precedente senso unico di circolazione, previa idonea e adeguata informazione ai cittadini e agli utenti della strada e previa adeguata e congrua apposizione di segnaletica verticale e orizzontale.

 

      Tell A Friend




RSS Feed